Mare e spiagge più pulite di tutta Italia, il bagno vattelo a fare qui: è una goduria

La penisola italiana raccoglie intorno a sé un mare da favola e spiagge bellissime, dove fare il bagno è meraviglioso. Esiste anche una classifica che mette in ordine le spiagge italiane più pulite.

Spiagge più pulite d'Italia
Spiagge più pulite d’Italia – Viaggi.nanopress.it

Con questo caldo torrido e dopo due anni davvero difficili, l’unico pensiero nella mente degli italiani è prendere e partire verso mare e spiagge.

spiaggia sardegna
spiaggia Sardegna – viaggi.nanopress.it

Il mare più bello d’Italia

Dove si va? Tanti puntano sul turismo estero, si mettono in viaggio in direzione Grecia, Croazia, Spagna oppure oltreoceano, l’importante è trovarsi immersi in paesaggi mozzafiato e spiagge bianche e pulitissime. Ma se vi dicessimo che anche in Italia esistono paesaggi altrettanto belli e puliti? Ecco una speciale classifica che riordina le idee in vista delle partenze ormai prossime e che offre spunti interessanti, menzionando località più gettonate ma anche, solitamente, meno ambite.

Anche quest’anno la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano hanno redatto una graduatoria che comprende i luoghi balneari più belli e sostenibile di tutta la penisola, in quattro parole “il mare più bello” evidenziato da “Cinque Vele”. La guida seleziona fra 98 comprensori turistici le 45 località balneari più belle di tutta la penisola e lo fa grazie ai dati raccolti da Legambiente che va a sommare le caratteristiche ambientali, la qualità dell’ospitalità, le valutazioni dei Circoli Locali ricavandone una media utilizzata appunto come valore standard di classificazione.

La classifica dei mari più belli firmata da Legambiente

Spiaggia Toscana
Spiaggia Toscana – viaggi.nanopress.it

La classifica vede al primo posto la regione della Sardegna grazie a sei comprensori turistici a Cinque Vele di spicco. Questi sono le terre della Baronia di Posada, la Gallura Costiera, il comprensorio di Baunei, il litorale di Chia, il Golfo di Oristano compresa la penisola del Sinis e l’isola di Maldiventre, ed infine il litorale della Planaria lungo la costa occidentale.

Il secondo gradino del podio è occupato dalla Toscana con 3 comprensori, stesso numero per la Puglia che invece si accomoda sul terzo gradino del podio. Quarta e quinta posizione spettano rispettivamente a Sicilia e Campania con 2 comprensori a testa, appena dietro troviamo Basilicata e Liguria con un unico comprensorio a testa. Menzione particolare anche per il Trentino Alto Adige che riceve il massimo numero di riconoscimento per il turismo lacustre e lo fa grazie a tre laghi su sei, tutti a Cinque Vele. Alle spalle la classifica vede, nell’ordine, Lombardia, Piemonte, Toscana. Un solo lago in Veneto, quello del Mis, ma questo stesso paesaggio conquista addirittura il primo posto.

Alcune menzioni particolari

laghi Trentino
laghi Trentino – viaggi.nanopress.it

Entrando nel dettaglio abbiamo detto come sia Toscana che Puglia occupino due posizioni sul podio grazie a a tre comprensori a testa da Cinque Vele. Nel primo caso sono coinvolti il comune della Maremma, il comune della Costa d’Argento e quello dell’Isola del Giglio di Capraia. In Puglia non potevano mancare le Isole Tremiti, poi l’Alto Salento Ionico e l’Alto Salento Adriatico. In Sicilia spiccano le Isole di Pantelleria e di Salina, in Campania tocca, invece, al Cilento Antico e alla Costa del Mito, in Liguria ecco le immancabili Cinque Terre ed infine lode di merito anche alla Basilicata che grazie alla costa di Maratea prende Cinque Vele.

Vietato dimenticare il turismo lacustre

E per gli amanti dei laghi e dell’acqua dolce? Non tutti, infatti, puntano ad una vacanza al mare, c’è chi opta per un po’ di relax in qualche lago italiano. Ecco, allora, il turismo lacustre. Ricevono un premio i laghi di Molveno, Fin e Monticolo, tutti nella regione del Trentino Alto Adige. In Toscana Cinque Vele sono tutte per il lago dell’Accesa. Per quanto riguarda il Piemonte spunta il lago di Avigliana Grande; come detto al primo posto vola il lago del Mis in Veneto, mentre la Lombardia si fa trovare pronta con i Comuni della Riva Occidentale del Lago di Garda.