Le più belle spiagge del Giappone: inaspettati paradisi tropicali

da , il

    Trovare le più belle spiagge del Giappone non è facile: la stato insulare è infatti a sua volta circondato da un arcipelago di 6.852 isole vulcaniche per la maggior parte disabitate e poco conosciute, che offrono spiagge caraibiche con mare cristallino che non ci si aspetta di trovare in Giappone, paese più famoso per le sue modernissime città e per le sue montagne, tra cui il noto Monte Fuji. La sorpresa è quindi doppia quando ci si trova davanti a scenari inaspettati come quello delle isole Ogasawara, soprannominate le “Galapagos del Giappone”: in questo arcipelago a sud di Tokyo si trovano infatti splendide spiagge di sabbia bianca che si affacciano su un mare color turchese, e il paesaggio incontaminato dell’entroterra è ricco di fauna e piante endemiche.

    Un’altra curiosità che pochi sanno, è che le spiagge delle isole giapponesi sono circondate da una incantevole barriera corallina, e quindi gli amanti dello snorkeling avranno moltissimo da esplorare, per esempio lungo le rive della Zamami Island, Tokashiki Island e Aka Island, tutte situate nell’arcipelago delle isole Kerama; la barriera corallina giapponese comprende 400 tipi di coralli, tartarughe marine e molte specie di coloratissimi pesci tropicali. L’isola di Okinawa è tra le mete turistiche più frequentate dai giapponesi, anche perchè non solo qui si trovano splendide spiagge, ma anche nelle isole circostanti, molte delle quali si possono raggiungere in aereo o in traghetto: tra esse, oltre alle suggestive isole disabitate sulle quali si possono fare escursioni giornaliere, ricordiamo le già citate Zamami Island, con la meravigliosa Ama Beach, e Tokashiki Island, dove si trova la Aharen Beach. Una splendida barriera corallina si trova anche intorno all’isola di Miyako, sulla quale c’è anche la spiaggia di Yonaha Maehama, che molti considerano la spiaggia più bella d’oriente.

    L’isola di Hateruma è invece famosa per la sua somiglianza con le isole coralline dell’Oceania, dato che è composta per la maggior parte di corallo: essa regala spiagge bianche e luminose e acque limpide e poco profonde in cui praticare lo snorkeling, e la spiaggia omonima è caratterizzata da uno spettacolare panorama sulla lussureggiante foresta pluviale. All’estremità settentrionale della penisola di Tsuruga si trova invece la spiaggia di Mizushima, una stretta striscia di sabbia bianca che si protende tra le acque cristalline dell’oceano: in questo luogo paradisiaco, oltre a rilassarsi si possono anche fare windsurf e immersioni. Infine, sull’isola di Ishigaki, nell’arcipelago delle isole Iriomote, si trova Kabira Bay, una delle spiagge preferite dai giapponesi; in questo arcipelago inoltre si trovano bellissime foreste tropicali nelle quali fare escursioni, trekking e kayak. Se siete amanti del Giappone tutto ciò vi incuriosisce, ecco alcuni consigli di viaggio per visitare l’arcipelago nipponico, tra cui il periodo migliore per andarci ed alcune tra le attrazioni principali.