Tesori sommersi: in Egitto riemerge quello di Cleopatra

da , il

    Scoperto un nuovo tesoro sommerso in Egitto, si tratta di una scoperta archeologica straordinaria, un nuovo tassello che espande la conoscenza sulla gloriosa storia d’Egitto e la sua eroina più famosa, Cleopatra.

    Un nuovo tesoro sommerso è stato scoperto nella baia di Alessandria d’Egitto da un’equipe internazionale capitanata dall’archeologo marino Franck Goddio. Dopo una lenta e laboriosa ricerca nei fondali marini, pare si sia arrivati al prezioso tesoro di Cleopatra, la regina che governò l’antico Egitto prima dell’arrivo dei romani nel 30 a.C. Franck Goddio non è nuovo a queste scoperte, scandaglia da anni le coste egiziane e già nel 2000 aveva portato a galla i resti di 3 importanti antiche città egizie: Herakleion, Canopo e Menouthis sepolte da terremoti e maremoti tra il VII e VIII d.C. Le attrezzature sofisticate di cui si avvale, hanno permesso anche questa volta di portare alla luce qualcosa di meraviglioso: i piccoli oggetti che adornavano la vita quotidiana della regina Cleopatra e del suo popolo. Piatti in pietra, statuette in bronzo rappresentati faraoni, incisioni e sculture dal valore inestimabile. I ricercatori assicurano che, quello recentemente trovato, appartiene senz’altro al tesoro di Cleopatra, il palazzo reale, lo stesso dove si consumò l’amore tra Marcantonio e Cleopatra, è situato proprio sotto le acque del porto di Alessandria. Per i curiosi e gli appassionati egittologi il nuovo tesoro sarà esposto dal 5 giugno al Franklin Institute di Philadelphia.