Aruba, l’isola caraibica dei sogni: 5 motivi per visitarla

da , il

    Aruba, l’isola caraibica dei sogni: 5 motivi per visitarla

    Mai sentito parlare di Aruba? Custodita nel mare blu cobalto dei Caraibi, è un’isola di rara bellezza, rivestita da una natura incontaminata e costantemente baciata dal sole: non a caso è stata soprannominata l’Isola della Felicità. In questa terra d’oltreoceano esiste un’incredibile varietà paesaggistica: lungo la costa si alternano baie bianchissime bagnate da acque incredibilmente trasparenti, a rocce frastagliate; mentre al suo interno la riserva naturale di Arikok si divide il territorio con l’architettura coloniale della capitale. Aruba è un’isola incantevole e misteriosa al tempo stesso, grazie alla presenza di numerose incisioni rupestri, opera degli sciamani. Qui il tempo sembra essersi fermato: il turista, come un Robinson Crusoe dei tempi moderni, si sentirà in forte connessione con la natura circostante, e avrà soltanto da scegliere quale attività intraprendere per prima: lunghe camminate, bagni rilassanti, escursioni nelle profondità marine, oppure kayak sono solo alcune delle possibilità offerte dall’Isola di Aruba.

    IL PARADISO IN SPIAGGIA

    Aruba lungo il suo perimetro custodisce due spiagge imperdibili, che di per sé valgono la visita dell’isola. Sono le baie più famose, nonché quelle in cui sorgono tutti i resort e si concentra la vita turistica: stiamo parlando di Palm Beach e Eagle Beach.

    Nell’incantevole Palm Beach si trovano i migliori luxury hotel, dotati di ogni genere di comfort, ristoranti di ottimo livello, negozi e naturalmente bar sulla spiaggia e centri per gli sport acquatici.

    Eagle Beach, riconosciuta più volte come una delle spiagge più belle del mondo, è invece l’ideale per gli amanti della tranquillità: è un’oasi appartata e protetta dal caos, in cui abbandonarsi al relax più totale. Qui è possibile ammirare anche gli alberi più fotografati dell’isola, i famosi Divi Divi: dotati di tronchi intrecciati come fili di lana, oltre a essere delle autentiche opere d’arte naturali, sono anche un ottimo angolo di ristoro per chi è in cerca di riparo dagli implacabili raggi solari.

    Aruba Costa Nord

    LA NATURA SELVAGGIA NEL PARCO ARIKOK

    L’Isola di Aruba è rivestita per il 18% da una riserva naturale, il Parco Arikok. Tra i cactus e la ricca vegetazione si nascondono numerosi siti storici, formazioni geologiche uniche e spettacolari, e anche moltissime specie animali. E’ possibile scoprire le bellezze del Parco Arikok, prenotando un’escursione organizzata con una delle agenzie presenti sull’isola, oppure, se siete amanti dell’avventura, potete addentrarvi alla scoperta della natura in totale autonomia, magari affittando un quad o un fuoristrada.

    L’ARCHITETTURA COLONIALE DI ORANJESTAD

    L’Isola di Aruba riserva bellezze anche per gli amanti dell’architettura: la capitale Oranjestad, situata nella costa meridionale, è famosa per la sua pittoresca architettura multicromatica, frutto della fusione tra lo stile olandese e quello spagnolo. Qui le case sono tutte rivestite di tinte pastello, come il giallo, il rosa, l’azzurro, che osservate nel loro insieme danno l’idea di trovarsi in una graziosa cittadina di marzapane. Non mancano i musei, i negozietti e i ristoranti in cui gustare dell’ottimo pesce fresco.

    LA RICCHEZZA DELLA GASTRONOMIA E L’OFFERTA ALBERGHIERA

    L’Isola di Aruba ha altri due punti forti: l‘offerta alberghiera e la ricchezza gastronomica. Qui il turista, oltre a godere di meraviglie naturalistiche, ha la certezza di trovare un posto in cui alloggiare che risponda sicuramente alle sue esigenze. Sono presenti tipologie di strutture molto diverse, pertanto ogni genere di cliente può trovare ciò che fa al caso suo.

    Anche la cucina di Aruba non è per niente male: grazie alla sua ricchezza culturale, vanta una tradizione gastronomia estremamente ricca e variegata. Le tre influenze dominanti nei piatti sono quella Olandese, sud americana e caraibica. Per darvi un’idea, potrete gustare pietanze a base di frutti mare, come il wahoo, il dentice, la lampuga e il barracuda, cucinati in diversi modi (alla griglia, in padella, o affumicati).

    Da non perdere è il Pisca hasa crioyo, il piatto tipico della cucina creola di Aruba, cucinato nella maggior parte dei ristoranti dell’isola e servito con fette di pane, salsa a base di cipolla, pomodoro, piselli e aglio.

    Aruba Eagle Beach

    L’ONNIPRESENZA DEL SOLE

    Infine l’altra grande dote dell’Isola di Aruba è il clima: trovandosi fuori dalla rotta degli uragani, è al sicuro da piogge e temporali e vanta quindi un clima gradevole tutto l’anno. Inoltre Aruba è l’isola dei Caraibi con più giorni di sole, nonostante questo riesce a essere piuttosto fresca grazie ai venti alisei, che soffiano ogni giorno. La temperatura media è di 28 gradi, senza umidità, con qualche picco verso l’alto nei mesi che vanno da maggio a ottobre e verso il basso da dicembre a marzo. In altre parole, il paradiso!