Viaggio in Micronesia, a Palau: quando andare in questo paradiso a nord dell’Australia

da , il

    In Micronesia, lo stato di Palau è senz’altro tra i più incantevoli: quando andare in questo paradiso terrestre dell’Oceano Pacifico? Come potrete immaginare, qui le temperature sono tra le migliori che si possano trovare, e si aggirano intorno ai 27°C di media per tutto l’anno, con una temperatura dell’acqua che non scende mai sotto i 26°C; a parte questo però, nel periodo tra giugno e novembre è sconsigliabile andare e Palau a causa delle frequenti piogge e temporali che colpiscono le isole, mentre durante tutto il resto dell’anno, tenendo comunque in conto la regolare presenza mensile di rovesci, potete tranquillamente programmare una vacanza qui, e il periodo migliore è senz’altro la primavera. Durante questi mesi infatti non solo l’umidità, generalmente molto elevata, si abbassa, ma si tengono anche numerosi festival imperdibili per chi vuole entrare di più in contatto con la cultura locale: solo per citare un paio di manifestazioni, nell’ultima settimana di aprile si tiene l’annuale incontro di pesca subacquea, mentre il 22 aprile di celebra il Giorno della Terra.

    Palau è la meta ideale se cercate le favolose spiagge tropicali che hanno reso famose tutte le isole del Pacifico, e in più è perfetta se non amate i luoghi troppo turistici: infatti, oltre al fatto che già lo stato di per sé è tra i meno popolati al mondo, con circa 21.000 abitanti, le isole di Palau non sono eccessivamente frequentate dai visitatori poichè non rientrano nei circuiti internazionali del turismo di massa, e qui potrete davvero sentirvi lontano da tutto e da tutti e godervi una vacanza di puro relax tra sabbia bianca, verdi palme ed un oceano turchese che è famoso in tutto il mondo per ospitare una immensa varietà di fauna marina, che si concentra qui in quantità tre volte superiore a tutte le altre isole del Pacifico; gli amanti dello snorkeling saranno quindi felici di sapere che intorno alle coste delle isole di Palau si estende una meravigliosa barriera corallina tutta da esplorare dove vivono nel loro habitat naturale moltissimi pesci colorati, tartarughe marine e coralli, senza dimenticare i temibili squali.

    Un’altra attrazione naturalistica di eguale se non maggiore importanza che rende lo stato di Palau famoso in tutto il mondo sono le sue Rock Islands, un arcipelago di isolette calcaree che si estende lungo una striscia di 35 chilometri al largo della capitale Koror: la particolarità delle isole è di essere completamente ricoperte da una fittissima vegetazione color verde smeraldo, e siccome la loro base è più stretta della sommità a causa dell’azione delle correnti marine, sembrano tanti funghi verdi che spuntano dalle turchesi acque dell’oceano, che anche in questa zona sono ricchissime di vita. Ovviamente la vista più spettacolare si può ammirare dall’alto, e per non perdervela prendete un volo da Koror verso Angaur o Peleliu; una volta sulle isole invece c’è l’imbarazzo della scelta nelle attività che vi si possono praticare: dall’esplorazione di bellissime grotte al relax sulle spiagge bianche, dallo snorkeling a Ngemelis Wall e Blue Corner, il punto di immersione più famoso,fino alla scoperta del Jellyfish Lake, abitato da migliaia di piccole meduse non velenose, e dell’arte rupestre dell’Isola di Ulong.

    Come già accennato, sull’isola omonima si trova la capitale Koror, centro più importante dal punto di vista politico, culturale ed economico, dove vivono 11.000 abitanti: anche se per una capitale la popolazione è relativamente esigua, si tratta di una città multiculturale e qui potrete incontrare molte delle diverse etnie che discendono dagli immigrati che si trasferirono a Palau tra cui ci sono giapponesi, coreani, filippini e statunitensi. A Koror si trovano moltissimi ristoranti dove assaggiare una grande varietà di specialità culinarie, hotel e negozi, e la città è una base perfetta per visitare la già citate isole di Angaur e Peleliu e il Belau National Museum (Belau è il nome locale di Palau), dove ammirare manufatti e artigianato che raccontano la storia e la cultura del paese che, lo ricordiamo, è tra i più giovani stati al mondo, avendo ottenuto l’indipendenza dagli Stati Uniti solo nel 1994. Se la natura incontaminata e lo stile di vita lento e rilassato di Palau vi affascinano, sarete incuriositi anche da un viaggio fai da te nella Polinesia Francese, un paradiso terrestre fatto di atolli corallini e mare cristallino.