Isole Keys, in Florida: quando andare e cosa vedere

Volete visitare le Isole Keys, in Florida? Non sapete quando andare e cosa vedere? Ecco una mini guida per organizzare al meglio un mini tour.

da , il

    Keys

    Avete mai sentito parlare delle Isole Keys, in Florida? Se vi è balenata per la mente l’idea di visitarle, ma non sapete quando andare e cosa vedere, ecco una mini guida per organizzare al meglio un mini tour alla scoperta di questo paradiso tropicale, che si trova circa 25 km a sud di Miami. L’arcipelago è composto da circa 1.700 isole, ma fortunatamente le più importanti sono collegate fra loro e alla terraferma dalla Overseas Highway, una lunga strada panoramica con ben 42 ponti, che attraversa anche alcune isole disabitate, regalando agli avventurieri viste mozzafiato. E’ il luogo ideale per un viaggio on the road, ma anche per una tradizionale vacanza al mare , con una buona dose di divertimento.

    Il clima delle Isole Keys

    Isole Keys

    Il clima delle isole Keys è di tipo tropicale, quindi caratterizzato da una stagione secca e una stagione umida. Il periodo migliore per andare alle Isole Keys è durante la stagione secca, che va da dicembre a maggio, in cui le temperature non salgono troppo e si può comunque tranquillamente fare il bagno. Nella stagione umida invece, le temperature arrivano a toccare i 40° e l’umidità è altissima, per questo è inevitabilmente considerata bassa stagione. Pertanto, anche se durante la stagione secca è alta stagione e i prezzi degli hotel sono alle stelle, rimane quella più indicata proprio per la vivibilità del clima. Ora che conoscete il clima delle Isole Keys e il periodo in cui è meglio visitarle, avventuratevi alla scoperta delle loro meraviglie, descritte anche da Ernest Hemingway, in alcuni dei suoi più famosi romanzi, tra cui il celebre ‘Il vecchio e il mare’!

    Isola Key Largo

    Key Largo

    Key Largo è la prima isola di una grandezza considerevole, che si raggiunge percorrendo la Overseas Highway, partendo da Miami. E’ molto conosciuta e apprezzata soprattutto dagli escursionisti, per la possibilità di fare immersioni spettacolari e snorkeling.

    Isola di Islamorada

    Islamorada

    Dopo Key Largo, continuando la traversata lungo la Overseas Highway, si incontra l’Isola di Islamorada, altrimenti nota come ‘la capitale mondiale della pesca’: qui potrete cogliere l’occasione per salire su un’ imbarcazione e provare a catturare qualche pesce.

    Isola di Marathon

    MArathon Island

    Continuate il vostro tour delle Isole Keys, avventurandovi sull’Isola di Marathon: qui potrete rilassarvi sulle incantevoli spiagge tropicali, rivestite di sabbia fine e bagnate da un mare incredibilmente trasparente. Un esempio? Sulla Sombrero Beach vi sembrerà di sognare a occhi aperti! Qui si trovano inoltre, il Turtle Hospital e il Dolphin Research Center, che vi consigliamo di non perdere, soprattutto se siete dei grandi appassionati di animali: il primo centro ospita le tartarughe marine, mentre nel secondo viene studiato il comportamento dei delfini. Lasciata anche quest’isola, dopo aver percorso il 7 Mile Bridge, uno dei ponti più lunghi del mondo, dal quale si gode di un panorama mozzafiato sulle acque sottostanti, si arriva a Big Pine Key, un’isola, che al contrario delle altre, è di formazione rocciosa.

    Isola di Key West

    Key West

    L’ultima tappa delle vostre vacanze alle Isole Keys è l’Isola Key West, che si trova a soli 150 km da Cuba. Una sosta nell’isola più mondana dell’arcipelago delle Keys è d’obbligo: qui troverete sia mare cristallino e lunghe spiagge bianche in cui rilassarvi, che strutture ricettive alla moda e tantissimi locali, bar e discoteche in cui divertirvi.

    Cosa vedere a Key West? Almeno una volta recatevi a Mallory Square, a ovest dell’isola: questo è il centro nevralgico del divertimento, in cui tutti i giovani, turisti e locali, si ritrovano per poi decidere dove passare il resto della serata. Non perdetevi poi l’Ernest Hemingway Home and Museum: la casa in cui lo scrittore visse per dieci anni, oggi è diventata un museo; il Key West Cemetery è certamente degno di nota: è uno dei cimiteri più bizzarri degli Stati Uniti grazie agli inusuali epitaffi riportati sulle tombe.

    Infine, da Key West potete raggiungere il Dry Tortugas National Park, sia in volo che con il catamarano: si tratta di una riserva naturale composta da sette isole coralline con sabbia bianca e splendidi fondali marini.