NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Vacanze di Pasqua al caldo: le mete più gettonate (e non solo)

Vacanze di Pasqua al caldo: le mete più gettonate (e non solo)
da in Africa, Grecia, Marocco, Spagna, Vacanze in Italia, Vacanze Pasqua, Salento
Ultimo aggiornamento: Venerdì 07/04/2017 14:23

    Marrakech

    Avete intenzione di trascorrere le vacanze di Pasqua al caldo? Allora, siete nel posto giusto! Abbiamo scelto per voi le mete più gettonate e non solo, per una viaggio primaverile, luoghi in cui potrete visitare affascinanti città ricche di storia e architettura, altri in cui la parola d’ordine è relax su infinite distese di sabbia bagnata dall’oceano, e altri ancora dove si respirano nell’aria i forti profumi d’oriente. Scoprite le destinazioni perfette per un soggiorno pasquale….e iniziate a preparare le valigie!

    Vacanze di Pasqua al caldo: Salento
    Salento

    Per chi intende restare in Italia, durante le vacanze di Pasqua, il Salento rientra sempre tra le mete predilette: in questo periodo, le temperature sono perfette e consentono di scoprire le bellezze di questa terra in tutta tranquillità e senza doversi preoccupare dei troppi turisti e del caldo eccessivo che si trovano invece in estate. Oltre ad essere famoso per le sue splendide spiagge di sabbia bianca, che rientrano di diritto tra le più belle d’Italia, il Salento è noto per le sue specialità enogastronomiche, tutte da assaporare magari organizzando un itinerario di gusto. Tra le innumerevoli bellezze che questa terra offre, noi vi consigliamo di visitare Gallipoli, con il suo splendido centro storico ubicato su un’isola unita alla terra ferma da un ponte, che offre scorci e panoramiche mozzafiato; Ostuni, soprannominata la ‘città bianca’ le cui candide abitazioni sono arroccate su una ripida collina; e Lecce, capoluogo di provincia ricco di storia e di splendidi monumenti e piazze, tra cui ricordiamo la Basilica di Santa Croce e Piazza Sant’Oronzo.

    Vacanze di Pasqua al caldo: Andalusia
    Siviglia

    Per chi ha voglia di lasciare l’Italia e trascorrere le vacanze di Pasqua al caldo, per scoprire luoghi dalle temperature gradevoli, ma non troppo lontani, l’Andalusia è la destinazione ideale: anche qui il clima è praticamente estivo, tuttavia il caldo opprimente non è ancora arrivato. In questa terra caliente sono nate alcune delle più celebri tradizioni spagnole come il flamenco e la corrida. L’Andalusia custodisce inoltre, entro i suoi confini territoriali, città di notevole valore storico e architettonico, dotate di un fascino senza tempo: da non perdere il capoluogo Siviglia, dove si celebra tra l’altro la celebre Semana Santa, Granada con l’imponente Alhambra, Malaga con la casa-museo di Picasso, e l’arabeggiante Cordoba, celebre per le sue moschee e per i palazzi moreschi.

    Vacanze di Pasqua al caldo: Canarie
    fuerteventura

    Tra le mete più gettonate per trascorrere le vacanze di Pasqua al caldo non potevano certo mancare le Canarie, un arcipelago che pullula di spiagge incantevoli, molto amate non solo da chi è in cerca di relax, ma anche dai surfisti. Imperdibili sono le baie bianche di Fuerteventura, la natura selvaggia di La Gomera, i paesaggi lunari di Lanzarote e il Parco Nazionale del Teide, in cui si trova il terzo vulcano più grande del mondo. Rimarrete piacevolmente colpiti dalla ricchezza naturalistica che le Canarie hanno in serbo per voi…

    Vacanze di Pasqua al caldo: Marocco
    Marocco

    Un’altra meta imperdibile per chi ama trascorrere le vacanze di Pasqua al caldo è sicuramente il Marocco, dove in questo periodo il clima è piacevole e il caldo ancora sopportabile. Qui le città e i luoghi da visitare sono davvero numerosi, e c’è l’imbarazzo della scelta tra un tour delle quattro maestose città imperiali di Marrakech, Meknes, Rabat e Fès; una traversata tra le dune del deserto del Sahara; una tappa a Tangeri, città di frontiera con splendide spiagge e maestosi palazzi; e una visita a Chefchaouen, la città blu del Marocco.

