Case costruite nelle rocce: gli insediamenti più belli del mondo

Case costruite nelle rocce, in tutto il mondo ce ne sono moltissime di spettacolari e suggestive. Alcune di queste sono ancora abitate dall’essere umano.

fascino fiabesco case costruite nelle rocce
Il fascino fiabesco delle case costruite nelle rocce – viaggi.nanopress.it

Alcune sono ormai abbandonate da tempo, altre sono ancora abitate. Le case costruite nelle rocce sono qualcosa di davvero affascinante, a tal punto che alcune di esse sono persino state proclamate Patrimonio dell’Umanità.

Il fascino fiabesco delle case costruite nelle rocce, le più spettacolari del mondo

Le civiltà rupestri ci affascinano da sempre. Le grotte infatti hanno rappresentato le prime abitazioni dell’essere umano e fin dalla preistoria sono state scavate nelle pareti rocciose fino a creare dei veri e propri insediamenti.

Di queste antiche case scavate nella roccia ne è pieno il mondo, ma le più spettacolari del pianeta si trovano in queste 10 località.

Derinkuyu, Cappadocia

In Turchia, nell’affascinante regione della Cappadocia, si trova una spettacolare città sotterranea. Un labirinto fatto di grotte, tunnel e piccoli passaggi su più livelli a circa 85 metri di profondità, una vera e propria metropoli scavata dall’uomo nel VII secolo a.C. circa.

Case costruite nelle rocce
Derinkuyu – viaggi.nanopress.it

La sua scoperta è avvenuta per puro caso nel 1963, quando un cittadino del posto durante dei lavori di ristrutturazione si è ritrovato di fronte a uno degli ingressi del labirinto. Ma perché questa città è stata costruita nelle profondità della terra?

L’esistenza di Derinkuyu si deve al bisogno di proteggere i suoi abitanti dalle guerre religiose.

Grandi porte di pietra, sistemi di ventilazione, pozzi d’acqua potabile, cucine, camere da letto, una scuola, una chiesa e persino uno spazio per il bestiame davano la possibilità agli abitanti di vivere perfettamente in questi tunnel chilometrici, un tempo collegati anche ad altre città sotterranee.

La Roque-Gageac, Francia

In Nuova Aquitania, su un fianco del fiume Dordogna si trova il piccolissimo villaggio di La Roque-Gageac.

Si tratta di uno dei villaggi più belli di tutta la Francia, caratterizzato dalle sue pittoresche stradine, dalla vegetazione di tipo tropicale che lo circonda e da una meravigliosa vista sulla valle.

La Roque-Gageac
La Roque-Gageac – viaggi.nanopress.it

Tra la sequela di graziose casette in pietra ambrata ai piedi di una falesia si trovano alcune grotte, un tempo probabilmente abitate dai cittadini del luogo. La Roque-Gageac è uno di quei posti che una volta scoperto ti farà pensare di non aver mai visto in vita tua uno borgo così incredibilmente affascinante.

Case costruite nelle rocce: Guadix, Spagna

A nord della Sierra Nevada, in provincia di Granada, si trova la città millenaria di Guadix. La particolarità unica di questa località spagnola è la presenza del Barrio de las Cuevas, ovvero il quartiere delle grotte.

Case costruite nelle rocce
Guadix – viaggi.nanopress.it

In questa zona, tra le più singolari di tutta l’Andalusia, sono presenti circa duemila abitazioni sotterranee che hanno permesso a Guadix di essere nominata come Capitale europea delle grotte.

Ancora oggi alcune delle case-grotte sono abitate, mentre altre sono state destinate all’accoglienza dei turisti.

Kinver Edge, Inghilterra

Se hai amato Lo Hobbit di JRR Tolkien, questo posto potrebbe di certo attirare la tua attenzione.

Kinver Edge si trova tra le contee del Worcestershire dello Staffordshire. Si tratta di una brughiera dalle creste rocciose fatte da arenaria morbida, molto facile da scavare tanto da essere stata trasformata in case.

