In mostra a Napoli: il Barocco

da , il

    Ritorno al Barocco, la spettacolare mostra organizzata a Napoli, sarà visitabile ancora per un mese. C’è tempo, dunque, fino all’11 aprile per scoprire tutti i tesori dell’arte barocca conservati dalla città partenopea.

    Ritorno al Barocco comprende sei diverse esposizioni in vari punti della città: Capodimonte, Castel Sant’Elmo, la Certosa di San Martino, il Museo Duca di Martina, il Museo di Villa Pignatelli e Palazzo Reale.

    L’idea consiste nel coinvolgere l’intero territorio regionale con 51 itinerari nei luoghi simbolo del barocco, quali chiese, certose, palazzi e musei.

    Un viaggio ideale che ripercorre le tappe e i momenti che hanno caratterizzato la stagione del barocco a Napoli, definita cronologicamente da tre fasi: l’arrivo di Caravaggio nel 1606, la presenza in città di Luigi Vanvitelli e Ferdinando Fuga, nel 1750 e la partenza di Carlo di Borbone per la Spagna, nel 1759.

    Un evento davvero particolare, che tenta di riportare alla mente dei visitatori la Napoli dei tempi in cui era capitale di arte e cultura, quale apparve ai tanti viaggiatori italiani e stranieri che la visitarono nel Seicento, nel Settecento e fino al primo Ottocento.