Mete blu, le 10 destinazioni più belle al mondo: tutte da vedere | Che meraviglia

Un viaggio tra le mete blu più belle del mondo, dal caldo Marocco alla gelida Islanda. Ecco le 10 destinazioni più affascinanti.

Mete blu, la grande voragine
Mete blu, la grande voragine – Nanopress.it

Il blu è il colore dell’estate, del mare limpido nel quale tuffarsi, del cielo attraverso il quale raggiungiamo posti incredibili, del ghiaccio e delle grotte polari, ma anche di città e villaggi che diventano improvvisamente spettacoli incantevoli da non perdere. Questo è un mini viaggio tra le infinite sfumature di questo colore, alla scoperta delle mete blu più belle al mondo.

Mete blu: Chefchaouen, Marocco

Chefchaouen è la perla blu del Marocco, una città dai tratti suggestivi e pittoreschi capace di incantare e ammaliare letteralmente chiunque vi si rechi.

Le sue case blu sono una vera e propria attrazione del luogo. Secondo alcuni sono state dipinte dagli ebrei, secondo altri invece questo colore è stato scelto per tenere lontane le zanzare o per rappresentare il mare.

La città è piccola, tanto da essere visitata in una giornata, e custodisce alcuni preziosi tesori architettonici come la Grande Moschea, la kasbah e Piazza Uta el Hamman.

Mete blu: Júzcar, Spagna

In Andalusia si trova l’unica cittadina completamente azzurra. Júzcar, in provincia di Malaga, è un centro di poco più di 200 anime dove ogni edificio è dipinto di blu, persino il cimitero.

Fino al 2011 tutte le abitazioni erano bianche, come le altre presenti in Andalusia; quell’anno, però, la città fu scelta come ambientazione del film I puffi e quindi venne dipinta di blu dalla Sony Pictures. A riprese ultimate, la Sony si era offerta di ridipingere di bianco la città, ma gli abitanti, avendo constatato i vantaggi in termini di turismo che Júzcar poteva trarre da questo colore, rifiutarono l’offerta.

Moschea blu di Istanbul, Turchia

La Moschea blu di Instabul è una delle più affascinanti in assoluto. È costituita da più di 20.000 piastrelle in ceramica turchese che abbelliscono tutte le pareti superiori e la mastodontica cupola della moschea di 23 metri di diametro e 43 metri d’altezza. Vetrate e numerosi lampadari illuminano e fanno luccicare il suo interno. Questo straordinario edificio, tra i più incredibili di tutto il Medio Oriente, è stato costruito tra il 1609 e il 1616 per volere del sultano Ahmed e inaugurata l’anno successivo durante il mandato di Mustafa I.

Mete blu: Laguna Blu, Islanda

Si tratta di una delle mete più note dell’Islanda. Questa spa geotermica naturale è unica al mondo: le sue acque blu opaco creano un contrasto meraviglioso con il nero della pietra lavica circostante e raggiungono in media i 39 gradi. Una volta qui è possibile fare il bagno, ma anche concedersi massaggi e trattamenti di bellezza naturali. La Laguna Blu è anche stata segnalata da National Geographic come una delle 25 meraviglie del mondo.

Mete blu, Chefchaouen
Mete blu, Chefchaouen – Nanopress.it

Mete blu: Laguna di Bacalar, Messico

È chiamata anche Laguna dei 7 colori ed è un luogo poco conosciuto in Messico, lungo la costa del Quintana Roo. Si tratta di uno specchio d’acqua dolce dalle diverse gradazioni di blu dovute alla differente profondità dei fondali: le acque infatti cambiano colore e vanno dal bianco al turchese, dallo smeraldo al blu notte.

Mete blu: Grotta Azzurra, Capri

La famosa Grotta Azzurra di Capri è una delle bellezze marine più incantevoli del golfo di Napoli. La bellezza delle sue acque è stata definita da Marc Twain come la più luminosa, la più blu, la più incantevole che possa esistere. L’intensità del blu che affascina i visitatori è dovuta a un’effetto della luce. Purtroppo qui non è possibile fare il bagno, ma potrete sempre godervi lo spettacolo tramite escursioni in barca.

Mete blu: Great Blue Hole, Belize

La Grande Voragine Blu è un’immensa dolina marina nel Mar dei Caraibi. È una cavità quasi perfettamente circolare, larga più di 300 metri e profonda circa 123. Si tratta del secondo blu hole più grande al mondo dopo quello cinese di Dragon Hole e si pensa che la cavità si sia formata durante l’ultima Era glaciale. Oggi è una meta ambitissima di sub che accorrono da tutto il mondo per potersi immergere in questo spettacolare e ignoto mondo sottomarino.

Mete blu: Crystal Cave, Islanda

La grotta nel ghiacciaio di Crystal Cave assomiglia proprio a una cupola di cristallo. Si trova nel Parco Nazionale di Skaftafell in Islanda e si forma puntualmente ogni anno nello stesso posto ormai dal 2011, grazie all’erosione di un fiume glaciale.

Jardin Majorelle, Marrakech, Marocco

Nel 1924 l’artista francese Jacques Majorelle si innamorò di Marrakech e creò la sua villa atelier, Jardin Majorelle, in stile art déco mescolato a quello tipico dell’architettura moresca. Negli anni ’60 la villa fu scoperta da Pierre Bergé e Yves Saint Laurent che, rimasti affascinati, la acquistarono e ristrutturarono.

Mete blu: Casamassima, Puglia

Infine, Casamassima in provincia di Bari è un borgo caratterizzato dal suo centro storico azzurro. Fino a qualche tempo fa si pensava che l’azzurro delle case fosse dovuto a un voto alla Madonna di Costantinopoli per aver scacciato via la peste; studi recenti invece hanno dimostrato che le ragioni di questo colore sono legate a una tradizione ebraica secondo la quale il blu avvicina al paradiso.