Ritardo treni: come chiedere il rimborso con Trenitalia, Italo e Trenord

Come si fa per avere il rimborso del biglietto di un treno in ritardo? La situazione in Italia non è certo delle migliori, considerate anche le condizioni di molti tratti della rete ferroviaria nazionale, inoltre Trenitalia, Italo e Trenord operano in maniera differente in caso di treni in ritardo. Vediamo dunque, riguardo al rimborso per treno in ritardo, cosa offrono le diverse compagnie.

da , il

    Ritardo treni come chiedere rimborso
    FOTO PIXABAY

    Cosa fare in caso di ritardo dei treni? Come si fa per ottenere il rimborso del biglietto di un treno in ritardo? Cosa spetta di diritto in queste occasioni? In Italia il sistema del rimborso del biglietto non funziona sempre al massimo. La Corte di giustizia europea ci ha bacchettato più volte, spiegando chiaramente che: ‘I viaggiatori hanno sempre diritto a un rimborso del costo del biglietto da parte della compagnia ferroviaria in caso di ritardo del treno, anche se dovuto a causa di forza maggiore‘, includendo quindi anche maltempo e scioperi. L’indennizzo, in questi casi, è pari al 25% del prezzo del biglietto se il ritardo è compreso tra 60 e 119 minuti (e se il prezzo del biglietto è almeno di 16.50); e al 50 per cento se lo supera. Vediamo nel dettaglio come fare valere i propri diritti e ottenere il giusto rimborso con Trenitalia, Italo e Trenord, in caso di treno in ritardo.

    Trenitalia
    FOTO: PIXABAY

    Trenitalia: rimborso biglietto per treno in ritardo

    Cosa prevede il regolamento di Trenitalia per il rimborso dei biglietti delle Frecce? Il sito ufficiale spiega che per un ritardo dei treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, compreso tra 30 e 59 minuti Trenitalia riconosce un bonus pari al 25% del prezzo del biglietto, che potrà essere utilizzato entro 12 mesi per l’acquisto di un nuovo biglietto. Per un ritardo treno superiore ai 59 minuti, corrisponde invece indennità differenti in base all’entità dell’ulteriore ritardo:

    - 25% del prezzo del biglietto per un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti;

    - 50% del prezzo del biglietto per un ritardo di almeno 120 minuti;

    Tale indennità potrà essere corrisposta in una delle seguenti modalità:

    - Con un bonus per acquistare entro 12 mesi un nuovo biglietto;

    - In contanti per pagamenti effettuati in contanti;

    - Mediante il riaccredito per pagamenti effettuati con carta di credito.

    In caso di ritardo di treno superiore ai 60 minuti, il bonus e l’indennità non andranno a sommarsi, né si cumuleranno a qualsiasi altra tipologia di indennità. L’indennità spetta anche ai clienti che hanno acquistato il biglietto usufruendo totalmente o in parte di un altro bonus da indennità: in questi casi viene calcolata rispetto al prezzo complessivo dell’intera soluzione di viaggio.

    Ritardo Treni rimborso Italo
    Italo / Ansa

    Italo Treno: rimborso biglietto per treno in ritardo

    Come funziona invece per Italo Treno il rimborso treno per ritardo? In caso di ritardo all’arrivo del treno, compreso tra i 60 minuti e i 119 minuti, Italo Treno riconosce automaticamente un indennizzo pari al 25% del prezzo del biglietto, al netto dei servizi accessori. In caso di ritardo di treno Italo all’arrivo superiore ai 120 minuti, l’indennizzo sale al 50% del prezzo del biglietto.

    L’indennizzo per treno in ritardo verrà riconosciuto automaticamente agli aventi diritto, di norma entro sette giorni dall’effettuazione del servizio in ritardo e comunque entro 30 giorni. Italo invia un’email con cui comunica l’avvenuta notifica di rimborso del biglietto del treno in ritardo, sul Credito o sul Borsellino Italo. Se non siete iscritti a Italo Più, per ricevere la comunicazione di avvenuto indennizzo è importante inserire il proprio indirizzo di posta elettronica al momento dell’acquisto.

    Ritardo treni rimborso Trenord
    FOTO: PIXABAY

    Trenord: rimborso biglietto per treno in ritardo

    Infine come funziona il rimborso del biglietto con Trenord? E’ possibile chiedere il rimborso del biglietto non convalidato, a condizione che la richiesta sia presentata entro i limiti di validità dello stesso biglietto, presso le biglietterie di stazione, gli uffici Assistenza Clienti My Link Point, o con una richiesta scritta corredata da titolo di viaggio in originale e copia del documento d’identità, indirizzata a Trenord – Ufficio Rimborsi – c/o Stazione Cadorna Pal. Movimento P.le Cadorna 20123 Milano.

    Trenord: rimborso del biglietto

    Il diritto al rimborso integrale del biglietto Trenord per treno in ritardo, può essere richiesto nei seguenti casi:

    - Soppressione del treno;

    - Partenza ritardata di oltre 60 minuti;

    - Sciopero (richiesta da presentare entro 48 ore);

    - Ordine dell’Autorità Pubblica;

    - Mancata disponibilità di vetture di 1° classe;

    - Mancata autorizzazione al trasporto di biciclette (previa annotazione da parte di personale Trenord);

    - Mancata accessibilità di persone con disabilità o mobilità ridotta (previa annotazione da parte di personale Trenord);

    - Adeguamento tariffario (entro 3 mesi dalla cessazione di validità del titolo).

    Il rimborso parziale per il ritardo del treno invece, spetta al cliente, previa annotazione da parte di personale Trenord, nelle seguenti situazioni:

    - Utilizzo parziale del percorso;

    - Viaggio in classe inferiore, per l’assenza di classe superiore come da Orario Ufficiale.

    Il rimborso integrale dell’abbonamento settimanale (non convalidato o prima dell’inizio di validità) verrà accordato in presenza di:

    - Interruzione di linea di durata prevista pari alla durata dell’abbonamento senza servizio sostitutivo.

    Infine, nel caso possediate un biglietto multicorsa parzialmente o totalmente non utilizzato, vi sarà riconosciuto un rimborso relativo al valore del singolo viaggio.

    Trenord: indennità del biglietto

    Un passeggero in possesso di biglietto di corsa semplice/carnet/abbonamento può chiedere a Trenord un’indennità in caso di ritardo sia in partenza, sia a destinazione. Tale indennità però può essere richiesta, a patto che il costo del biglietto non sia già stato rimborsato. Ecco di seguito le percentuali di indennità Trenord:

    - 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 e 119 minuti;

    - 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti.

    Trenord informa infine che non verranno riconosciute indennità di importo inferiore a 4,00 euro. Il risarcimento del prezzo del biglietto viene liquidato entro un mese dalla presentazione della relativa domanda.