Passeggiata invernale in montagna, è questo il posto perfetto per dicembre

L’inverno è finalmente arrivato ed è tornata la voglia di fare un’escursione invernale in mezzo alla natura, come delle stupende passeggiate.

passeggiata in montagna
Passeggiata in montagna – viaggi.nanopress.it

Negli ultimi anni l’hobby di fare passeggiate invernali ha catturato non solo gli amanti degli altopiani, ma anche escursionisti, turisti, famiglie con bambini, ragazze in viaggio e ragazzi, che da diversi anni vogliono immergersi nel paesaggio alpino. 

Negli ultimi anni l’hobby di fare passeggiate invernali ha catturato non solo gli amanti degli altopiani, ma anche escursionisti, turisti, famiglie con bambini, ragazze in viaggio e ragazzi, che da diversi anni vogliono immergersi nel paesaggio alpino, senza fare per forza un allenamento preparatorio o indossare ciaspole. 

Passeggiare nei paesaggi invernali di montagna

Il successo del turismo nelle nostre regioni montuose ha portato ad un aumento dei sentieri battuti e piste, anche con bambini piccoli. Per non parlare della qualità del cibo e dell’aria, che tendono ad aumentare sempre di più, insieme alla bellezza del paesaggio che attraversa la valle. 

È veramente un toccasana con molte possibilità per tutti coloro che vogliono godersi la natura, giovani o meno giovani. Qui ti consiglieremo sei delle più belle passeggiate invernali delle Alpi Orientali, in particolare nella zona del Monte Rosa.

Le 6 passeggiate invernali più belle

Iniziamo subito con il cosiddetto insediamento antico, le Frazioni Antiche, un villaggio costruito dai Walser in Valsenia, nei dintorni dell’attuale zona di Alagna. È un gruppo di piccoli villaggi con decine di case edificate nella caratteristica e unica architettura walseriana.

frazioni antiche
Frazioni antiche – viaggi.nanopress.it

Il pezzo forte di questa passeggiata è il forno della frazione Ponte, l’unico che è sopravvissuto al grande incendio del 1819. Proseguendo si raggiunge il Museo Walser, una seicentesca cappella di San Nicola nella frazione di Pedemonte, più avanti nel podere Ronco Superiore, un rarissimo esempio di Stodal-bai, un cottage rurale a due piani con intercapedine. 

Infine, nelle frazioni di Uterio e San Nicolao, vedrete altre due importanti tappe dell’Ecomuseo: i mulini e il forno frazionale, dal 1552 al 1694. Tappa finale sono gli insediamenti di Merletti Superiore e Merletti Inferiore, entrambi con edifici interessanti a livello storico.

È un tour facile e adatto ai bambini percorrendo un territorio mia visto prima di circa 2 ore.

frazione alte
Frazione alte – viaggi.nanopress.it

Un’altra passeggiata invernale della durata di circa 2 ore, adatta a tutti, comprese le famiglie con bambini, sono le Frazioni alte, e si trova nel centro della città, nelle case conosciute come villaggi alti, che dominano la città dal centro di Alagna. 

Molto diverso dallo stereotipo del villaggio turistico il stile folkloristico, questo ammasso è ancora ben popolato e molto vivo, e offre un angolo sui costumi dei suoi abitanti e dei suoi usi. 

Molte sono le frazioni che durante la passeggiata attraverserai: Piane, Montella, Dosso, Goreto, Ecco, Bonda e Rusa. 

Alpe Pile e il Rifugio Pastore
Alpe Pile e il Rifugio Pastore

Se cerchi la migliore passeggiata da fare in famiglia, ti consigliamo l’Alpe Pile e il Rifugio Pastore. Si parte a più o meno 4 km da Alagna, dalla Cappella di San Antonio. Da qui parte la mulattiera, all’inizio pianeggiante, per poi trasformarsi in una scalinata di 350 gradini, e raggiunge quota 1575 metri sopra il livello del mare. 

Questo non è solo un luogo, ma forse il ponte di osservazione più bello sulle pareti del maestoso Monte Rosa. Durante le brevi giornate invernali, una volta giunti a destinazione, avrete la possibilità di ammirare le cime innevate di questo massiccio e, con binocoli e telescopi in loco, osservare il famoso rifugio della Capanna Regina Margherita. 

Valle Otro
Valle Otro – viaggi.nanopress.it

Questa 4° passeggiata invernale, la Val d’Otro, ti riporterà all’epoca di vita in montagna quando era basata sulla caccia e l’agricoltura naturale. Sei paesini visibili lungo il sentiero della Val d’Otro: Dorf, Felljerc, Weng, Ciucche, Scarpia e Follu.

Questo percorso ha circa 580 metri di dislivello e può essere facilmente completato da una persona non allenata in un totale di 2 ore. Sulla strada per la tappa del rifugio Zar Senni, sono molte le case Walser che potrai fotografare. 

Valle Vogna
Valle Vogna – viaggi.nanopress.it

Un’altra escursione invernale facile e ben segnalata è il sentiero della Valle Vogna, che parte da Ca di Janzo a 1.354 metri sopra il livello del mare. Si tratta di un’area abitata fin dal XIV secolo. Oggi, i magnifici villaggi Walser animano la valle, testimoniando la presenza dell’uomo e il suo costante lavoro.

Notevole è l’Ospizio Sottile, situato a quota 2480 metri sul livello del mare. Le ultime attrezzature appositamente progettate per l’escursionismo ci fanno dimenticare com’era camminare a temperature sotto lo zero con scarponi e pelli artigianali, ricreando la terribile sofferenza che i nostri intrepidi coloni affrontarono oltre 600 anni fa. La passeggiata oggi è considerata facile e adatta ai bambini, in quanto rilassante.

Shenine
D’In D’Shenine

L’ultimo sentiero che ti consigliamo è un percorso scenografico con ruscelli parzialmente ghiacciati, che formano forme bizzarre sullo sfondo di maestose montagne. D’In D’Shenine non mancherà di essere all’altezza delle tue aspettative. Anche in pieno inverno la strada è percorsa da piste da fondo nella zona del Monte Rosa.

Lungo il percorso incontrerai il paese di Balma e sbucherai nelle assolate frazioni di Gabbio e Piana Fuseria, circondate da campi e giardini. 

Il D’In D’Shenin è una gradita escursione invernale consigliata per i principianti. Dimentica il rumore, il caos e lo stress della città, questo è un modo per sgranchirti le gambe e conoscere la zona di Alagna a un ritmo più lento.