Cosa portare in campeggio in tenda, al mare e in montagna

[multipage]

Camping

L’estate è ufficialmente arrivata: avete deciso per una volta di abbandonare la classica vacanza in albergo o villaggio, per darvi all’avventura? Se non siete esperti, è importante sapere cosa portare in campeggio, in tenda, per rendere la vostra vacanza rocambolesca al punto giusto. Evitate l’improvvisazione, rischiereste di trasformare il vostro viaggio in un incubo! Che abbiate scelto il campeggio in montagna, oppure al mare, scoprite tutto quello che c’è da sapere, per avventurarsi in sicurezza alla scoperta delle meraviglie della natura.[/multipage]

[multipage]Cosa portare in campeggio in tenda

Campeggio in tenda

Per vivere un’autentica vacanza in campeggio, abbandonate l’idea di affittare un bungalow, le esperienze più spettacolari si vivono in tenda! Quindi dopo aver acquistato una tenda delle dimensioni idonee per la vostra famiglia, vediamo tutto l’indispensabile, per vivere al meglio la vostra vacanza all’aria aperta. Bisogna partire dall’assunto che i campeggi non sono certo ospitali come un hotel o come un appartamento, molti comfort vengono a mancare, tuttavia sono ampiamente ricompensati dalla vista di paesaggi incantevoli e dalla presenza di tanti piccoli animali che girano nei dintorni. Laghi, mari e montagne saranno la vostra fantastica cornice naturale, per tutta la durata della vacanza. 

Ma veniamo a noi. Per la notte, dovrete procurarvi un sacco a pelo e un materassino da sistemarvi sotto, così da rendere il vostro giaciglio un pochino meno rigido e decisamente meno umido. Come scegliere il sacco a pelo giusto? In commercio ormai ne esistono di ogni genere, per fare la scelta migliore è importante leggere le etichette, sulle quali sono riportate tutte le caratteristiche tecniche del prodotto. Alcuni, ad esempio, consentono di dormire a temperature molto basse, quindi saranno perfetti per la montagna, altri invece sono leggerissimi e sono quindi perfetti per un camping al mare. Per quanto riguarda invece il materassino, tenete presente che esistono fondamentalmente due modelli: i cosiddetti materassini di espano (di poliuretano espanso), leggeri e robusti; e quelli gonfiabili, più economici ma decisamente meno pratici. 

Tra gli accessori indispensabili per la notte c’è senz’altro la benda per gli occhi, irrinunciabile per chi non sopporta la luce mentre dorme; e naturalmente il cuscino, per chi non riesce a fare a meno del proprio, nemmeno in vacanza e anche per chi magari soffre di problemi al collo. 

Per quanto riguarda il necessario per preparare da mangiare, la prima cosa in assoluto da acquistare è il fornello da campeggio. Indispensabile anche una borraccia che sappia mantenere il fresco, un numero sufficiente di posate (anche di plastica dura, non usa e getta), bicchieri e piatti. Tovaglioli in quantità, una tovaglia facilmente lavabile, massimo due pentole in acciaio di forme adattabili alla preparazione di diverse pietanze, un apribottiglie, un apriscatole, un cavatappi e una forbice. Non dimenticate poi il tavolino richiudibile, qualche sedia, lampade a gancio, un filo per stendere e un paio di detersivi, uno per lavare tutte le stoviglie e uno per lavare i panni. 

Per quanto riguarda invece, l’igiene personale, cercate di portare l’indispensabile: un gel doccia, uno shampoo, una crema con protezione solare e una dopo sole, spazzola e phon. 

Vale anche la pena portare un piccolo kit di farmaci per le classiche emergenze da vacanza (a meno che non abbiate problemi specifici di salute): cerotti, disinfettante, antizanzare, un farmaco per abbassare la febbre e uno contro la dissenteria.[/multipage]

