Dove andare ad Halloween in Italia per un weekend di paura

da , il

    Luoghi spettrali in Italia

    FOTO DI DAVIDE FOLLONI

    Da diversi anni ormai, anche nel Bel Paese, si festeggia la notte del diavolo: come accade in America, ci si traveste da zombie, streghe o vampiri e si invadono le strade, i locali e le discoteche della propria città. Avete già pensato dove andare ad Halloween in Italia? Se avete stomaci forti e avete il gusto del brivido, per un vero week end di paura, lasciate per una volta perdere feste ed eventi ed avventuratevi nei luoghi più oscuri del nostro paese. Scoprite la nostra top five dei luoghi più spaventosi da visitare ad Halloween!

    ISOLA DI POVEGLIA

    Isola di Poveglia – Venezia

    Nella spettacolare laguna di Venezia pare si trovi il luogo più infestato di fantasmi non solo del Bel Paese, ma del mondo intero! Stiamo parlando dell’Isola di Poveglia, detta anche Isola della Follia e Inferno. E’ una piccola isola, sempre avvolta da una fitta aura spettrale, che si trova defilata rispetto alle bellezze architettoniche di Venezia, ma nonostante questo, non ha mai smesso di suscitare curiosità. Molto del suo fascino è certamente da attribuire al suo passato spaventoso: Poveglia, infatti, inizialmente fu il luogo di raccolta dei malati di peste, un’enorme isola di quarantena a cielo aperto. Successivamente, nel 1922, fu trasformata in un ospedale psichiatrico, dove si racconta successero fatti inenarrabili: un medico pazzo pare che infliggesse torture feroci ai malati e praticasse addirittura la lobotomia. Qui, le anime degli appestati, dei torturati, dei pazzi sono certamente pronte a tornare, almeno per una notte, quella di Halloween, per vendicare le loro ingiuste e terribili morti. Teoricamente Poveglia non sarebbe visitabile, ma esistono traghettatori privati, che sotto doverosa ricompensa, sono pronti a condurvi in quello che si prospetta un vero viaggio del terrore.

    Ca' delle anime di Voltri

    Cà delle Anime – Voltri

    E tra i grandi classici di Halloween, non poteva mancare Ca’ Foscari, in quel di Voltri. Ormai quasi tutti hanno sentito parlare, almeno una volta, di questa antica locanda dalla storia decisamente agghiacciante. Si racconta che a Ca’ Foscari ci fossero dei proprietari per nulla ospitali…. pare infatti che avessero il vizietto di uccidere i loro clienti. E il loro modus operandi era davvero impressionante: le stanze della locanda erano dotate di soffitti mobili, pronti a schiacciare i malcapitati, nel bel mezzo del sonno. Una volta che il cliente era morto, i proprietari passavano al saccheggio dei suoi beni, per poi procedere con la sepoltura del corpo in una fossa comune. Ancora oggi nessuno sa cosa ci sia di vero in questa leggenda, ma sono in molti a raccontare di aver visto i fantasmi dei poveri viandanti uccisi vagare per le stanze. E c’è chi racconta anche di oggetti in movimento….qualunque sia la verità, se per Halloween siete in cerca di emozioni forti, questo è il posto che fa per voi!

    Bosco di Mezzomerico.

    Bosco di Mezzomerico

    Se ad Halloween non vi spaventa l’eventualità del brutto tempo, allora potete optare per le zone boschive che circondano il comune di Mezzomerico. Si racconta che da queste parti, intorno al XVII secolo, si siano nascoste diverse streghe. Il Comune custodisce anche alcuni documenti dell’epoca, in cui sono trascritte le testimonianze di molti cittadini che raccontano di aver assistito a scene spaventose di Sabba, in cui un orribile bestia nera (il diavolo) incitava le donne a partecipare all’orgia infernale. Da queste parti il Tribunale dell’Inquisizione fu di una ferocia inenarrabile. Anche in tempi recenti, nel buio di questi boschi, si sono svolti numerosi rituali satanici, come testimoniano diversi articoli di testate locali. Se avete coraggio da vendere, qui, ad Halloween, di sicuro non avrete tempo per annoiarvi.

    Manicomio di Mombello - Limbiate

    Manicomio di Mombello – Limbiate

    FOTO DI MATTEO PACIOTTI

    Nella notte più folle dell’anno, in cui si apre il varco delle tenebre e tutte le creature dell’oscurità si uniscono a noi umani, il posto ideale in cui rifugiarsi è senza dubbio il Manicomio di Mombello. Nonostante sia stato chiuso definitivamente nel 1999 e da allora versi in condizioni sempre di maggior degrado, è tuttora molto conosciuto e apprezzato, soprattutto dagli amanti del mistero e dei luoghi abbandonati. Appollaiato su una piccola collina nei pressi di Limbiate, in provincia di Monza e Brianza, fu trasformato in un manicomio su progetto dell’architetto Francesco Croce: aprì ufficialmente i battenti nel 1867, inizialmente come succursale di un vecchio ricovero milanese, ormai insufficiente. In breve divenne ‘Il colosso dei manicomi italiani’. Ancora oggi, passeggiando tra le stanze diroccate, è possibile trovare cartelle cliniche dei pazienti internati e la cosa che fa più rabbrividire sono le vecchie definizioni delle varie patologie mentali. Capita poi di imbattersi in piccoli effetti personali dei malati, anche bambole o giocattoli, perché qui vennero rinchiusi anche i bambini. Ufficialmente non è possibile introdursi nella struttura, ovviamente la responsabilità è tutta vostra, noi vi consigliamo di fare attenzione, perché già normalmente pare sia abitato da fantasmi….nella notte di Halloween, poi, tutto può accadere.

    Triora

    Triora – Imperia

    FOTO DI CHRIS FREWIN

    Nella top five delle mete imperdibili per un Halloween 2015 da brivido, non poteva certo mancare Triora. Si tratta di un meraviglioso borgo medievale abbarbicato sulle alture della Vale Argentina, nei pressi di Arma di Taggia, in provincia di Imperia. La sua bellezza è velata da un’atmosfera oscura e a tratti inquietante. Triora, infatti, intorno al 1500, è stata il macabro scenario della Santa Inquisizione e i suoi abitanti (prevalentemente donne) sono state vittime di una vera e propria caccia alle streghe con tanto di processi ed esecuzioni al rogo. Nonostante tutto ciò, la meravigliosa natura in cui è immersa, le antiche strutture, i viali acciottolati e l’antica piazza del mercato, rendono ancora oggi Triora un borgo incantato, tanto che è stato inserito nel circuito dei borghi più belli d’Italia. E come potete ben immaginare, da queste parti, i fantasmi delle donne uccise ingiustamente, e le fate dei boschi popolano continuamente Triora. Nessun posto può essere migliore per trascorrere un Halloween a diretto contatto con l’altro mondo.