Consigli per un tour in Bolivia

da , il

    Alcuni consigli per chi volesse fare un tour in Bolivia, alla scoperta della cultura degli Inca e dei luoghi più belli del Paese andino. E’ molto importante organizzare in anticipo il viaggio in una terra difficile come quella boliviana.

    A causa della poco felice situazione economica e delle tensioni politiche e sociali che colpiscono il paese, i turisti possono ritrovarsi spesso coinvolti in scioperi spontanei, dimostrazioni, agitazioni e blocchi stradali. Ma niente paura, con un pò di attenzione, spirito di adattamento e preziosi consigli di viaggio è possibile continuare il proprio itinerario.

    Atterrando a La Paz, la capitale, già la prima particolarità: l’aeroporto boliviano di El Alto è il più alto del mondo, circa 4.000 m, e per i passeggeri che all’atterraggio avvertono scompensi respiratori esiste un’apposita stanza dotata di bombole di ossigeno.

    E per attenuare i fastidi dovuti all’altitudine l’usanza è masticare foglie di coca, che si ritrovano anche nel tipico the locale: il mate de coca.

    Ma non si può andare in Bolivia senza visitare le isole galleggianti del Lago Titicaca, dove gli abitanti vivono in tipiche case costruite con paglia.

    E’ possibile, inoltre, prenotare guide turistiche per suggestive escursioni sulle montagne per godere dell’incantevole panorama e del fascino intenso delle Ande.

    E per le strade è facile incontrare le cholitas, le donne autoctone che portano in spalla i figli avvolti nelle coloratissime coperte di lana. Impossibile resistere ai teneri sguardi dei bambini dagli occhi a mandorla scuri ed intensi!