[multipage]Cosa portare in campeggio in montagna

Campeggio in montagna

Non avete mai fatto una vacanza in campeggio in montagna? E’ arrivato il momento di prenderla in considerazione! Il primo problema da risolvere il montagna è il freddo. Innanzitutto acquistate un saccoletto della misura corretta: la dimensione è un dettaglio fondamentale per raggiungere una temperatura di comfort adatta alle vostre esigenze. Non dimenticate di portare con voi l’intimo di lana merinos, che oltre a essere molto calda, è anche anti-odore! Infine acquistate un sacco lenzuolo in seta: è capace di regalarvi qualche grado in più, oltre a una piacevole sensazione di comfort, grazie alla sua texture. Non dimenticate poi gli ombrelli e un capospalla tecnico, waterproof e anti vento, per sentirvi caldi e asciutti con qualsiasi condizione atmosferica. Infine ricordate di portare con voi scarpe robuste e chiuse fino alla caviglia, in maniera tale da ridurre il rischio di essere morsi da una vipera.[/multipage]

[multipage]Cosa portare in campeggio al mare

Campeggio al mare

Siete appassionati di mare e volete provare a viverlo in campeggio? E’ un’ottima scelta! Esistono posti incantevoli, vere e proprie riserve naturali, in cui fare campeggio, godendo a pieno delle meraviglie del posto. Cosa differenzia il camping in montagna da quello al mare? Innanzitutto le temperature, per questo fate attenzione alla scelta del sacco a pelo, che dovrà essere il più leggero possibile. E non dimenticate il materassino, per non rendere il riposo notturno una tortura. Inoltre per il camping marino, è fondamentale trovare una zona d’ombra, possibilmente nel verde (magari in una pineta), per far fronte al caldo intenso delle prime ore del pomeriggio. Tra le cose essenziali per una vacanza in campeggio al mare c’è la crema solare: acquistatene e mettetene in abbondanza. Ricordate la scorta d’acqua e nel limite del possibile, acquistate tanta frutta, per arginare il rischio disidratazione.[/multipage]

[multipage]Cosa portare in campeggio da mangiare

Cibo

Cosa portare da mangiare in tenda? Innanzitutto, prima ancora del cibo, dovete essere sicuri di avere sempre con voi una scorta sufficiente di acqua. Soprattutto se si tratta di una vacanza estiva, l’acqua non deve mai mancare, la disidratazione per la prolungata esposizione al sole è sempre in agguato! Inoltre, l’acqua in campeggio diventa necessaria anche per cucinare, talvolta per sciacquarsi le mani o il viso, in assenza di bagni nelle immediate vicinanze. L’acqua, dunque, è la vera linfa vitale di una vacanza in campeggio! Ma passiamo al cibo. Per sopperire alle situazioni di emergenza, non dimenticate di portare con voi un po’ di cibo in scatola, come ad esempio il tonno, le verdure, ma anche le insalate confezionate. Non dimenticate i pelati per preparare del buon sugo, i condimenti indispensabili, come olio, sale, pepe e zucchero. Infine se volete qualche consiglio su semplici piatti da preparare in campeggio, eccovi serviti: insalatona di riso, cous cous, straccetti di pollo al limone, insalata wurstel e patate, uova sode e verdure, insalata di pollo e pasta fresca con ingredienti a volontà.[/multipage]

[multipage]Cosa portare in campeggio con i bambini

Campeggio con bimbi

Avete dei figli e non siete sicuri che una vacanza in campeggio possa essere adatta anche a loro? Niente di più sbagliato! Innanzitutto, i bambini si sentono decisamente più a proprio agio immersi nella natura, dove possono scorrazzare liberamente, magari incontrando nuovi animali, rispetto a una microscopica stanza d’albergo. L’importante è avere qualche accorgimento in più. Scegliere un campeggio ben attrezzato, pulito, che abbia ampie zone d’ombra. In ogni caso munitevi sempre di ombrelloni, da posizionare qua e là in caso di necessità, soprattutto durante le ore più calde. Inoltre, abbiate cura di posizionare la vostra tenda non lontano dai bagni (sempre utili con dei piccoli), ma nemmeno troppo vicino (per evitare di sentire rumori di notte). Evitate anche di accostarvi a tende di giovani compagnie, sicuramente durante la notte non avranno alcuna intenzione di dormire e i vostri bambini potrebbero non riposare bene. Infine, presentare l’idea di una vacanza in campeggio ai vostri bambini come se fosse un’avventura da ‘coraggiosi’, sicuramente la curiosità e l’entusiasmo, dentro di loro, saliranno alle stelle![/multipage]