Allarme dagli esperti, addio alle mucche di mare: ecco perché è stato dichiarato estinto

Una serie di studi e ricerche condotte in Cina ha portato a galla una triste verità: i dugonghi, conosciuti anche come mucche di mare, sono stati dichiarati “funzionalmente estinti”. 

Addio mucche di mare
Addio mucche di mare – viaggi.nanopress.it

L’ultimo avvistamento risale addirittura al 2008: dopo alcune ricerche condotte sulle coste cinesi grazie a osservazioni durate anni, gli esperti e gli studiosi hanno dichiarato “funzionalmente estinti” i dugonghi. Ma di che animali si tratta?

I dugonghi, conosciuti anche come mucche di mare, sono grandi mammiferi che appartengono all’ordine dei Sirenidi. Possono raggiungere dimensioni davvero notevoli: fino a tre metri di lunghezza con un peso che varia tra i quattrocento e i cinquecento chilogrammi.

Si tratta di una specie che, già a partire dagli anni Settanta, ha iniziato a veder diminuire i suoi esemplari. Le cause sono diverse e risiedono in alcune attività svolte dall’essere umano che hanno avuto un impatto fortemente distruttivo sulla specie facendola pian piano sparire dalle coste cinesi.

Dugongo
Dugongo – viaggi.nanopress.it 

È di fatti dal 2008 che non viene avvistato un dugongo sulle coste della Cina: ecco perché, dopo quattordici anni e molte ricerche approfondite, la specie è stata dichiarata “funzionalmente estinta”.

Studio sull’estinzione del dugongo

Gli studi nell’ambito sono stati diversi ma la ricerca che ha portato alla conclusione più triste, cioè a dichiarare la loro estinzione funzionale, è stata guidata dall’Istituto di Zoologia della Zoological Society di Londra. A essere coinvolto, un team internazionale di studiosi e scienziati che ha collaborato insieme agli esperti del Marine Mammal and Marine Bioacoustics LaboratoryInstitute of Deep-Sea Science and Engineering dell’Accademia Cinese delle Scienze. E non solo: tra i partecipanti appaiono anche gli scienziati del Center for Ocean Mega-Science e del Dipartimento di Ecologia della Scuola di BiologiaUniversità Aristotele Thessalonica in Grecia. 

Dugongo
Dugongo – viaggi.nanopress.it

Una parte delle ricerche si è concentrata su quelle che sono le fonti quindi, sull’esperienza dei pescatori che lavorano quotidianamente nelle acque delle coste cinesi: nell’indagine sono state coinvolte quasi settanta province della Cina. Dalle varie interviste è purtroppo emerso che gli ultimi avvistamenti dell’animale marino risalgono tutti al 2008.

Conseguenze della scomparsa del dugongo

“La probabile scomparsa del dugongo in cina è una perdita devastante”.

Secondo le dichiarazioni degli scienziati infatti, la sparizione del dugongo avrà un effetto a catena sulle funzioni dell’ecosistema; oltre a ciò, rappresenta un segnale che dobbiamo cogliere urgentemente e che ci dice che l’estinzione di una specie può avvenire prima che vengano adottate misure di conservazione a tutela della stessa. Ma quindi, il dugongo si è estinto?

Dugongo
Dugongo – viaggi.nanopress.it

La risposta è “no” però merita una spiegazione. La specie dei dugonghi è stata dichiarata dagli scienziati “funzionalmente estinta” in Cina: cosa vuol dire?
Ciò significa che il dugongo non ha più un ruolo determinante all’interno del proprio ecosistema. Infatti, per estinzione funzionale s’intende il fenomeno per cui una specie non abbia funzioni importanti all’interno dell’ecosistema in cui vive.
Se ricordate, avvenne lo stesso con i koala in Australia nel 2019 quando anch’essi furono dichiarati funzionalmente estinti. Ad oggi la specie dei dugonghi è stata classificata come “vulnerabile” (codice VU) nella Lista Rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

Per concludere, no: il dugongo non si è estinto. E sì, ci vorranno ancora alcuni anni prima che questo accada. Però dobbiamo essere consapevoli che la strada intrapresa dal nostro pianeta (non di certo per sua volontà ma per causa delle attività dell’essere umano, insostenibili per gli ecosistemi terrestri) condurrà all’estinzione di diverse specie: l’unico modo di evitare che ciò accada è darci da fare per tutelare il nostro pianeta ed iniziare a farlo ora.