Google Street View: anche in Antartide si può calpestare virtualmente il suolo

da , il

    Google Street View: anche in Antartide si può calpestare virtualmente il suolo

    Google Street View è un’applicazione tra le più utili che siano mai state create dal colosso di Mountain View. Grazie alle telecamere della Google car, l’auto che scorrazza per le strade del mondo, possiamo esplorare luoghi a noi lontani come se fossimo lì. Persino l’Antartide. Sì, avete capito bene: tra i tanti posti in cui è sbarcata la telecamera da strada c’è anche il continente a sud del mondo

    Per la precisione le riprese non sono state effettuate sul territorio continentale, bensì su un’isola: Half Moon Island, una piccola isola delle Shetland Meridionali di soli 51 ettari, nella zona delle penisola antartica: ovvero la parte più settentrionale del continente che si estende oltre il circolo polare antartico e si affaccia sul continente sudamericano. Sarà per questo che è stata scelta come luogo per le prime foto in Antartide effettuate dal potente motore di ricerca: nella visione a 360° infatti si può osservare una nave da crociera al largo della costa d’approdo.

    Così come, guardando in basso, è visibile l’ombra dell’operatore: già, perché sicuramente su quest’isola non ci sono strade, e le riprese sono state effettuate a mano. I maggiori abitanti dell’isola sono i pinguini che nidificano qui: ecco perché Pegman, l’omino di streetview, ha assunto per l’occasione le sembianze di un pinguino.

    Non che l’isola non abbia mai visto una presenza umana stabile, tutt’altro: è sede della base temporanea argentina Cámara, installata nel 1953 e da allora utilizzata come stazione meteorologica permanente, e base di ricerca scientifica in estate. Half Moon Island è stata inserita in Street View nel 2010, ancora prima di paesi come Belgio, Russia e Corea del Sud. Google arriva anche nei punti più estremi della Terra: a quando la street view della base di Amundsen-Scott nel polo sud geografico?