Vietnam e Cambogia: quando andare nelle magiche terre Khmer

[multipage]

Cambogia

In viaggio alla scoperta di Vietnam e Cambogia: quando andare in questi due affascinanti Paesi per apprezzarne al meglio le bellezze naturali e culturali? In entrambi gli stati ci sono sensibili differenze climatiche in base alla regione da visitare. Scopriamo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere prima di organizzare una vacanza in Vietnam e Cambogia.[/multipage]

[multipage]Cambogia: periodo migliore per visitarla

Quando andare in Cambogia? Il periodo migliore è quello tra dicembre e gennaio: in qusto periodo il clima è caratterizzato da un tasso di umidità minore e le temperature sono più fresche, mentre nella stagione delle piogge, che va da maggio ad ottobre, è sconsigliabile visitare le regioni nord-orientali a causa delle strade, che diventano impraticabili.[/multipage]

[multipage]Vietnam: periodo migliore per visitarlo

Quando andare invece in Vietnam? Bisogna innanzitutto distinguere tra nord e sud del Paese: nella zona settentrionale troviamo la stagione invernale da novembre ad aprile, molto fredda e piovosa, e la calda stagione estiva, da maggio ad ottobre. Nella zona meridionale ci sono invece una stagione umida, da maggio a novembre, e una stagione secca da dicembre ad aprile, con il periodo più afoso tra la fine di febbraio e maggio.[/multipage]

[multipage]Vietnam e Cambogia: andare durante le feste nazionali

Un altro importante fattore da tenere in considerazione quando si pianifica una vacanza tra Vietnam e Cambogia sono le imperdibili feste nazionali, che permettono di entrare in contatto con affascinanti culture molto diverse dalla nostra e tra loro: la festività khmer più importante della Cambogia è il Bom Om Tuk, che si tiene i primi giorni di novembre per celebrare la fine della stagione delle piogge; a metà aprile si tiene invece il Capodanno khmer, nei quali le strade delle città (e le persone che vi si trovano) vengono completamente ricoperte di acqua e borotalco in un’atmosfera vivace e festosa.

In Vietnam è invece imperdibile il Capodanno Tet, tra gli ultimi giorni di gennaio e i primi di febbraio, che celebra l’inizio della primavera e del nuovo anno lunare. Il calendario lunare è molto importante per tutti i riti e le celebrazioni che si tengono in Vietnam, e infatti nei giorni di luna piena si può assistere alle speciali cerimonie che hanno luogo nelle pagode vietnamite e cinesi del paese. 

Una volta deciso il periodo in cui organizzare una vacanza tra Vietnam e Cambogia, non vi resta che scegliere le mete da visitare: una cosa, questa, non del tutto scontata data la presenza di numerosi siti di interesse archeologico, culturale e naturalistico, in entrambi i paesi, abitati da un grande numero di minoranze etniche e culturali.[/multipage]

[multipage]Cosa vedere in Cambogia

In Cambogia la meta più importante da visitare è sicuramente Angkor Wat, sito archeologico ricco di antichi templi costruiti nel periodo compreso tra il IX e il XIII secolo, che un tempo era un importantissimo centro religioso, poi abbandonato e riscoperto solo nel XIX secolo. Oltre all’Angkor Wat, il tempio più spettacolare e conosciuto, vale la pena visitare anche quelli di Bayon e Ta Prohm. Il periodo migliore per visitarli è la stagione delle piogge, quando la vegetazione che li circonda è più lussureggiante. 

Altra meta imperdibile della Cambogia è la capitale Phnom Penh, vivace, caotica e ricca di edifici coloniali e di interessanti templi tra cui il Wat Phnom, dal quale la città prende il nome, e il Wat Ounalom. Tuttavia l’attrazione principale e più spettacolare della città è senz’altro la affascinante Pagoda d’argento. In città è d’obbligo anche una visita al Museo Toul Sleng, che testimonia le atrocità commesse dai khmer rossi durante il regime comunista del dittatore Pol Pot, a capo dello stato dal 1975 al 1979. 

Infine, la città galleggiante di Kompong Luong è un’altra bellezza cambogiana, situata sul lago Tonlè Sap: qui si può ammirare la lenta e faticosa vita quotidiana dei diecimila abitanti, che vivono spostandosi solo in barca tra case, scuole, negozi e bar interamente costruiti su palafitte.[/multipage]

[multipage]Cosa vedere in Vietnam

Parlando invece del Vietnam, non si può non nominare la meravigliosa e affascinante Baia di Halong, una delle più spettacolari meraviglie naturali del paese: questa baia sul Golfo del Tonchino è costellata da più di 3.000 isole e i suoi paesaggi mozzafiato colpiscono al primo sguardo. Per visitarla, l’ideale è fermarsi almeno una notte ad Halong City e fare un giro con una barca veloce o noleggiare una vecchia giunca per fare un giro sulle isole della baia, ricche di spiagge e grotte suggestive, di cui la più bella è senz’altro quella di Hang Dau Go

Tra le città più spettacolari del Vietnam troviamo Ho Chi Minh, cuore pulsante del paese e capitale economica e culturale: qui non perdetevi la Pagoda di Giac Lam, il mercato di Cholon e una passeggiata nel centro città, la domenica, quando le strade e i locali si riempiono di giovani. 

Huè è invece la vecchia capitale del paese (quella attuale è Hanoi), ed è da molti considerata la città più bella del Vietnam grazie alla sua Cittadella fortificata, nella quale si possono visitare la Città Imperiale, il Palazzo dell’Armonia Suprema e la Sala dei mandarini.[/multipage]

[multipage]Le più belle foto del Vietnam e della Cambogia

[galleria id=”7331″]

[/multipage]