Barriera corallina australiana: quando andare e cosa vedere

da , il

    La barriera corallina australiana è una delle principali attrattive turistiche del paese: quando andare per poter esplorare al meglio questo ecosistema unico al mondo? La Great Barrier Reef si estende per 2.300 chilometri lungo la costa del Queensland, nel nord est del paese: il periodo migliore per recarsi in questa zona va da giugno ad agosto, durante l’inverno australe, quando il clima diventa più fresco rispetto all’estate, che in questa regione è una stagione umida e con molte piogge. Anche l’autunno e la primavera sono dei buoni periodi per recarsi nel Queensland e in Australia in generale, poichè il queste stagioni il clima è mite quasi ovunque. Ora che sapete quando andare sulla barriera corallina, scoprite con noi quali sono le sue mete imperdibili!

    La Great Barrier Reef è la barriera corallina più grande del mondo, ha dimensioni così vaste che può essere vista dallo spazio ed è anche la più grande struttura formata da un unico organismo vivente che esista sul nostro pianeta: questo ecosistema è infatti composto da miliardi di microscopici polipi del corallo, che compongono oltre 2.900 barriera coralline singole sulle quali emergono più di 900 isole. Grazie alla sua bellezza e a queste caratteristiche uniche, la barriera corallina australiana è stata inclusa nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1981 e la sua variegata fauna marina, contraddistinta da coralli e pesci dalle mille forme, dimensioni e colori, attira ogni anno turisti da tutto il mondo che per ammirarne le meraviglie praticano le più svariate attività. Qui infatti si possono fare numerosi tipi di escursioni per tutti i gusti e per tutte le tasche, che permettono di ammirare da vicino la straordinaria biodiversità della barriera: le esperienze vanno dalle classiche immersioni alle moto d’acqua, dalla barca a vela allo snorkeling, dalle gite su barche con il fondo di vetro a quelle in semisommergibile, per arrivare a sorvolare l’area in aereo o perfino con il paracadute.

    Come è facile immaginare, la barriera corallina australiana rischia di essere vittima di sfruttamento a causa del turismo e per questo è in gran parte protetta dal Parco Marino della Grande Barriera Corallina, che vanta dei numeri impressionanti: vi abitano oltre 400 specie di coralli, più di 1.500 specie di pesci, 30 specie di balene, delfini e focene, 125 specie di squali, mante e chimere e 17 specie di serpenti di mare; inoltre qui si riproducono 6 specie di tartarughe marine e le acque della Grande Barriera Corallina sono sorvolate da oltre 175 specie di uccelli. Grazie alla sua biodiversità e allo spettacolo regalato dai suoi colori splendenti, la Grande Barriera Corallina rientra a pieno titolo tra le mete da visitare assolutamente in Australia, insieme a Sydney e al monolito sacro di Ayers Rock.

    Per esplorare e vivere la barriera corallina australiana si parte dalle città costiere del Queensland come Mission Beach, punto di accesso alla Great Barrier Reef: questa tranquilla località regala ai suoi visitatori 14 chilometri di spiagge dalla sabbia dorata che si affacciano sulle acque turchesi del Mar dei Coralli; alle loro spalle si estende la lussureggiante foresta pluviale tropicale, un’altra meraviglia naturale della regione che contribuisce a creare un ambiente naturale unico, dal fascino senza eguali. Un’altra località da visitare sulla costa è Airlie Beach, un villaggio caratterizzato da palme, verdi parchi affacciati sull’acqua e caratteristici ristoranti dove cenare all’aperto; qui la vita scorre tranquilla e rilassata e se tra un bagno e l’altro volete fare un’escursione non c’è cosa migliore che visitare le isole Withsunday. Questo arcipelago, formato da 74 isole che si estendono lungo la porzione settentrionale della barriera corallina australiana, è adatto per chi cerca un paradiso tropicale in cui rilassarsi e rifugiarsi: qui potrete prendere il sole su spiagge bianche bagnate da acque cristalline o riposare all’ombra delle palme, immersi in una natura incontaminata dalla bellezza straordinaria.

    Un altro paradiso tropicale da non perdere è la Magnetic Island: situata poco lontano dalle coste di Townsville, è il luogo perfetto per rilassarsi su spiagge tranquille e incontaminate e avvistare la fauna selvatica; inoltre quest’isola costituisce un facile punto di accesso alla barriera corallina.Per chi vuole immergersi nella natura più selvaggia un’altra imperdibile destinazione è Hervey Bay: questo paradiso incontaminato situato 300 chilometri a nord di Brisbane è uno dei luoghi migliori di tutta l’Australia per immergersi nella natura e nelle sue acque tranquille si possono praticare numerosi sport acquatici.