I luoghi più spettacolari del mondo: la classifica dal Grande Nord all’Australia

da , il

    Quali sono i luoghi più spettacolari del mondo? Certo stabilirlo non è facile: su tutto il pianeta ci sono luoghi meravigliosi ed unici creati dalla natura, ma anche costruiti dall’uomo, e probabilmente non basterebbe una vita intera per visitarli tutti; nel frattempo, mentre decidete quale sarà la vostra prossima destinazioni, vi diamo qualche spunto con una classifica di dieci tra i siti più stupefacenti attraverso tutto il pianeta, stilata dal sito www.buzzfeed.com. Viaggeremo tra i freddi ghiacci della Groenlandia e la Grande Barriera Corallina in Australia, e ancora dal Giappone alla foresta patagonica del Cile, dalle sorgenti calde dell’Islanda all’est europeo, con Polonia, Ucraina e Croazia, passando ovviamente anche per l’Italia. Scopriamo insieme quali sono questi luoghi da sogno e qual è il luogo italiano inserito nella classifica, anche se forse, tra i dieci siti più spettacolari del mondo, andrebbe inserito più di un luogo nel nostro bel paese!

    1. Wisteria Tunnel, Giappone

    wisteria tunnel

    Il Wisteria Tunnel è una vera gioia per la vista e per l’olfatto: si tratta infatti di un tunnel di glicini che fiorisce in primavera regalando un passaggio tra i fiori spettacolare, che permette di immergersi totalmente nel loro profumo e di ammirarli a 360 gradi. Il tunnel si trova nel sud del Giappone, a Kitakyushu, a quattro ore di distanza da Tokyo, all’interno dello splendido Kawachi Fuji Garden, ed è una delle sue attrazioni principali: questa splendida cascata di fiori, con sfumature che vanno dal bianco, al rosa pallido, al lilla, al viola più intenso, è un luogo romantico e distante dal resto del mondo, in cui perdersi a contemplare la bellezza della natura magari seduti su una panchina, respirando il buonissimo profumo dei glicini.

    2. Cinque Terre, Italia

    CinqueTerre

    Un meritatissimo secondo posto va alle nostrane Cinque Terre, in provincia di La Spezia: si tratta di un’ Area Marina Protetta e un Parco Nazionale che proteggono diciotto chilometri di costa rocciosa ricca di baie in cui la terra e il mare si fondono, tra scogliere a picco sul mare e una catena montuosa retrostante che corre parallela al litorale, tra sentieri e mulattiere dai panorami mozzafiato e cinque piccoli borghi dalle caratteristiche casette colorate. Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore rappresentano la straordinaria bellezza di queste terre, famose in tutto il mondo per essere una meta romantica d’eccellenza, in cui trascorrere un viaggio di nozze o semplicemente una vacanza; per la loro bellezza, le Cinque Terre sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997.

    3. Hotel La Montaña Mágica, Cile

    Hotel La Montaña Mágica

    La Montaña Mágica è un hotel stupefacente e unico al mondo che si trova nel cuore della Patagonia, in Cile, all’interno della Riserva Naturale di Huilo Huilo: il nome dell’hotel è certamente evocativo, visto che ci troviamo di fronte ad una vera e propria montagna in miniatura avvolta dai rampicanti e percorsa da una cascata che sgorga dalla sua sommità, ricordando un luogo incantato e magico. Situato vicino alla città di Panguipulli, l’hotel è immerso in uno scenario che sicuramente fa la sua parte, aiutando a volare con la fantasia e ad immaginarsi un luogo fiabesco grazie alla fitta foresta e alla fauna che la popola; al suo interno si possono anche provare i piatti tipici della cucina cilena, come il pastel de papas, un misto di carne cotta al forno, olive, purea di patate e cipolla.

    4. La Foresta Storta, Polonia

    crooked forest

    La Foresta Storta, tra i dieci luoghi proposti da questa classifica, è sicuramente uno dei più suggestivi e misteriosi: in un angolo della Polonia occidentale, vicino a Gryfino, si trova infatti questa inusuale foresta di 400 pini, che sono quasi tutti cresciuti con una curva di 90 gradi verso nord alla base del tronco, per poi tornare ad essere rettilinei. Visto che i pini delle foreste circostanti crescono normalmente, la foresta sembra proprio vittima di un’incantesimo, e per questo le spiegazioni, le ipotesi e le leggende per spiegare il fenomeno si sprecano: quello che si sa, è che gli alberi furono piantati nel 1930 da contadini e falegnami del posto, ma il motivo per cui poi crebbero in maniera così inusuale resta un mistero. C’è chi dice, grazie ad un vecchio quaderno ritrovato in un paese vicino, che agli abitanti locali servissero dei mobili curvi, e chi invece che questi alberi furono piantati per costruire alcune parti di navi, chi ancora che il peso della neve e l’azione del vento abbiano modificato la struttura del tronco dei giovani alberi. Quale sarà la vera spiegazione?

