Vacanze dei vip: mete da sogno per viaggi da incubo

vacanze dei vip
vacanze dei vip

Il Daily Telegraph pubblica settimanalmente una rubrica dal titolo ‘heaven and hell’ dove vengono intervistati alcuni vip e gli vengono chieste quali sono state le vacanze peggiori e le migliori della loro vita, inoltre se hanno avuto esperienze di un certo tipo, per intenderci tragicomiche, quelle vacanze dove tutto ma proprio tutto è girato storto. Il format in parte è convincente e darà adito sicuramente in futuro a sviluppi ed approfondimenti magari anche in televisione e sul web, c’è da scommetterci che prima o poi ci faranno un libro.

Interessante è vedere come questi vip hanno risposto alle domande. L’apporto del vip è fondamentale per una buona riuscita del prodotto, è toccato ultimamente a Giorgio Armani, Gordon Ramsay, Claudia Schiffer e tanti altri, ultimamente anche alla nostra Greta Scacchi. La risposte dei vip condiscono la rubrica fino a modellarne il contenuto a seconda di chi si presenta di fronte alle domande dell’intervistatore il succo del discorso cambia. Naomi Campbell ad esempio è parsa letteralmente imbalsamata dinnanzi alle domande che le venivano fatte, peggio ancora Alicia Silverstone che alla domanda ‘Which was your worst experience on holiday?’ risponde serissima: ‘Una patata col bacon, in Norvegia’

Ovviamente l’indice di apprezzamento dei lettori del Daily cresce quando vengono raccontate genuine vancanze dal sapore assurdo. Il fantino Frankie Dettori rilasciava un’intervista dove raccontava di essere uscito illeso da un tragicomico incidente aereo in vacanza, non sono stati da meno Brian Blessed vittima sull’Aconcagua di una dissenteria che lo costrinse a tirarsi giù le braghe ogni dieci secondi a trenta gradi sottozero.Ben Fogle che pianificò una viaggio a Pitcairn, una volta arrivato sull isola, venne arrestato con l’accusa di spionaggio, anche il giornalista americano Roger Cook non se la passò molto bene in un soggiorno a Ibiza, camminando per strada un aspirante suicida lo travolse mentre si lanciava dalla finestra procurandogli una commozione celebrale e la frattura di una clavicola.

C’è molta carne al fuoco in questa rubrica, il sale e il pepe vengono aggiunti dalla spontaneità di chi viene intervistato, l’interattività e la partecipazione del pubblico nell’apprezzare le risposte e i contenuti poi sono di importanza fondamentale. La palma di Mister Worst Experience On Holiday è andata a Tom Conti, reduce da una vacanza in Francia ai limiti dell’incredibile. Tom Conti affitta una villa in Francia e da lì in poi iniziano i suoi guai, si porta dietro moglie, figli, suocera e nipoti, insomma è l’inizio della fine, della tranquillità tanto agognata dall’attore.

Il figlio viene colpito da un forte attacco di peritonite, tocca a Tom trasportarlo all’ospedale distante più di 50 miglia, al suocero salta un’otturazione, la nipote rimedia una multa da 100 sterline, alla moglie di Conti crolla addosso l’intonaco del soffitto e quando l’attore chiama i vigili del fuoco perchè sta bruciando un bosco vicino, questi lo spengono con l’acqua della piscina, insomma chi più ne ha più ne metta..

Non ci resta dunque che accontentarci di una lettura ilare e spensierata in un momento storico così ricco di tensioni economico-sociali ed attendere sul serio idee nuove e geniali capaci di risvegliare il sonnolento panorama dell’intrattenimento moderno.