Agra, in India: cosa vedere tra il magico Taj Mahal e il Forte Rosso

da , il

    Agra, in India, è una città piena di sorprese: cosa vedere in questa metropoli vivace e colorata? Il suo monumento più famoso, conosciuto in tutto il mondo e Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è senz’altro il Taj Mahal, che è diventato il simbolo non solo della città, ma di tutta l’India: questo imponente mausoleo moghul fu fatto erigere dall’imperatore Shah Jahan per ricordare l’amata moglie Mumtaz Mahal, morta di parto nel 1631; il Taj Mahal è diventato così anche un monumento all’amore eterno, e grazie alla sua bellezza ed unicità è visitato ogni anno da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. La sua costruzione ha impiegato più di 20 anni e oltre 20.000 operai provenienti da tutta l’India, ma questa fatica è stata premiata nel migliore dei modi: il monumento, per il suo fascino magnetico e il suo raffinato gusto architettonico, è infatti stato inserito nelle sette meraviglie del mondo moderno.

    Anche se il Taj Mahal è la principale attrattiva della città, e spesso i turisti vi si recano con escursioni giornaliere dalla capitale Nuova Dehli, in città ci sono molte altre mete turistiche che valgono una visita più approfondita. Primo fra tutti è un altro monumento simbolo di Agra, il Forte Rosso: situato sulle sponde del fiume Yamuna, che bagna la città, era inizialmente una fortezza militare, ma fu poi trasformato in un complesso residenziale dall’imperatore Shah Jahan; quello che colpisce maggiormente è la sua imponente doppia cinta muraria circolare, che si eleva per 20 metri di altezza e nei suoi 2 chilometri di circonferenza contiene una piccola città nella città, con preziosissime testimonianze del passato tra cui moschee e sontuosi palazzi. Tra questi monumenti ricordiamo l’imperdibile Moschea delle Perle, considerata una delle più belle di tutta l’India per le sue pareti in marmo bianco. Imperdibile è anche una visita al vivacissimo mercato di Agra, che con i suoi profumi, la sua confusione, i suoi prodotti tipici e i suoi colori è il centro nevralgico della vita cittadina: la sua vitalità vi conquisterà, ed inoltre qui potrete fare anche ottimi affari, specie sul pregiato artigianato locale.

    Anche il fiume Yamuna rappresenta una meta affascinante, specialmente in corrispondenza del Taj Mahal, dove all’alba assume il colore dei riflessi dorati e aranciati del sole: considerato uno dei sette fiumi sacri dell’India, deve il suo nome alla alla dea Yamusa, ed è il secondo fiume più importante dopo il Gange. Tornando ai monumenti, sempre all’interno delle mura del Forte Rosso si trova lo splendido Palazzo di Jahangir, un armonioso miscuglio di stili architettonici induisti e centro-asiatici. All’interno delle mura si possono ammirare anche la Diwan-i-Am e la Diwan-i-Khas, rispettivamente la Sala della Udienze Pubbliche e la Sala delle Udienze Private di Shah Jahan; poco distante si trova la Musamman Burj, una splendida torre ottagonale dove tra l’altro morì proprio Shah Jahan dopo anni di prigionia. Altri edifici che valgono una visita sono lo Shish Mahal, o Palazzo degli Specchi, nelle cui mura sono incastonati migliaia di piccoli specchi, e il Khas Mahal, un palazzo privato in marmo bianco che ha di fronte il rigoglioso Anguri Bagh, il Giardino della Vita. Grazie a tutti i suoi affascinanti e preziosi monumenti e alla vivacità tipica delle città indiane, Agra è una meta perfetta per chi effettua un tour dell’India del nord, che comprende anche le splendide città di Pushkar, Jaipur e Varanasi.