Porcelli e Porcini 2011 a Caronia: programma della sagra

da , il

    Porcelli e Porcini 2011 a Caronia: programma della sagra

    Porcelli e Porcini 2011 a Caronia, un appuntamento che si ripete anche quest’anno nel piccolo comune in provincia di Messina, epicentro dei buongustai che amano mescolare i frutti dei boschi con le teneri carni suine. L’appuntamento con l’enogastronomia è per domenica 23 ottobre in piazza Caronesi nel Mondo: qui partiranno i festeggiamenti per il suino nero autoctono e i funghi tipici dei Monti Nebrodi.

    Ma non solo di Sicilia si parlerà (e soprattutto si degusterà): ogni anno, infatti, la sagra ospita una regione italiana che presenta i propri manicaretti tradizionali e quest’anno la scelta è caduta sulla Valle d’Aosta, che preparerà per l’occasione la polenta valdostana con cervo in civet.

    Forse non tutti sanno che i funghi porcini dei Monti Nebrodi sono considerati tra i migliori d’Italia: quindi questa è l’occasione giusta per scoprire tutti i piatti a base di queste delizie e accompagnarli non solo con i vini rossi locali, ma anche con carne e salsiccia alla brace.

    L’edizione 2011 di Porcelli e Porcini (un nome per cui la sagra dovrebbe essere premiata a priori) cambia rispetto agli anni precedenti: quest’anno infatti tutto sarà concentrato nel centro storico del paese, dove verrà allestito un percorso enogastronomico da leccarsi i baffi. Ecco cosa non dovete perdervi:

    • Piazza Caronesi nel Mondo: risotto ai funghi porcini preparato direttamente in loco dallo chef del ristorante ‘Za Maria’ e del bar gastronomia ‘Sapori Mediterranei’
    • Piazza Padre Pio: costolette e salsiccia di suino nero dei Nebrodi, ovviamente allevato nei boschi dei dintorni
    • Piazza Idria: ricotta e formaggi locali dei Nebrodi
    • Piazza Roma: dolci della tradizione accompagnati da vini dolci locali

    Per accedere alle degustazioni dovete munirvi di ticket, acquistabile direttamente alla sagra oppure in prevendita a partire dal 20 ottobre: accanto alle isole gastronomiche ci saranno anche stand di prodotti di artigianato locale, per dare sfogo allo shopping compulsivo.