Città della Finlandia da visitare: fresche passeggiate tra Helsinki e Oulu

da , il

    Le città della Finlandia da visitare sono sempre dinamiche ed piene di vita, e danno ai turisti la possibilità di conoscere i diversi aspetti della cultura e della vita finlandese: il periodo migliore per viaggiare, in questo caso, va da maggio a settembre, quando la temperatura è più mite, anche perchè in estate si può ammirare l’affascinante fenomeno del sole di mezzanotte. La capitale Helsinki è una città costiera, ed è il principale centro culturale, finanziario ed economico del paese pur mantenendo le sembianze di una piccola città e rimanendo a misura d’uomo: si può infatti visitare tranquillamente a piedi, ed in particolare durante il periodo estivo è molto affascinante. Passeggiare per scoprire il porto, il centro e i verdissimi parchi è molto piacevole, grazie al vento fresco che arriva dal mare, e si finisce per perdersi ad ammirare tutti i monumenti della città senza quasi accorgersene.

    Helsinki si sviluppa intorno al vecchio centro, rappresentato dalla Senaatintori, la Piazza del Senato: qui si possono ammirare la Tuomiokirkko, ovvero la cattedrale luterana eretta in onore dello zar Nicola I, il monumento in onore dello zar Alessandro II e, tra i palazzi, il Saatytalo (il palazzo degli Stati) e il Valtioneuvosto (il palazzo del Consiglio di Stato). Un’altra piazza molto importante e molto frequentata dai turisti è la Kauppatori, ovvero la Piazza del Mercato, che si affaccia sul Golfo di Finlandia ed è il centro dei quartieri meridionali della città; qui si trova un mercato al coperto in cui ci sono bancarelle dove viene cucinato dell’ottimo pesce appena pescato. Dalla piazza si scorgono le isole Suomenlinna, inserite nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che si possono raggiungere con un traghetto: qui l’attrazione principale è la fortezza, costruita dagli svedesi e successivamente conquistata dai russi. Per quanto riguarda le chiese, sono imperdibili la Temppeliaukion kirkko, una chiesa luterana scavata nella roccia, e la Uspenski, fatta di mattoni rossi e cupole dorate, che è il più grande tempio ortodosso dell’Europa occidentale.

    Un’altra città finlandese di grande interesse è Turku, prima capitale della Finlandia e città più antica del paese, che nel 2011 è stata capitale della cultura: la città ha dimensioni relativamente ridotte e per questo, come Helsinki, può essere visitata a piedi in modo da scoprire tutti i suoi aspetti più nascosti ed affascinanti; in estate poi, il lungofiume che costeggia l’Aura si anima con bar, ristoranti e locali galleggianti sempre aperti. Tra le attrattive principali di Turku ricordiamo il castello, che è il monumento storico finlandese più significativo ed ospita un museo all’interno, e la zona di Luostarinmäki, l’unica risalente al XVIII secolo rimasta in città dopo i numerosi incendi che si sono susseguiti nel corso dei secoli; qui durante l’estate si possono ammirare gli artigiani che lavorano nella antiche case di legno. Dalla costa sud-occidentale del paese, dove sorge Turku, ci spostiamo all’estremo nord per scoprire Oulu: per chi vuole ammirare il sole di mezzanotte questa città è il posto giusto, ed una visita è imprescindibile in un tour del nord della Finlandia; Oulu è conosciuta per la fiorente industria informatica, ma è anche una dinamica città studentesca che ha molto da offrire per quanto riguarda la vita notturna. La sua particolarità è si estendersi su più isole collegate da ponti pedonali: specialmente in estate, la bicicletta è il miglior mezzo di trasporto per visitare la città all’aria aperta.

    Rauma è forse la città più particolare che si può visitare in Finlandia: Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è stata collocata da quest’ultimo al primo posto tra le località protette del paese; questo non solo grazie al fatto che è costituita da coloratissimi edifici risalenti al XVIII e XIX secolo, ma anche perchè è il più grande centro costruito interamente in legno di tutti i paesi nordici. Il suo centro storico si sviluppa intorno alla vivace piazza del mercato: qui si possono ammirare antichi edifici nei quali sono stati ricavati i piccoli studi degli artigiani e diverse case adibite a museo. L’ultima città della Finlandia che scopriremo insieme è Tampere, città simbolo dell’industrializzazione finlandese e quarto centro del paese per dimensioni e abitanti: il suo centro è molto piacevole da visitare, e si estende intorno alla via principale di Hameenkatu, sulla quale si affacciano le sculture di Waino Aaltonen; essa termina nella piazza di Keskustori, la più importante della città, che si affaccia anche sul canale Tammerkoski. Specialmente in estate, non perdetevi l’opportunità di visitare Sarkanniemi, un meraviglioso parco nel quale tra l’altro si può salire su una torre panoramica che in cima ospita un ristorante posto su una piattaforma girevole. Un’altra attrattiva di Tampere è la Filatura Finlayson, un quadrilatero che ospita la Finlaysonin kirkko, una chiesa immersa nel verde, e diversi musei.