Meteo viaggi: come sapere che tempo fa nei luoghi in cui andiamo in tempo reale

da , il

    Meteo viaggi: come sapere che tempo fa nei luoghi in cui andiamo in tempo reale

    Quando viaggiamo, dovunque andiamo, controlliamo sempre le previsioni del meteo: vogliamo sole se andiamo al mare, neve se andiamo in montagna, e sicuramente da nessuna parte vogliamo andare incontro alla pioggia. A dispetto di quello che si dice, i margini di errore delle previsioni sono molto ridotti, ma chissà perché tendiamo sempre a prendercela con i meteorologi quando le cose non vanno. Dimenticando che sono scienziati, non maghi, e che nonostante calcoli accurati il tempo può fare le bizze: un rovescio d’acqua può arrivare da un momento all’altro o addirittura piovere a pochi chilometri da una località dove c’è un sole che spacca le pietre. E in casi come questi anche le mappe meteo non è che ci dicano molto.

    Allora meglio rivolgersi alla voce del popolo. E un sito lo fa: Wetterwolke aggiorna in tempo reale le condizioni meteo nelle varie località estrapolandole dai tweet degli utenti. In pratica, ogni qual volta qualcuno su Twitter segnala che sta piovendo, è nuvoloso, ecc… il sito converte i tweet in dati che andranno a formare un grafico del tempo naturalmente visualizzato su una mappa. Molto utile e ingegnoso: l’unico inconveniente è che, funzionando tutto in modo automatico, non può avere una copertura totale. In pratica, se nessuno twitta non ci sono aggiornamenti.

    Molto meglio da questo punto di vista un’applicazione per iPhone, soprattutto per chi viaggia: si chiama Metwit, e la si può scaricare gratuitamente dall’Apple Store. Si tratta di una vera e propria rete di “social weather“: ogni utente del network può visualizzare aggiornamenti in tempo reale sulla situazione meteorologica postati da altri utenti. Basta connettersi e visualizzare tutte le informazioni pubblicate da altri: questi possono scegliere tra le dodici icone specifiche messe a disposizione dall’applicazione per segnalare il tempo. Ma il lato umano, la svolta che rende questo strumento così prezioso, è proprio quello social. All’icona si può accompagnare un commento, con specifiche più dettagliate (es. cielo limpido, pioggia fine…) o segnalazioni sugli inconvenienti causati del tempo (ghiaccio sulla carreggiata, smottamenti…). E accompagnare il tutto con delle foto, integrate con il popolare servizio di photo sharing Instagram.

    L’app funziona anche in modalità web: esattamente come Wetterwolke c’è una mappa che rappresenta la situazione attuale, con l’aggiunta di commenti e foto. Non occorre registrarsi per visualizzarla, occorre farlo se si vuole dare il proprio contributo. Ma è semplice: ci si connette tramite le credenziali Facebook e Twitter, e attraverso i due social network più famosi i nostri post vengono automaticamente trasformati in previsioni meteo. E noi saremmo entrati a far parte della rete sociale dei “meteoreporter”.

    Foto da Flickr