Gelato italiano versus British ice cream

da , il

    Gelato italiano versus British ice cream

    Chi pensa che il gelato italiano è il migliore al mondo, ha mai assaggiato il famoso Knickerbocker Glory? Un fresco dessert inventato Oltremanica nel 1930. Deve il suo nome ai pantaloni rossi e bianchi tipici dell’epoca Vittoriana, detti appunto Knickerbockers. Il gelato è, infatti, composto da una base di vaniglia variegata normalmente con frutti rossi. Un tour mangereccio in Inghilterra?

    Essenzialmente un ice cream sundae, noi diremmo una coppa di gelato guarnita, ma così ben assemblata da fare concorrenza al gelato italiano. Vaniglia, strati di frutta e crema al cioccolato, il tutto conpletato con granella di nocciole e biscotti. Una vera delizia. Ma la fantasia dei gelatai ha dato vita a numerosissime varianti. Ad esempio, lo chef Phil Vickery ne propone una deliziosa versione con pezzetti di Swiss roll e caramello.

    Il miglior Knickerbocker Glory di Londra? Da Bob Bob Ricard, uno splendido ristorante di Soho, in Upper James Street. Impossibile resistere.

    Mentre la gelateria italiana Nardini, a Largs, splendida cittadina scozzese che affaccia sull’Oceano a 30 chilometri da Glasgow, pur non rinunciando alla tradizione del gelato italiano, propone una personale rivisitazione del British ice cream, con gelato alla vaniglia, cioccolato e fragola ricoperto da una cremina al lampone e farcito con frutta fresca e wafer.

    Avrà qualche caloria di troppo, ma durante la vostra prossima vacanza in Inghilterra è impossibile rinunciare ad una tale delizia!