    5. Tunnel of Love, Ucraina

    tunnel of love

    Il Tunnel of Love raccontato da Bruce Springsteen in una sua canzone esiste davvero: si trova a Kleven, in Ucraina, ed è formato da enormi e maestosi alberi che si sono intrecciati circondando delle rotaie abbandonate; il luogo stato chiamato così proprio perchè è il ritrovo di molti innamorati, e dopo essere diventato una meta turistica anche internazionale è stato dotato anche di un trenino dell’amore che lo percorre, rendendo la gita romantica ancora più suggestiva. La natura e l’uomo insieme hanno creato quindi un luogo incantevole: questo tunnel sembra uscito da un racconto incantato, è un luogo fiabesco in cui trascorrere una magica giornata insieme alla persona amata ammirando lo spettacolo della natura, che ancora una volta ci stupisce con le sue stravaganti creazioni.

    6. Blue Lagoon Hot Springs, Islanda

    blue lagoon hot springs

    La Blue Lagoon Hot Springs è una delle sorgenti calde esistenti nel mondo e si trova vicino all’aeroporto internazionale, a 40 chilometri da Reykjavik, in Islanda. Una distesa d’acqua calda dai colori intensi, che vanno dall’azzurro all’acquamarina e al blu, immersa perfettamente nell’ambiente che la circonda, fatto di campi di lava e licheni che ricordano un paesaggio lunare e si perdono tra i vapori emanati dalle acque. Questa piscina, ideale per una giornata di relax in cui rigenerarsi grazie all’effetto benefico delle acque, non è una formazione naturale, ma è alimentata dalle emissioni di una centrale geotermica vicina; parlando di luoghi spettacolari però, in Islanda non mancano di certo le sorgenti calde naturali, che sono un tratto caratteristico del paesaggio di tutta l’isola.

    7. Ice Canyon, Groenlandia

    ice canyon

    Questo spettacolare ed unico canyon di ghiaccio, che sembra uscito da un film apocalittico o di fantascienza, in realtà esiste davvero e si trova in Groenlandia: si tratta di un fenomeno stupendo che ricorda i canyon scavati nella roccia dai fiumi, solo che in questo caso la zona si rialza costantemente e il corso d’acqua rende l’alveo sempre più profondo; se l’acqua raggiungesse la base del ghiacciaio, ciò potrebbe accelerare lo scivolamento verso il mare del ghiacciaio stesso. Come si può intuire, questo fenomeno è un sintomo del riscaldamento globale, e anche se di straordinaria bellezza è dannoso alla “salute” del ghiacciaio: il corso d’acqua gelida infatti, mentre scorre spesso provoca i cosiddetti “moulins”, in cui una grande quantità di acqua precipita all’interno del ghiacciaio continuando la sua opera di erosione.

    8. Ball’s Pyramid, Oceano Pacifico

    ball pyramid

    La Ball’s Pyramid, in italiano Piramide di Ball, con i suoi 562 metri di altezza è il faraglione più alto del mondo, e si trova nel Mare di Tasman, all’interno del più vasto Oceano Pacifico: politicamente appartiene all’Australia, perchè si trova al largo dell’Isola di Lord Howe, anche se in realtà fa parte del continente sommerso della Zealandia, di cui la Nuova Zelanda è la parte più visibile. Il faraglione è il collo vulcanico di un antico vulcano che risale a circa 7 milioni di anni fa, ed il suo nome è dovuto al tenente britannico Henry Lidgbird Ball, che lo scoprì insieme all’Isola di Lord Howe. Una particolarità del faraglione è che, su uno dei suoi pochissimi cespugli, è stata ritrovata l’aragosta di terra, un insetto che era ritenuto estinto.

    9. Grande Barriera Corallina, Australia

    grande barriera corallina

    La Grande Barriera Corallina (la Great Barrier Reef), composta da oltre 2.900 barriere coralline singole e 900 isole, e con un’estensione di 2.600 chilometri al largo della costa del Queensland, in Australia, è la barriera corallina più grande del mondo. Inoltre, è la più grande struttura al mondo formata da un unico organismo vivente ed è visibile dallo spazio: tutte queste autorevoli caratteristiche hanno fatto sì che venisse inclusa nel Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1981, e nelle 7 meraviglie del mondo della CNN. La barriera corallina, formata da miliardi di minuscoli organismi detti polipi di corallo, ha una stupefacente biodiversità, con moltissime specie di pesci, tartarughe marine e coralli, e per questo la maggior parte di essa è protetta dal Parco Marino della Grande Barriera Corallina.

    10. Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, Croazia

    lago di plitvice

    Il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, in Croazia, protegge un’ambiente naturale meraviglioso ed unico nel suo genere, fatto di cascate, laghi e ricca vegetazione, che è diventato l’attrazione principale di tutto il paese. A circa a metà della Croazia, nella catena montuosa Licka Pljesivica, quello che si presenta davanti agli occhi meravigliati dei turisti è un ecosistema composto da 16 laghi diversi, con numerosissime cascate e grotte, abitato da 157 specie diverse di uccelli e da linci, orsi bruni, cinghiali e caprioli, il tutto protetto da un parco nazionale dal 1949. Lo stupefacente paesaggio che questo parco riserva è entrato a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1979.