    Thassos

    Se non volete sentire parlare di altro se non di vacanze di Pasqua al caldo, ma siete anche stanchi delle solite destinazioni primaverili, ascoltate noi: Thassos è la risposta. Non è un la solita Santorini e nemmeno Corfù, Thassos è qualcosa di diverso. I soprannomi di Thassos sono tanti, il ‘Diamante verde dell’Egeo’, ma anche ‘Isola di Smeraldo’, e nessuno di questi è esagerato. Le sue coste sono intarsiate dalle mani di Dio, regalando ai suoi visitatori spiagge di rara bellezza. A lambirle è un mare solitamente calmo, che si tinge di verde, di blu o di azzurro, regalando costantemente emozioni uniche ai suoi esploratori. Il pezzo forte di Thassos sono naturalmente le spiagge, ma a differenza della maggior parte delle isole greche, ha molto altro da offrire: incantevoli paesini di montagna da scoprire dopo lunghe passeggiate attraverso sentieri immersi nella natura selvaggia, percorsi in mountain bike, e anche un bel po’ di cultura. A Limenas infatti, oltre al museo archeologico, dove potrete ammirare subito all’ingresso la maestosa statua di Kouros, ci sono diversi siti di interesse storico-culturale, tra cui un’agorà, un teatro antico e l’acropoli. Ad Aliki invece, si trova un sito archeologico, dove potrete ammirare le vecchie cave di marmo che risplendono nel mare cristallino. Una cosa che non potete perdervi di Thassos, anche in una vacanza di pochi giorni, è la spettacolare piscina naturale di Giola. Scavata nella roccia, offre una vista unica e mozzafiato sul mare con cui confina. A dividerli c’è soltanto un sottile lembo di pietra. La piscina naturale di Giola si trova nella parte sud dell’isola e si raggiunge percorrendo un sentiero sterrato di 2km, che parte dalla strada principale. Ci si può arrivare a piedi, in bicicletta, ma anche in auto.

    madagascar

    Se amate la natura autentica e siete anche appassionati di animali, il Madagascar è perfetto per le vostre vacanze di Pasqua al caldo. Cosa vedere in Madagascar in pochi giorni? Naturalmente, dovrete selezionare soltanto alcune delle bellezze di questa isola poliedrica, perché per poterla scoprire tutta, dovreste rimanerci un mese! E’ doveroso partire dalle incantevoli spiagge: nella costa nord orientale, chiamata Vanilla Coast, ad aspettarvi ci sono spiagge candide e incontaminate, mentre a sud sulla costa di Tulear, troverete le tipiche spiagge tropicali, bagnate da acque verdi smeraldo, in cui potrete andare alla scoperta della barriera corallina. Ma il Madagascar è molto di più di una costa tropicale: è un cuore di foresta, in cui si nascondono spettacolari specie animali, che potrete trovare soltanto qui (l’80%!). Oltre a scoprire le coste del Madagascar, quindi dovrete avventurarvi al suo interno, magari alla scoperta di uno dei tanti parchi nazionali, che rivestono l’isola. Uno dei parchi più famosi è la Riserva Naturale Integrale di Tsingy de Bemaraha: si trova nell’ovest del paese ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Divisa nei due parchi Petit Tsingy e Grand Tsingy, custodisce al suo interno la Stone Forest, una foresta di pietra che fa parte dei fenomeni geologici superficiali più spettacolari del mondo: qui vivono rettili, uccelli e lemuri, ed è possibile avventurarsi in una gita in canoa sul fiume Manambolo. Da non perdere, nel Petit Tsingy, è la Gola di Manambolo, rivestita da intricate foreste vergini e cascate che regalano paesaggi mozzafiato. Naturalmente vi sono molti altri parchi in Madagascar, come il Parco Nazionale della Montagne d’Ambre, ma non possiamo raccontarvi tutto, sicuramente per le vacanze di Pasqua avrete pochi giorni a vostra disposizione….

    1534

    PIÙ POPOLARI