Viaggiare sicuri a Cuba: tutto su vaccinazioni consigliate, documenti, clima e rischi

Viaggiare sicuri a Cuba: tutto su vaccinazioni consigliate, documenti, clima e rischi
da in Cuba, Viaggiare informati
Ultimo aggiornamento:
    Viaggiare sicuri a Cuba: tutto su vaccinazioni consigliate, documenti, clima e rischi

    E’ fondamentale sapere cosa fare per viaggiare sicuri a Cuba, per partire sereni e godersi a pieno un tour alla scoperta di un Paese che vive di forti contrasti, bellezze spettacolari e orrori indimenticabili. Cuba, nonostante le sue profonde ferite, è una delle mete turistiche più apprezzate del mondo. A dispetto delle dicerie popolari, è anche piuttosto sicura, grazie soprattutto al suo sistema di difesa civile, molto ben visto anche dall’ONU. Non avrete particolari problemi a scoprire Cuba, se terrete presente alcune importanti indicazioni, che stiamo per illustrarvi. A Cuba oltre a sapere cosa vedere, è importante sapere cosa evitare e non ci riferiamo soltanto ai pericoli connessi all’uomo, in realtà di questa fantastica isola, bisogna tener presente anche il clima, essendo tropicale. Pertanto è bene partire nei mesi in cui non sono previsti uragani o cicloni. Rimarrete colpiti da Cuba: la gente è molto cordiale ed aperta; i ritmi di vita sono tranquilli e non è raro vedere cittadini che ballano lungo le strade. Lasciatevi travolgere dalla tradizionale atmosfera cubana, seguite i consigli che stiamo per darvi e il vostro tour di Cuba sarà indimenticabile.


    Per andare a Cuba bisogna essere in possesso del passaporto con una validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Non solo, è necessario procurarsi anche il visto d’ingresso: normalmente i tour operator presso cui si acquista il biglietto aereo si occupano anche del visto, ma se siete viaggiatori indipendenti, potrete facilmente ottenerlo, recandovi presso gli uffici consolari cubani in Italia. Il visto d’ingresso per Cuba ha una validità massima di trenta giorni, rinnovabile per ulteriori 30 giorni, per una durata complessiva di 60 giorni, dietro pagamento di una tassa statale presso i locali uffici delle autorità di immigrazione. Se non doveste rinnovarlo entro i termini previsti per legge, le Autorità cubane avranno il potere di rimpatriarvi, previo periodo di detenzione. Durante tale periodo le spese di vitto e alloggio saranno a vostro carico.

    Tenete inoltre presente che se andate a Cuba con un visto turistico, non potrete assolutamente svolgere alcuna attività lavorativa. Fate attenzione, perché in caso di violazione, le sanzioni sono piuttosto severe e anche in questo caso possono comportare la detenzione, nonché l’espulsione dal Paese.


    La situazione sanitaria a Cuba, fatta eccezione per l’Avana, è decisamente più precaria rispetto agli standard europei. Le strutture ospedaliere versano in scarse condizioni igienico-sanitarie e sovente sono prive di medicinali, materiale e attrezzature sanitarie. Dal 2010, è pertanto obbligatorio partire per Cuba, dopo aver stipulato un’assicurazione medica e essersi muniti di tutti quei medicinali che possono tornare utili durante il soggiorno. La sanità a Cuba è privata, pertanto il costo di ricoveri e cure mediche può rivelarsi molto elevato. Solitamente le amministrazioni locali richiedono al turista il pagamento di tutte le spese sostenute, per autorizzare le dimissioni dalla struttura. Qualora non siate in grado di sostenere la spesa, potrebbe esservi negato il rimpatrio da parte delle Autorità locali.

    Per un viaggio a Cuba non sono necessarie vaccinazioni, tuttavia è importante tenere presente che nel Paese è stata registrata la presenza di alcune patologie, potenzialmente pericolose, come il ‘Virus Chikungunya’, trasmesso dalla zanzara Aedes aegypti, che procura una sintomatologia analoga a quella del Dengue. Sono inoltre stati registrati casi sporadici di Virus Zika (ecco come proteggersi), anch’esso trasmesso dalla zanzara Aedes Aegypti. Non mancano infine casi di colera, sia nelle regioni orientali del Paese che nella stessa Capitale, pertanto è di fondamentale importanza osservare un’attenta cura igienico sanitaria di sé e degli ambienti in cui si soggiorna.