Kinver Edge
Kinver Edge – viaggi.nanopress.it

Queste abitazioni nella roccia sarebbero state scoperte per la prima volta nel 1777 quando un uomo di nome Joseph Heely, sorpreso da un temporale durante una passeggiata, si accorse che da una cresta rocciosa proveniva del fumo.

Con sua grande sorpresa si sarebbe avvicinato, scoprendo così le case ricavate dalla collina. Heely avrebbe descritto una delle case nella quale sarebbe stato invitato ad entrare come strana calda e comoda.

Parecchio tempo dopo la sua descrizione e quelle stesse case avrebbero ispirato proprio JRR Tolkien per Lo Hobbit.

Cliff Palace, Colorado

In Colorado nella contea di Montezuma nel 1978 l’Unesco ha proclamato il Parco Nazionale di Mesa Verde come Patrimonio dell’Umanità.

Al suo interno sono custoditi numerosi insediamenti umani all’interno delle rocce, un tempo abitati dai popoli Ancestrali chiamati Anasazi. L’insediamento più grande è quello di Cliff Palace.

Cliff Palace
Cliff Palace – viaggi.nanopress.it

Questo enorme rifugio sarebbe stato costruito tra il XII e il XIII secolo e comprende ben 150 stanze e diverse torri. Si stima che un tempo ospitava almeno un centinaio di persone.

Vardzia, Georgia

Al confine con Turchia e Armenia ecco Vardzia, una meravigliosa città rupestre fatta di caverne, tunnel segreti e camere sotterranee nata nel XII secolo come fortezza. Successivamente la città è stata trasformata in monastero nel quale sono stati ospitati circa 2 mila monaci.

La sua storia fu compromessa da un terremoto che nel 1283 ne distrusse buona parte. Oggi Vardzia è gestita da un gruppo di religiosi tornati qui dopo la fine dell’Unione Sovietica.

Villaggi Dogon, Mali

In Mali si trova uno dei siti archeologici e geologici più importanti di tutta l’Africa. Parliamo della falesia di Bandiagara, Patrimonio Unesco dal 1989.

Si tratta di una parete rocciosa di circa 500 metri d’altezza famosa per aver ospitato insediamenti umani risalenti al XI secolo. Secondo gli archeologi, qui avrebbero vissuto i Tellem un popolo pigmeo che viveva all’interno. Intorno al XIV questo popolo venne poi cacciato dai Dogon, un’altra popolazione in fuga dalle invasioni islamiche che si stabilì proprio qui.

Matmata, Tunisia

Se Kinver Edge ha ispirato Lo Hobbit, il villaggio di Matmata in Tunisia è invece stato il set di Guerre Stellari Episodio IV.

Lo scenario di questo posto sembra a dir poco lunare: un vasto deserto costellato da colline scavate e trasformate in abitazioni fa sembrare la distesa di sabbia come cosparsa di crateri. Le abitazioni scavate nella roccia, però, in questo caso hanno uno scopo ben preciso: proteggere i cittadini dal caldo asfissiante dell’estate.

Case costruite nelle rocce: Coober Pedy, Australia

Nel bel mezzo del deserto australiano a 850 km da Adelaide si trova Coober Pedy. In questa città gli abitanti vivono sottoterra all’interno delle ex miniere di opale per sfuggire alle temperature estive che qui raggiungono i 40°C.

In superficie si trovano solo poche case, un paio di locande, una scuola e un ospedale. Ma è sottoterra che si sviluppa buona parte della città con case, alberghi, bar chiese e ristoranti.

Matera, Italia

Per ammirare uno scenario urbano incredibile completamente scavato nella roccia non serve sempre andare poi troppo lontano. Anche in Italia ne abbiamo uno a dir poco straordinario: Matera e i suoi Sassi. La bellezza dei Sassi di Matera è indicibile e ineguagliabile.

matera
Matera – viaggi.nanopress.it

Qui infatti tutti gli edifici, le chiese e i palazzi sono stati scavati nel tufo della Murgia e sono stati abitati sin dalla Preistoria. A costituire i Sassi sono essenzialmente due quartieri: Sassi Caveoso e Sasso Barisano che insieme al rione Civita formano anche il centro storico della città Patrimonio dell’Umanità.