Incredibile scoperta, ritrovato un inestimabile tesoro: apparteneva a Re Giorgio I

Inestimabile tesoro ritrovato per puro caso in una abitazione inglese: si tratta di oggetti preziosi dal valore di circa 250 mila sterline.

Inestimabile tesoro
Inestimabile tesoro ritrovato – viaggi.nanopress.it

Un gran bel colpo di fortuna, diremo noi, di quelli che quando accadono all’improvviso non possono far altro che lasciarci senza parole. È quello che è toccato a una coppia di Ellerby, in Inghilterra.

Non è cosa da tutti i giorni, infatti, restaurare casa e ritrovare per caso un bottino d’oro vecchio più di 300 anni. Peccato per loro, però, che il bottino non potrà finire nelle loro tasche.

L’inestimabile tesoro dell’epoca di re Giorgio I

Quello ritrovato da una coppia inglese di Ellerby si è rivelato essere un tesoro inestimabile. Durante dei lavori di restauro in casa, i coniugi del North Yorkshire, in Inghilterra, hanno ritrovato sotto le assi del pavimento della propria abitazione una piccola pentola di metallo.

Fin qui niente di strano o entusiasmante se non il fatto che al suo interno erano custodite ben 260 monete d’oro britanniche risalenti all’epoca in cui a regnare era re Giorgio I.

La coppia si era recentemente trasferita a Ellerby in una dimora del XVIII che avevano deciso di ristrutturare.

Il banditore della casa, la quale era stata messa all’asta e acquistata dai coniugi, Gregory Edmund ha dichiarato che si tratterebbe di monete d’uso quotidiano nel Settecento, utilizzate dalla famiglia mercantile più nota della zona nel 1694 e formata da Joseph e Sarah Fernley-Maisters.

Molto probabilmente avevano deciso di tenere i soldi in casa per la poca fiducia riposta nella Banca d’Inghilterra, allora ancora neonata.

Inestimabile tesoro
Inestimabile tesoro – viaggi.nanopress.it

La pentola d’oro: il valore esorbitante delle monete e dove andranno a finire

Tra tutte le 260 monete d’oro ce n’è sono due particolarmente interessanti, entrambe datate 1720. Una in cui manca per sbaglio la testa di re Giorgio I e un’altra di origine brasiliana che non si sa come era arrivata fino in Inghilterra.

Seppur il valore effettivo delle monete sia stato stimato di circa 100 mila sterline, secondo gli esperti consultati dalla coppia potrebbero fruttare sul mercato delle reliquie numismatiche fino a 250 mila sterline.

Un colpo di certo non indifferente, se non che, per via della legge del tesoro del 1996, qualsiasi moneta di valore d’oro o d’argento vecchia più di 300 anni deve necessariamente diventare proprietà del Governo. Quest’ultimo, quindi, acquisterà il tesoro ritrovato dalla coppia a prezzo di mercato e provvederà a esporlo in un museo.