Vu cumpra in spiaggia, scatta la prima sanzione a Iesolo

da , il

    Vu cumpra in spiaggia, scatta la prima sanzione a Iesolo

    La prima donna multata a Venezia è un’austriaca di 65 anni, stava acquistando un borsellino griffato ma rigorosamente falso da un abusivo sulla spiaggia di Iesolo, è stata colta in flagranza di reato dai vigili urbani, la sanzione prevista per chi acquista prodotti dai vu cumpra è salatissima: 1000 euro!

    A proposito di leggi bizzarre, anche il Comune di Venezia per fermare il mercato degli abusivi che vendono prodotti falsi, occhiali da sole, braccialetti e cavigliere, ha dichiarato guerra ai vu cumpra che anche quest’anno hanno invaso una delle spiagge più frequentate d’Italia.

    La donna austriaca di 65 anni dopo aver pagato 7 euro per un borsellino finto-griffato ha ricevuto un verbale ben più salato dai vigili urbani del Comune di Venezia che erano appostati presso Piazza Mazzini con tanto di binocolo per sventare i ‘reati’.

    Il comune del capoluogo veneto ha intentato una lotta contro gli abusivi in spiaggia, un fenomeno che ha detta del primo cittadini è diventato insostenibile.

    ‘Ricevo lamentele tutti i giorni -dice Francesco Calzavara-, un turista mi ha segnalato di aver avuto, in una sola giornata al mare, 48 visite di ambulanti in spiaggia’.

    Le misure, con tanto di multe a dir poco pazzesche, sono state prese per evitare che i turisti vengano dissuasi dal soggiornare sui lidi del Veneto a causa dell’assalto dei vu cumpra.

    Ma chissà se la turista, alla quale un borsellino da sette euro le è costato invece 1007 euro, sarà contenta di ritornare a frequentare le spiagge di Iesolo.

    In ogni caso vi consigliamo di fare molta attenzione a non acquistare merci dai vu cumpra se doveste trovarvi sulle spiagge del litorale veneziano. E poi non dite che non vi avevamo avvisati!