Weekend a Londra: cosa vedere e dove dormire

da , il

    Sapete, in un weekend a Londra, cosa vedere e dove dormire? Ma soprattutto è fattibile in soli tre giorni? Se siete amanti delle lunghe passeggiate, per voi sarà un gioco da ragazzi. L’importante è organizzare le tappe giornaliere per tempo e il vostro tour di Londra sarà un successo! La capitale britannica ha molto da offrire: tra musei, monumenti, parchi, mercatini, musical, attrazioni, la lista delle cose da vedere è davvero infinita. Meta di uomini di affari, studenti in cerca di un lavoro, immigrati e turisti, Londra è una delle città più visitate al mondo. Il segreto del suo fascino imperituro sta nel fatto che è multietnica e multirazziale, ricca di opportunità, di eventi e di appuntamenti mondani, oltre che di architettura e immensi parchi in cui rilassarsi dalle lunghe passeggiate.

    Primo Giorno

    Innanzitutto approfittate dell’efficiente rete metropolitana. Prendete dunque, la metro e scendete alla fermata Waterloo. Da qui, raggiungete in pochi minuti a piedi il London Eye, da cui avrete una meravigliosa vista sul Big Ben. Tornate per un attimo bambini e gustatevi un giro sulla ruota panoramica, la vista sullo skyline di Londra è davvero mozzafiato! Dirigetevi poi al Palazzo del Parlamento, passando per Westminster Bridge, quindi puntate a Westminster Abbey, sito patrimonio dell’umanità UNESCO. Visitatela accuratamente dentro e fuori. Poi, attraversate Buckingham Palace Road, per raggiungere il Palazzo della Regina (passando di qui verso le 11.30 potrete anche assistere al cambio della guardia!). Dopo uno spuntino e una meritata pausa di relax, riprendete il vostro tour raggiungendo Piccadilly Circus, la piazza simbolo della città, un’autentica icona visitata ogni giorno da migliaia di persone. Infine, per la serata, potrete optare per Covent Garden, famosa per i suoi pub, ristoranti e bancarelle di ogni genere.

    Secondo Giorno

    Partite di prima mattina visitando St Paul, la cattedrale simbolo della città di Londra. Non relegate la visita al pomeriggio, rischiereste di non fare in tempo, perché rimane aperta soltanto fino alle 16.00! Da St Paul passate al Tate, il museo di arte moderna (orari: domenica al martedì dalle 10.00 alle 18.00; venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.00), il paradiso per gli amanti del genere, peraltro a ingresso gratuito. Se siete appassionati di arte, non potete perdervi nemmeno il National Gallery, anche in questo caso l’ingresso è gratuito (aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00, il venerdì fino alle 21.00). La struttura è incredibilmente immensa, pertanto vi converrà selezionare gli artisti e le opere da vedere, per evitare di sostare nel museo per più di due ore. Per pranzo recatevi nella zona del London Bridge, qui troverete qualsiasi cosa cerchiate per un ottimo spuntino. A questo punto, una visita alla Tower of London è d’obbligo e siate generosi con le foto al Tower Bridge. Scegliete infine una serata alternativa: dirigetevi a Soho, il quartiere più bizzarro di tutta Londra, nonché quartiere a luci rosse ad alta frequentazione di omosessuali.

    Terzo giorno

    La mattina dell’ultimo giorno trascorretela al British Museum, ma come consigliato prima per il National Gallery, evitate di trattenervi per più di due ore. Il resto della giornata è assolutamente da dedicare allo shopping… altrimenti che senso ha una weekend a Londra?! Innanzitutto visitate i famosi magazzini Harrods, il vero simbolo del lusso. Nelle vie circostanti troverete facilmente parcheggiate o in attesa, Bentley, Roll Royce e altre auto che probabilmente mai avrete visto prima. Per acquisti più a buon mercato, optate per Regent Street, Oxford Street e ovviamente Portobello Road, dove potrete trovare anche tanto, tanto vintage. La vostra ultima cena spendetela in uno dei numerosi locali del West End….e buon rientro!

    Dove dormire

    Londra detiene anche il primato di essere una delle città più care del mondo, per quanto riguarda i prezzi degli alberghi. Pertanto, se avete in mente una vacanza dai costi contenuti, optate per una delle numerose catene internazionali low cost, presenti nella capitale britannica. Potrete scegliere tra Ibis, Novotel, Express by Holiday Inn, Premier Inn e Easy Hotel, quest’ultima ideata da Stelios Haji-Ioannou, il creatore della EasyJet. Se invece non avete problemi di portafoglio, potrete permettervi di spaziare su di una scelta decisamente più ampia e soprattutto potrete azzardare, senza rimorsi, a soggiornare in una delle tante strutture di eccellenza, come ad esempio, l’Hotel Savoy, la prima struttura di lusso aperta in Gran Bretagna, il Ritz custodito all’intero di un meraviglioso edificio neoclassico, The Langham inaugurato nel 1865 come il primo grand hotel d’Europa e infine il Corinthia, situato nel cuore di Londra, perfetto per chi non sa resistere al lusso.