Assurda scoperta in natura, dopo 3500 anni riappare una specie creduta estinta

Una scoperta in natura davvero incredibile quella emersa all’interno di una cava abbandonata, con il ritrovamento di resti di animale che si pensava estinto ormai da molti anni.

Scoperto animale creduto estinto
Scoperto animale creduto estinto – viaggi.nanopress.it

L’estate, talvolta, è anche il tempo in cui si riesce a fare ciò che solitamente durante il corso dell’anno non si fa, come andare a trovare quell’amico che non si vede da un po’, mettere le basi per un nuovo progetto, concedersi qualche sfizio in più, ma anche per chi svolge particolari lavori ed approfitta del clima per addentrarsi in nuove avventure. Questo capita spesso, soprattutto, quando si ha a che fare con l’ambiente, con mansioni che portano ad avere un contatto diretto con elementi naturali come terra, mare, alberi e così via. Ecco, forse, perché l’incredibile scoperta che stiamo per raccontarvi è capitata proprio in questo periodo dell’anno.

Incredibile scoperta in natura, spunta un animale estinto

resti di animale
Resti di animale, scoperta in natura viaggi.nanopress.it

Partiamo dall’inizio, ovvero dalle ricerche condotte dal professor Gabriele Martinucci dell’Associazione Apuane Libere. Proprio Martinucci ha coordinato le ricerche che dopo un tempo piuttosto lungo ha condotto a questo ritrovamento. Nello specifico si tratta di un animale che si credeva estinto da circa due lustri e che invece, a quanto pare, è ancora in vita. In una cava abbandonata del centro Italia si è scoperto un suo sito riproduttivo, scelto da un’intera colonia per mettere le basi approfittando sia della tranquillità sia della presenza dell’acqua. Proprio l’acqua è un elemento essenziale per questa specie. Da sottolineare, poi, come il ritrovamento risalga ad un periodo non esattamente definito tra la primavera 2021 e la primavera 2022, non è facilmente intuibile il motivo per cui tale ricerca sia stata rivelata solo ora.

Ecco il Tritone Alpestre Toscano

Entrando ancor più nel dettaglio l’animale in questione viene appellato Tritone Alpestre Toscano. Il team di Martinucci si è ritrovato in una cava di Fivizzano, una località in provincia di Massa Carrara e tra uno spostamento e l’altro, un’analisi e l’altra, si è trovato di fronte proprio ad una intera colonia di questa specie. Di quest’anfibio si erano perse le tracce circa dieci anni fa, ritrovarlo è stato davvero un inaspettato colpo di scena.

Le necessità di quest’animale lo portano ad avere bisogno di specchi d’acqua e bacini senza pesci per poter sopravvivere. Ecco, dunque, il perché di questa cava, proprio qui la specie di tritone ha ritrovato il suo habitat ideale per potersi nutrire e per poter resistere alle temperature esterne dell’ecosistema. Non solo, è stato capace anche di riprodursi tanto da riuscire a dare origine ad un’intera colonia.

Tale scoperta acquisisce maggior valore poiché quest’anfibio era già stato ricreato in laboratorio senza il bisogno distinto di respirare, fin quando i ricercatori si sono ritrovati di fronte all’esemplare vivo e vegeto, sbalorditi quanto basta per credere che la natura abbia giocato loro un altro scherzetto.