La pizza migliore del mondo? E’ francese, ma il resto del podio è italiano

La pizza migliore del mondo? E' francese, ma il resto del podio rimane in Italia. La Briscola di Milano è invece la migliore pizzeria italiana.

da , il

    Pizza

    Si è da poco conclusa a Parma la 25edizione del Campionato Mondiale della pizza, nel quale hanno gareggiato 650 partecipanti, provenienti da 35 diverse nazioni: a conquistare la vetta della classifica non è stato un italiano, bensì un francese. La Pizzeria ‘Le gusto pizza’ di Ludovic Bicchierai è la migliore del mondo: se volete provarla, dovrete recarvi a Sausset Les Pins, in Provenza.

    A convincere la giuria è stata la scelta di Ludovic Bicchierai di presentare una pizza innovativa, ovvero un disco di pasta rivestito da un manto impalpabile di pomodoro e impreziosito con mozzarella, tartare di orata, gamberi e fiori di zucchine. A fare la differenza sono stati non solo gli ingredienti, ma anche l’aspetto finale della pietanza.

    Un vero e proprio colpo basso all’Italia, patria della pizza, ma bando allo sconforto, perché il resto del podio è finito tutto nelle mani del Bel Paese. Vediamo chi ha avuto la meglio, nel ricco mondo delle pizzerie disseminate in ogni parte dello Stivale.

    Pizzart – Siracusa

    Dalla Francia alla Sicilia: a vincere la medaglia d’argento, è la pizzeria di Siracusa, Pizzart di Alfio Russo. Qui le pizze vengono preparate con grande cura e attenzione, inoltre gli ingredienti sono genuini e rigorosamente di prima qualità, dalle farine con germe di grano all’olio extra vergine d’oliva siciliano, passando per la vera polpa di pomodoro. L’impasto viene sottoposto a una lievitazione intensiva di 24/48 ore, così da rendere la pizza gustosa, ma mai pesante.

    Mystic Pizza – Ragusa

    La medaglia di bronzo rimane sempre in Sicilia, a Ragusa, dove si trova la pizzeria Mystic Pizza di Nicolò Cusumano. Qui, ogni giorno, vengono sfornate decine di pizze tradizionali, croccanti e gustose. E’ anche possibile riceverle comodamente a casa, con una semplice telefonata. Il menù cambia continuamente, perché rispecchia i tempi della natura, infatti ogni pizza è arricchita di prodotti della stagione. Infine, grande attenzione è rivolta alle nuove necessità dei clienti: è possibile trovare infatti pizze senza glutine e pizze preparate con farina biologica 100% bio.

    La Briscola – Milano

    Nella sezione dedicata alle migliori pizzerie italiane, a conquistare la vetta è stata la ‘Briscola’ di Milano, battendo con più di 5mila voti, la ‘Sardasalata’ di Licata in provincia di Agrigento che ha ottenuto la medaglia d’argento, e la ‘Caruso’ in provincia di Novara, che ha vinto la medaglia di bronzo. I fondatori della Briscola di Via Fogazzaro, hanno confidato: ‘La nostra pizza è realizzata con un mix di farine Dallagiovanna, che compongono un impasto lievitato almeno 24 ore ed è disponibile nei formati classica e pizzine, da condividere’. Ecco invece quali sono le migliori pizzerie secondo il Gambero Rosso.