Acquario di Livorno: orari e informazioni utili per una gita tra pesci e arte

da , il

    Avete mai visitato l’Acquario di Livorno? Certo è meno conosciuto del celebre Acquario di Genova, ma se vi trovate in Toscana o in Liguria, una gita tra i pesci livornesi (quelli ancora vivi, il caciucco scordatevelo almeno fino all’ora di pranzo) merita. L’Acquario ha riaperto al pubblico lo scorso luglio, dopo ben 11 anni di chiusura, e contiene tesori archeologici del Mediterraneo, scoperte scientifiche, mostre temporanee o permanenti, tutto all’interno di un percorso integrato che vi farà scoprire la bellezza unica del Mare Nostrum.

    L’Acquario di Livorno vale una visita solo per ammirare la sede in cui si trova: innanzitutto perchè sorge in una posizione molto scenografica come quella del Lungomare di Livorno, proprio accanto alla Terrazza Mascagni, vera e propria punta di diamante, oltre che di Livorno, anche di tutto il litorale toscano.

    Qui infatti la Costa degli Etruschi incontra l’arcipelago toscano e il Santuario dei Cetacei, creando un forte legame col tema del mare, della natura e dell’archeologia che rendono meravigliosa la città che ha dato i natali ad artisti del calibro di Mascagni e Modigliani. Non a caso, la Toscana è la regione col maggior numero di siti patrimonio dell’umanità.

    In secondo luogo, perchè l’Acquario si trova all’interno di un palazzo storico, con una forte valenza artistica e architettonica, costruito nel 1937 dall’ingegnere Enrico Salvais. Dopo essere stato distrutto nel corso della seconda guerra mondiale, è stato successivamente restaurato e quindi aperto al pubblico.

    L’Acquario di Livorno, il più grande della Toscana, è diverso da tutti gli altri, perchè propone visite che spaziano tra natura, scienza e arte, alla scoperta del Mare Mediterraneo e della sua storia: è l’unica struttura del suo genere ad avere un’area marina archeologica greco-romana, con la riproduzione di sarcofagi di Taranto e il relitto di una nave romana.

    Fino a primavera 2011, è possibile visitare la mostra ‘Il telescopio di Galileo. Lo strumento che ha cambiato il mondo’, ideata dal Museo Galileo di Firenze.

    Gli orari dell’Acquario, per il mese di gennaio, vanno dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.15) ogni sabato, domenica e festivi. Dal lunedì al venerdì possono accedere solo i gruppi o le scolaresche, ma non sono ammesse visite individuali.

    Le tariffe dei biglietti variano a seconda di età e numero di partecipanti:
    • Adulti: 12 euro
    • Ragazzi dai 4 ai 12 anni: 6 euro
    • Ridotti (over 65, disabili, invalidi, militari): 10 euro
    • Gruppi: 10 euro
    • Scuole: 6 euro

    Per ogni informazione, basta consultare il sito dell’Acquario di Livorno.