Comprano casa e sotto il pavimento riemerge un tesoro rimasto nascosto per secoli

L’acquisto di una casa si sa è un impegno a 360°, che riserva spesso delle brutte sorprese, altre volte delle sorprese fantastiche che nessuno si potrebbe mai aspettare.

comprano casa riemerge tesoro
Comprano casa e riemerge un tesoro – viaggi.nanopress.it

Un po’ come quanto successo ad una coppia piuttosto fortunata di cui non conosciamo l’identità.

La coppia aveva acquistato casa, ovviamente ha iniziato i lavori di ristrutturazione subito scoprendo che sotto il pavimento della cucina era nascosto qualcosa di assurdo, che oggi ha un valore inestimabile.

La scoperta fatta dai proprietari di una casa da ristrutturare, ecco cosa c’era sotto il pavimento

Sotto il pavimento, la ditta che ha affrontato i lavori ha trovato una tazza piena di monete di molti secoli fa, circa 400 anni fa. La proprietà è una proprietà del diciottesimo secolo, è situata nel villaggio di Ellerby.

Tesoro trovato sotto pavimento – viaggi.nanopress.it

Il vaso è stato ritrovato a poca profondità dal cemento. I proprietari inizialmente pensavano si trattasse di una sezione di scavi per l’elettricità, poi hanno scoperto che in realtà all’interno degli scavi era nascosta una tazza di terracotta delle dimensioni di una lattina di coca-cola con dentro delle monete.

Le monete ritrovate risalgono al 1610-1727 e fanno riferimento ai regni di Giacomo I, Carlo I e Giorgio I. Il tesoro è stato subito messo tra le mani di un esperto che lo ha valutato per ricostruire la storia delle monete, che a quanto pare risalgono ad una famiglia di mercanti molto ricca.

Ecco qual è la probabile storia delle monete ritrovate

Marito e moglie avevano accumulato queste monete in vita, probabilmente sono rimaste lì a partire dal 1745 data della morte della moglie. Le monete risultano essere state estromesse dall’eredità dei coniugi, per cui sono state messe all’asta. Sono tutte quante di grande valore.

Il dettaglio più interessante che emerge a seguito di controlli da parte di esperti, è un errore della zecca, perché una moneta non ha la testa del Re, ma due lati errati, che per questo motivo fanno sì che la moneta assuma un valore singolare di 4000 sterline.

tesoro riemerso sotto cucina
Il tesoro riemerso – viaggi.nanopress.it

In un’altra del 1675 invece emerge un errore di ortografia perché il nome del Re è scritto in modo sbagliato. Anche in questo caso la valutazione della moneta singola va rialzo.

Il banditore che si occupa dell’asta dichiara che la scoperta è stata la più importante e affascinante che si potesse desiderare, perché è veramente raro trovare delle monete inglesi e riuscire ad immetterle nel mercato come successo in questo caso.

D’altro canto quanto avvenuto dimostra che l’economia inglese dei primi decenni era molto difficile, chiunque diffidava dalla banconota e dalla banca, per questo qualcuno nascondeva le monete come meglio poteva.