Diving in Italia, sì ma dove? Queste 6 mete sono qualcosa di straordinario: fondali pazzeschi

Amanti delle immersioni, eccovi 6 mete fantastiche dove fare diving in Italia, da nord a sud dello Stivale.

Diving in Italia
Diving in Italia – viaggi.nanopress.it

Ormai è assodato: la nostra bella Italia è la destinazione sempre più scelta per trascorrere le vacanze, specie d’estate. Le sue bellezze note in tutto il mondo sembrerebbero però non limitarsi solo alle meraviglie presenti “a terra”: anche sotto il livello del mare lo spettacolo è garantito.

Ecco perché è anche meta prediletta per chi ama le immersioni. Se anche voi siete appassionati, segnatevi queste 6 mete dove fare diving in Italia.

Diving in Italia: Isole Tremiti, Foggia

Le isole dell’Arcipelago delle Isole Tremiti, nel Mar Adriatico, sono i posti perfetti dove programmare le vostre immersioni. Le aree segnalate sono circa 50, ma i punti preferiti dagli amanti del diving sono lo Scoglio dell’Elefante, Secca di Punta Secca, Scoglio del Corvo e Punta Secca.

Il primo punto di immersione è adatto anche a chi è alle prime armi per via della poca difficoltà del percorso.

Il secondo punto è un sito pieno zeppo di vita marina. Lungo la dorsale della secca si trovano due archi naturali tra i quali vivono Coralli Neri, Aragoste, Ricciole, Cernie e molti altri esemplari.

Il terzo sito ospita Spugne e distese di Alcionari che tappezzano quasi totalmente i fondali marini.

Anche l’ultimo punto, infine, è ricco di vita grazie alle correnti marine.

Diving in Italia
Diving in Italia – viaggi.nanopress.it

Secca delle Formiche, Napoli

Un altro paradiso sommerso è la Secca delle Formiche, a metà strada tra Ischia e l’isolotto di Vivara. Questa zona fa parte di un’area marina protetta e si sviluppa tra i dieci e i venti metri di profondità. Un posto straordinario dove la biodiversità regna sovrana: murene, gorgonie, scorfani e talvolta anche delfini.

Grazie ai suoi fondali unici, alle grotte marine e ai colori meravigliosi quella di Secca delle Formiche è considerata l’immersione più bella del Mediterraneo.

Diving in Italia: Capo Mortola, Imperia

Capo Mortola è un bellissimo promontorio roccioso al confine con la Francia famoso per i suoi ricchi giardini botanici e per gli appassionati di immersioni. I suoi fondali sono infatti unici grazie alla presenza di una sorgente d’acqua dolce che si mescola a quella salata del mare; qui vivono Spugne e bellissime Gorgonie rosse.

Ma non solo. Una volta scesi a 34 metri circa di profondità si ha la possibilità di avvistare l’Elicottero, un relitto ben conservato dell’elicottero militare inglese Gazelle.

Isola di Ustica, Palermo

L’isola di Ustica, in Sicilia, è un’altra ottima area dove praticare immersioni subacquee davvero indimenticabili. Tra queste splendide acque a due passi da Palermo si trovano in particolare i Barracuda, ma anche Ricciole e Cernie. I siti d’immersione più apprezzati di quest’area marina protetta sono lo Scoglio del Medico, la Secca della Colombara e Punta Galera.

Diving Ustica
Diving Ustica – viaggi.nanopress.it

Diving in Italia: Aci Trezza, Catania

Sempre in Sicilia, sta volta ad Aci Trezza, in provincia di Catania, è possibile immergersi nelle acque splendide di ben 12 punti di diversa difficoltà per andare alla scoperta dell’Etna sommersa. Questo tratto di costa infatti è di origine vulcanica, formatasi circa 500 mila anni fa a causa delle eruzioni primordiali del Vulcano Etna.

Immergersi in uno di questi siti è un’esperienza straordinaria che vi permetterà di scoprire colate laviche sottomarine, montagne basaltiche e paesaggi unici.

Lo Stazzu, Sassari

Infine, in Sardegna tra Castelsardo e Porto Leccio si trova Lo Stazzu, una meravigliosa zona di immersioni caratterizzata da un canyon dove pullula una grande biodiversità ricca di colori variopinti. L’area prende il nome dall’omonima capanna di un pastore che segnala la zona in questione. Qui nuotano aragoste, polpi, murene e la Pinna Nobilis, il più grande mollusco del mondo.