Cammino di Gerusalemme a piedi: tappe e informazioni [VIDEO]

da , il

    Tra i tanti pellegrinaggi esistenti, avete mai pensato di fare il Cammino di Gerusalemme a piedi? Forse è poco conosciuto in Italia, ma insieme al pellegrinaggio di Roma e a Santiago de Compostela, quello di Gerusalemme completava la triade dei grandi pellegrinaggi medievali, ovvero lunghissimi percorsi al termine dei quali i fedeli venivano premiati con l’indulgenza plenaria, cioè l’assoluzione da tutti i peccati.

    Settembre è il mese migliore per intraprendere il Cammino di Gerusalemme, perchè il clima è ancora caldo ma non rovente come in estate. Vediamo insieme le tappe e le informazioni necessarie.

    Di pellegrinaggi nella vecchia Europa ce ne sono molti, ma tra tutti i cammini più belli del mondo quello di Gerusalemme arriva proprio al centro della cristianità, il luogo dal quale tutto ebbe inizio. Infatti, il Cammino di Gerusalemme veniva anche classificato come Cammino di Coppe o del Graal ed era associato alla capacità di compiere miracoli.

    Il Cammino di Gerusalemme partiva per ciascun pellegrino da casa propria, anche se come punto di inizio si concorda su Roma: da qui si seguiva la Via Francigena nel sud Italia, si attraversava il mare e si proseguiva fino in Terra Santa, fino al termine ultimo del percorso, ovvero il Santo Sepolcro.

    La parte di Cammino vero e proprio è però quello che si svolge in Terra Santa: si tratta di 350 km, partendo da Acri e seguendo l’antica via dei pellegrini tra Israele e Palestina. In tutto, più o meno una ventina di giorni durante i quali si passa per Nazaret, il lago Tiberiade, il Tabor, il Monte delle Beatitudini, Gerico, Betlemme, cioè tutti i luoghi della vita di Gesù e dei suoi seguaci, raccontanti nella Bibbia e nei Vangeli. E si dorme nei monasteri, nei kibbutz, a casa di chi offre ospitalità ai pellegrini (in Terra Santa non ci sono alberghi dei pellegrini come invece succede lungo il Cammino di Santiago).

    Se avete intenzione di andare, la guida più completa (e forse anche l’unica) è quella edita a Terre di Mezzo e scritta da Paolo Giulietti: il titolo è ‘A piedi a Gerusalemme‘ ed elenca le 15 tappe del Cammino di Gerusalemme in modo chiaro e completo. Per ciascuna tappa è segnato il tempo di percorrenza, il livello di difficoltà, dove dormire e c’è una cartina dettagliata delle strade da seguire oltre a informazioni e nozioni sui luoghi che si incontrano.