Libia: aeroporto di Tripoli in mano ai ribelli

da , il

    Libia: aeroporto di Tripoli in mano ai ribelli

    Peggiora la situazione in Libia e la Farnesina dà consigli preziosi ai viaggiatori e agli Italiani che si trovano nel Paese: dopo gli scontri delle ultime settimane, che hanno fatto registrare decine di migliaia di morti, la tensione sale ulteriormente tra gli oppositori al regime del colonnello Gheddafi, sempre più numerosi, e le poche manifestazione in suo sostegno.

    Le ultime notizie che arrivano dalla Libia, confermano che a Tripoli l’aeroporto è ora controllato dai ribelli: secondo il network Al Jazira, infatti, i militari che presidiavano lo scalo si sarebbero ammutinati, schierandosi a favore della rivolta contro Gheddafi.

    Per fare in modo che gli Italiani possano viaggiare informati, la Farnesina ha alzato al massimo il livello di attenzione e pericolo del Paese africano, sconsigliando qualunque tipo di viaggio in Libia indipendentemente dai motivi.

    In considerazione dei disordini in atto in numerose aree, la Farnesina consiglia a chiunque non abbia pressanti motivi per restare di lasciare immediatamente la Libia, usufruendo dei vettori disponibili negli scali aeroportuali operativi e nei porti.

    A tutti coloro che, sotto la propria responsabilità, hanno intenzione di recarsi nel Paese per motivi di assoluta necessità, inclusi i giornalisti, si raccomanda di contattare preventivamente l’Ambasciata italiana e di non fare ricorso al visto turistico per viaggi d’affari o giornalistici.

    Prima di partire, è bene monitorare costantemente il sito Viaggiare Sicuri, in modo da essere tempestivamente e costantemente aggiornati sull’evolversi della situazione.

    Si raccomanda particolare prudenza nelle zone di confine con Egitto e Algeria: la frontiera tra Libia e Tunisia è aperta, ma rimane comunque lo sconsiglio della Farnesina per viaggi non essenziali da e per la Libia attraverso la Tunisia.

    Il Consolato Generale d’Italia a Tripoli garantisce assistenza in casi di necessità ed è raggiungibile ai numeri: 00218-21-3333630, 00218-21-3337916, 00218-21-3331222. Negli orari di chiusura, sono attivi i seguenti numeri di cellulare di emergenza: 00218-91-3200648, 00218-91-3221686.