Donegal, in Irlanda: cosa vedere per scoprire una natura selvaggia e incontaminata

da , il

    Alla scoperta della Contea di Donegal, in Irlanda: ecco cosa vedere in una delle regioni più affascinanti e suggestive di questa magica e verdeggiante isola, dove la protagonista indiscussa è la natura selvaggia e battuta dal vento. Tra scogliere a picco sul mare, remote penisole, piccoli villaggi di pescatori e isolette dalle spiagge dorate scoprirete un’Irlanda unica, le cui radici si basano su solidi rapporti di amicizia e la cui storia si può ancora scorgere nella produzione del tweed, il famoso tessuto che in tutto il mondo viene confezionato solo qui e nelle Ebridi scozzesi. Non dimenticate che il Donegal è anche sede di numerose città e paesini molto graziosi che, anche se la maggior parte delle volte sono molto turistici, vale la pena visitare per assaporare un po’ di cultura irlandese e qualche ottima pinta di birra. Un ottimo punto di partenza può essere Letterkenny, la città più grande del Donegal, dove fermarsi per una tranquilla serata al The Brewery Bar and Restaurant, dove assaggiare ottimi piatti locali e ovviamente un’ottima birra.

    A Letterkenny inoltre si può fare una tranquilla passeggiata nel piccolo centro intorno alla Main Street, visitare il Donegal County Museum per ripercorrere la storia della contea e il duomo gotico della città, la St Eunan’s Cathedral; da Letterkenny poi si possono facilmente raggiungere due attrattive naturalistiche tra le più affascinanti di tutta l’Irlanda: stiamo parlando di Horn Head, una penisola tra le più selvagge e sconosciute del Donegal nella quale questa contea esprime tutta la sua aspra bellezza; qui si trovano delle imponenti scogliere alte quasi 200 metri che si gettano nel mare, in un paesaggio dal fascino senza tempo che fa dimenticare, anche solo per un attimo, la civiltà. L’altro luogo imperdibile vicino a Letterkenny è la zona dei Rosses, un territorio costellato da 120 laghetti di ogni forma e di diverse dimensioni, incorniciati da una catena montuosa che si riflette nelle loro acque creando paesaggi e giochi di luce davvero unici, specialmente al tramonto. Sempre parlando di bellezze naturali, in primo piano troviamo la Penisola di Inishowen, uno dei luoghi più sperduti e selvaggi del Donegal da scoprire percorrendo le sue strade deserte che corrono lungo le baie affacciate sull’Oceano Atlantico e attraversano le verdi brughiere, e infine conducono a maestose scogliere, come quella di Dunaff, e a incontaminate spiagge solitarie battute dal vento, come quelle delle baie di Tullagh, Kinnego e Culdaff.

    Tra le cittadine e i villaggi del Donegal troviamo invece Donegal Town, molto più piccola di Letterkenny, dato che conta solo 3.000 abitanti: da vedere qui segnaliamo la zona del porto e il centro, caratterizzato da una piazza triangolare chiamata “The Diamond”; la cittadina per il resto non offre molte attrattive, ma è molto frequentata poichè da qui si dipartono tre strade per raggiungere l’ovest della contea, Sligo e Londonsderry, e anche perchè è una buona base per esplorare le vicine Blue Stack Mountains e il Lough Eske. Killybegs è invece poco più che un porto di pescatori, in cui fare una sosta per apprezzare i ritmi di vita dettati dal mare e bere una birra con questi coraggiosi uomini sul cui lavoro si basa la sussistenza della comunità, mentre Ballyshannon è famosa per essere la patria del cantante folk Rory Gallagher e per il suo celebre Traditional Music Festival, una delle più belle manifestazioni di musica tradizionale di tutta l’Irlanda.

    Tornado alle bellezze naturali, non dovete dimenticare di fare una capatina a Malin Head, il capo più settentrionale d’Irlanda il cui punto più alto si chiama Bamba’s Crown: da qui si può godere di un fantastico panorama e, se il tempo è bello, è possibile scorgere anche la costa della Scozia. Tra le isole del Donegal vale la pena visitare Arranmore Island, con le sue spiagge dorate selvaggi e gli spettacolari panorami costieri, e Tory Island, dove la lingua ufficiale è il gaelico e dove si possono ammirare le opere di numerosi artisti, che si trovano qui per esporle. Se il Donegal vi ha incuriositi con la sua natura selvaggia e verdeggiante, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alle Isole Aran, considerate la parte più verde e incontaminata di tutta l’Irlanda.