Come fare a dormire in aereo? 8 trucchi che vi cambieranno la vita

Dopo avere letto questi consigli i viaggi insonni saranno solo un cattivo ricordo

da , il

    Dormire in aereo

    FOTO DI NIKOS KOUTOULAS

    Tutte le volte che fai un viaggio in aereo, arrivi distrutto perché non riesci mai a riposarti? Passi tutto il tempo sperando di riuscire ad addormentarti, ma finisce che arriva la fine del tragitto e sei ancora lì che cerchi la posizione giusta? Ecco come fare a dormire in aereo, scopri 8 trucchi che ti cambieranno la vita. I viaggi insonni saranno solo un cattivo ricordo!

    Scegli il posto a sedere

    Scegli il posto a sedere

    Se ne hai la possibilità economica, opta per una classe business, qui starai sicuramente meglio che in classe turistica, dove potresti trovarti di fianco a un bambino che strilla, oppure a una comitiva di ragazzini che hanno tutta l’intenzione di cantare a scuarciagola per l’intera durata del viaggio. Se invece non hai alternativa, cerca almeno di prendere un posto vicino al finestrino, così non dovrai alzarti continuamente per far uscire il tuo vicino.

    abbigliamento comodo

    Indossa abbigliamento comodo

    Se il viaggio è lungo e il tuo obiettivo è dormire, ti consigliamo di indossare un abbigliamento molto comodo, magari non il pigiama, ma una tuta o dei pantaloni morbidi e delle scarpe da ginnastica sono un obbligo. Prova a immaginare di passare dieci ore seduto, con dei jeans rigidi e stretti….arriveresti alla fine con una colica addominale!

    Chiacchierone-in-aereo

    Evita i chiacchieroni

    Se viaggi spesso dovresti saperlo bene: con i chiacchieroni bisogna lavorare d’anticipo e far subito capire loro che hai intenzione di riposare e dormire, non certo di trascorrere ore ad ascoltare la loro vita rocambolesca (pare abbiano sempre una vita piena di avventure). Come fare? Ci sono diversi metodi, ad esempio mettiti a leggere con il libro praticamente in faccia, mettiti le cuffie, anche senze ascoltare realmente musica. Se si tratta di un chiacchierone multiresistente, fingiti straniero!

    Non guardare film

    Non guardare film

    La tv non a tutti produce lo stesso effetto, ma se sei tra quelli che se guardano un film non chiudono più occhio, va da sé che devi lasciare perdere! Ad alcuni infatti, la sola luce dello schermo basta a ritardare il sonno. In questo caso ricordati di portare con te una mascherina per coprire gli occhi, almeno non avrai alcuna luce che ti disturberà il sonno.

    Evitare bevande con caffeina

    Evita bevande alla caffeina

    Molti studi hanno confermato che qualsiasi bevanda contenente caffeina o anche minime dosi di alcool, può alterare il meccanismo del sonno. Al contrario, per agevolarlo, puoi gustarti qualche tisana rilassante o una semplice camomilla.

    Portare il cuscino

    Non dimenticare mai il cuscino

    Il cuscino indubbiamente occupa spazio in valigia, tuttavia non è una di quelle cose a cui si può rinunciare. Nel momento in cui dovrai dormire, te ne pentirai amaramente se non l’avrai portato con te! Oggi poi, ne esistono di gonfiabili, richiudibili, compatti, ipertecnologici, anticervicale, insomma il cuscino è il vero amico dell’uomo….in aereo.

    Come dormire

    Scopri le posizioni migliori per dormire

    Innanzitutto evita di stare reclinato sul tavolino, quello che rischi è uno strappo ai muscoli della schiena o del collo. La soluzione migliore è quella di reclinare il sedile il più possibile, passeggero dietro permettendo, fino a trovare una posizione confortevole per addormentarsi. Il massimo della fortuna è ritrovarsi un sedile vuoto a fianco: in quel caso sfruttalo a tuo piacimento!

    Sonnifero

    Prendi una pastiglia solo in casi estremi

    Se malauguratamente tutti i consigli elencati sinora non dovessero funzionare, puoi pensare di ricorrere a qualche aiuto farmacologico, o meglio ancora, erboristico. Soprattutto se il viaggio è molto lungo e all’arrivo non hai tempo di riposarti, forse vale la pena assumere qualche prodotto che agevoli il sonno. Mi raccomando, per la scelta, fatti aiutare dal tuo medico, saprà darti il consiglio migliore.