Ginevra, in Svizzera: cosa vedere tra il lago e i pittoreschi quartieri

da , il

    Ginevra, in Svizzera, è affacciata sull’omonimo lago: scopriamo cosa vedere in questa città cosmopolita che conquista immediatamente i suoi turisti con la sua aria romantica, grazie alla quale le è stato dato il soprannome di “piccola Parigi”. Passeggiando per Ginevra si può respirare la sua storia: città al centro degli scambi commerciali e culturali di tutta l’Europa occidentale fin dall’antichità, ha saputo rimanere neutrale di fronte a guerre e conflitti mondiali, come del resto tutta la Svizzera, e per questo è oggi una vivace città in cui si mescolano con armonia culture diverse, nonchè sede di molte organizzazioni internazionali tra cui l’Organizzazione delle Nazioni Unite. Oltre ad essere da sempre un centro culturale di prim’ordine, in cui hanno vissuto personaggi illustri come Rousseau e Voltaire, Ginevra è protagonista una fiorente economia che ha le sue basi nel turismo e nell’artigianato, con le botteghe e le industrie di cioccolato e orologi: anche per tutti questi motivi, essa è la terza città al mondo per qualità della vita.

    Un ottimo modo per iniziare una visita di Ginevra è partire dal suo centro storico, diviso in due parti dal fiume Rodano: percorrendo il Pont du Mont-Blanc si può ammirare il simbolo della città, la Jet d’Eau, una spettacolare fontana posta al centro del lago di Ginevra, il cui getto raggiunge i 140 metri di altezza. Tra i monumenti imperdibili della città vecchia ci sono la medievale Cattedrale di St Pierre, dove si può salire sulla Torre Nord per ammirare un magnifico panorama della città dall’alto, il municipio e la Maison Tavel, la più antica casa privata della città; per chi cerca un po’ di relax e una passeggiata nel verde c’è il curatissimo Jardin Anglais, dove si può ammirare il colorato orologio floreale Horloge Fleurie. Sempre all’interno del centro storico si trova il quartiere di Carouge, un caratteristico sobborgo con negozi stravaganti, caffè all’aperto e casette basse che ricordano le abitazioni sarde: qui sono imperdibili i Giardini Segreti di Carouge e la Chiesa di Sainte-Croix, in stile barocco piemontese. Un altro quartiere pittoresco di Ginevra è Les Pâquis, uno dei più animati di tutta la città, dove si può vedere uno ritratto della vita dei ginevrini: qui, tra la Rue des Pâquis e la Rue de Berne, una delle vie più cosmopolite della città, si può passeggiare scoprendo ristoranti, caffè, bistrot, negozi alla moda, ostelli, hotel e locali notturni, in un’atmosfera vivace e colorata dove non ci si annoia mai.

    Il quartiere di Cologny è invece tra i più esclusivi di Ginevra, dove da sempre risiedono le persone più ricche e famose: da qui si possono vedere spettacolari panorami sul lago, si può fare una passeggiata sulla spiaggia e si possono visitare la Fondazione Martin Bodmer, una biblioteca privata che custodisce i 22 Papiri Bodmer, che contengono frammenti del Vecchio e del Nuovo Testamento, e la Villa Diodati, che nel corso dei secoli ha ospitato importanti artisti tra cui Lord Byron, John Polidori e Mary Shelley. Durante una rilassante passeggiata sul lungo lago, non perdetevi una sosta all’imbarcadero di Bains des Pâquis, dal quale si può ammirare il Monte Bianco gustando una prelibata cioccolata calda; la sera invece, non mancate di assistere a uno dei numerosi spettacoli che si tengono nel Bâtiment des Forces Motrices, un ex impianto idroelettrico che è diventato un centro culturale di prim’ordine, dove si tengono spettacoli teatrali, musical, concerti e cabaret. Se tutto ciò non bastasse per convincervi a visitare Ginevra nel vostro prossimo viaggio, ecco cinque motivi per scegliere la piccola metropoli, tra cui shopping, divertimento assicurato e efficienti mezzi di trasporto.