Montagna, mai vestirsi così: ti assaliranno le zecche | È un errore che facciamo tutti

Le zecche sono parassiti pericolosi non solo per gli animali ma anche per l’essere umano. Fortunatamente possiamo tutelarci, per esempio utilizzando un abbigliamento adeguato laddove c’è il rischio di incontrare questi parassiti. 

Montagna outfit
Puntura di zecche – viaggi.nanopress.it

Le zecche sono dei parassiti che possono interessare non solo i nostri amici a quattro zampe ma anche noi esseri umani. Fanno parte della classe degli aracnidi e dell’ordine degli acari: quindi è errato classificarli come insetti. Sono potenzialmente pericolosi in quanto possono veicolare malattie infettive di vario genere. Ecco, quindi, come possiamo proteggerci da questi parassiti che si trovano in natura.

Perché le zecche sono pericolose?

Il morso di una zecca può essere molto pericoloso in quanto, questi parassiti, spesso veicolano malattie infettive che contraggono tramite il sangue degli animali portatori. Bisogna fare molta attenzione perché, la maggior parte delle volte, il morso di una zecca passa inosservato in quanto indolore e quindi c’è il rischio reale di non accorgersi dell’accaduto.

Zecca
Zecca – viaggi.nanopress.it

La zona morsa dalla zecca generalmente appare arrossata e gonfia; nei giorni successivi, l’infiammazione di espande e può causare eruzioni cutanee più o meno gravi. Tra le conseguenze più conosciute dovute al morso di una zecca c’è la malattia di Lyme ma questa non è l’unica infezione che esse possono causare all’essere umano.I soggetti più a rischio se esposti alla puntura di una zecca sono i bambini e gli anziani, oltre che le persone già affette da qualche patologia che ha indebolito il loro sistema immunitario.

Cosa fare se veniamo morsi da una zecca?

Se si sospetta di essere stati punti da una zecca è necessario rivolgersi subito al medico per mettere in atto una procedura in modo da azzerare conseguenze gravi per la nostra salute. I principali vettori di zecche sono i nostri animali a quattro zampe: ecco perché, se in casa con noi vivono cani e/o gatti, è importante prendere le giuste precauzioni per evitare che essi possano trasportare zecche in casa, oltre che sottoporli a controlli periodici.

zecca
Zecca – viaggi.nanopress.it

Tra i sintomi della puntura di zecca ci sono: mal di testa, artrite, sintomatologie neurologiche o malesseri generici che possono farci pensare all’insorgere di una classica influenza. Non sempre appaiono i sintomi ma, nel caso in cui dovessi sospettare una puntura di zecca e sperimentare alcuni o tutti i sintomi indicati, dovrai rivolgerti subito al tuo medico di fiducia.

Come prevenire le zecche

Soprattutto durante l’estate, facciamo un errore che potrebbe esporti facilmente alle punture di zecche e cioè vestirci in modo non idoneo per fare le nostre passeggiate in montagna o nel verde. Sono assolutamente da evitare scarpe aperte, pantaloncini, bermuda, vestiti. A tal proposito, ci sono delle precauzioni fondamentali da prendere, soprattutto se ci troviamo in ambienti favorevoli alla proliferazione delle zecche come la campagna e la montagna, e riguardano proprio l’abbigliamento da adottare: scarpe chiuse e pantaloni lunghi sono i primi accorgimenti che dobbiamo avere.

Abbigliamento montagna
Abbigliamento in montagna – viaggi.nanopress.it

Inoltre, chi ha i capelli lunghi, dovrebbe legarli. Al ritorno dalla nostra passeggiata nel verde, ai fini della prevenzione, è molto utile fare una doccia e lavare gli abiti che abbiamo utilizzato.

Cosa fare se ci accorgiamo di avere una zecca

La prima cosa da non fare è tentare di schiacciare una zecca perché, la pressione, facilita la trasmissione di infezioni e virus dalla loro bocca. È bene, invece, indossare dei guanti protettivi per afferrarla con delicatezza, cercando di non fare pressione sulla nostra pelle.