    Infine, in base alla durata del vostro viaggio a Cuba, previo consulto col vostro medico di fiducia, potrebbero rivelarsi utili i seguenti vaccini:

    - Epatite A e B;

    - Difterite, tetano, poliomelite (se l’ultimo richiamo risale a oltre 10 anni fa);

    - Febbre tifoidea.


    Il clima di Cuba è tropicale, pertanto ci sono mesi dell’anno in cui organizzare un viaggio è ottimale e altri in cui, oltre a risultare una spesa inutile, può rivelarsi potenzialmente pericoloso, per via delle forte perturbazioni. La stagione asciutta va da novembre a maggio, mentre la stagione umida va da giugno a ottobre ed è caratterizzata da piogge brevi e violente. In particolare, tra settembre e ottobre, le precipitazioni sono molto intense e spesso si tramutano in veri e propri cicloni. Quindi il periodo migliore per visitare Cuba ed evitare gli uragani, è quello compreso tra gennaio e marzo.


    Com’è la viabilità a Cuba? La legislazione del Paese prevede che, in caso di incidenti mortali o lesioni alle persone, il turista possa essere arrestato: in caso di omicidio colposo, rischia una condanna da uno a dieci anni di carcere e non gli è consentito lasciare il Paese, finché è in attesa del processo.

    Se dovesse essere confermata la condanna, il turista dovrà obbligatoriamente scontare un periodo minimo di detenzione presso gli istituti di detenzione cubani. Fate dunque molta attenzione se avete intenzione di girare il Paese, affittando un auto: fuori dalle città infatti, la circolazione automobilistica è molto disordinata, con frequenti infrazioni del codice stradale. Occhio soprattutto alle biciclette, spesso mancano di qualsiasi dispositivo luminoso e sono causa di numerosi incidenti.


    - A Cuba circolano due monete, il peso cubano (CUP), detto anche moneta nazionale, e il peso cubano convertibile (CUC), che ha un valore pari al dollaro USA. Il rapporto tra il CUC ed il CUP, per le persone fisiche, è di 1 a 24. La maggior parte dei beni e dei servizi può essere pagata esclusivamente in pesos convertibili. Inoltre è vietata la circolazione dei dollari statunitensi in contanti. Se avete intenzione di cambiarli in banca, tenete presente che subiranno un ulteriore aggravio pari al 10% oltre le spese bancarie per le operazioni di cambio.

    - Considerate le condizioni climatiche di Cuba e l’estrema precarietà del sistema idrico e fognario, è fondamentale bere esclusivamente acqua imbottigliata; utilizzate l’acqua corrente solo se è stata preventivamente bollita. Infine, bandite il ghiaccio, frutta e verdure crude.

    - Evitate assolutamente i ristoranti italiani, a Cuba rischiereste di prendere soltanto delle cantonate. Andate e mangiate tutto il pesce che c’è: qui viene cucinato in maniera impeccabile.

    - Evitate di girare Cuba portando con voi troppo denaro. La cosa migliore da fare è portare con sé il minimo indispensabile e lasciare il resto dei soldi nelle cassette di sicurezza dell’hotel. Non mancano infatti episodi di rapine e furti, nonostante la Polizia sia molto vigile e onnipresente. Evitate anche di indossare troppi gioielli.

    - Evitate assolutamente di circolare per Cuba senza documenti: i controlli sono molto frequenti, pertanto tutti i cittadini sono obbligati a girare portando sempre con sé un documento di riconoscimento. L’ideale è girare con una fotocopia, lasciando l’originale nella cassetta di sicurezza dell’hotel.

    - Siate sempre prudenti, soprattutto sulle spiagge, in particolare nella zona di S. Maria – Playas del Est, dove si sono verificati numerosi furti ed aggressioni.

    - A Cuba, il consumo di droga, sia essa marihuana, cocaina e haschisch è severamente vietato: se venite trovati in possesso di queste sostanze potreste rischiare pene che arrivano anche a 30 anni di detenzione!

    1371

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CubaViaggiare informati
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI