Giocare a golf sui grattacieli di New York

da , il

    Giocare a golf sui grattacieli di New York

    Giocare a golf, un’abitudine molto diffusa negli Stati Uniti. Ma questa volta in una location molto particolare: i grattacieli di New York. A 137 metri di altezza si è disputata una leggendaria sfida benefica tra la maestra del golf femminile, Annika Sorestam, e altri professionisti: centrare un bersaglio galleggiante nell’East River.

    Non è la prima volta che i grattacieli di New York ospitano eventi particolari, come la mostra di sculture di Antony Gormley. Questa volta si è trattato di una competizione sportiva, a scopo benefico. D’altronde giocare a golf e guardare i campioni del golf mentre si sfidano piace molto agli americani.

    Erano infatti numerosi i protagonisti del golf riunitisi a 137 metri d’altezza, sul tetto del Waterside Plaza.

    L’obiettivo era centrare un disco galleggiante posizionato nell’acqua sottostante, largo 33 metri.

    La Sorestam è riuscita a centrare il bersaglio due volte nonostante il forte vento che faceva muovere continuamente il galleggiante. ‘Ma in questa competizione poco conta chi è stato bravo e chi no, ciò che conta è che siamo riusciti a raccogliere fondi per una giusta causa‘. Ha dichiarato la sportiva, astro nascente del golf americano.

    L’organizzazione no profit che ha organizzato l’evento è la Intrepid Fallen Heroes, da anni impegnata nella tutela e nel sostegno degli uomini delle forze armate americane.