Tour Eiffel: la storia che nessuno conosce

da , il

    Tour Eiffel: ecco la storia che nessuno conosce tra inventori, truffatori, eccezionali primati ed altre incredibili curiosità che rendono il simbolo di Parigi e di tutta la Francia ancora più speciale. Ma iniziamo dal principio: come tutti sanno la torre prende il nome dall’ingegner Gustave Eiffel, che la progettò e diresse i lavori di costruzione, realizzati in tempo record: i 324 metri di altezza della torre, che la rendono la costruzione più alta di Parigi, vennero innalzati in meno di due anni tra il 1887 ed il 1889, anno in cui venne inaugurata e successivamente aperta al pubblico; da allora il monumento simbolo della Francia viene visitato in media da 5 milioni e mezzo di persone oggi anno e si stima che nei suoi 125 anni di vita sia stata vista da 250 milioni di persone. Gli aneddoti sono appena iniziati: seguiteci per scoprire insieme le cose che non si conoscono e le curiosità più inaspettate che riguardano l’amata Tour Eiffel.

    Una storia travagliata

    La Torre Eiffel non è sempre stata apprezzata dai parigini: all’inizio essi opposero un po’ di resistenza alla sua costruzione poichè non la giudicavano gradevole esteticamente e le appiopparono il soprannome di “asparago di ferro”, che ancora oggi resiste tra coloro che non apprezzano la costruzione che comunque rimane uno strabiliante esempio di ingegneria e architettura progettato per fare da ingresso all’Esposizione Universale del 1889. Nel 1909 la torre rischiò addirittura di essere abbattuta per le contestazioni provenienti dall’élite intellettuale della città, ma fu salvata solo perchè si rivelò una piattaforma ideale per le antenne che servivano alla nascente radiotelegrafia. Ed è proprio qui che iniziamo ad entrare nei record: i primi segnali radio furono trasmessi dalla Torre Eiffel al Pantheon nel 1898, nel 1903 venne installata qui la stazione radiofonica militare e nel 1925 fu la volta della prima radio pubblica. Sempre parlando di primati, ricordiamo che la Tour Eiffel rimase l’edificio più alto del mondo fino al 14 marzo 1930, quando venne superata dal Chrysler Building di New York.

    Vicende incredibili

    Passando alle storie più incredibili che riguardano la Torre Eiffel, sicuramente la prima riguarda l’inventore austriaco Franz Reichelt, che il 4 febbraio 1912 si lanciò dai 60 metri di altezza del primo piano della torre per testare un nuovo paracadute da lui progettato: l’esperimento ebbe una tragica fine poichè il paracadute non di aprì e Reichelt si schiantò al suolo, ma l’autopsia rivelò che prima di toccare terra l’inventore era già morto a causa di un attacco cardiaco. Nel 1925 successe un fatto ancora più incredibile, che ha per protagonista la Tour Eiffel e il famoso truffatore Victor Lustig: venuto a conoscenza delle difficoltà economiche del governo nel mantenere la torre, si finse un funzionario governativo ed incontrò dei commercianti di materiali ferrosi per dire loro che la Tour Eiffel sarebbe stata smantellata i suoi pezzi rivenduti. Una volta incassati i soldi di quella che è considerata una delle truffe più famose della storia Lustig fuggì, ma fu poi arrestato nel 1934: la leggenda vuole che egli conservasse nella sua cella una foto della torre che arrecava la scritta “venduta per 100.000 franchi”.

    Altre curiosità

    Dopo queste storie incredibili, vediamo qualche altra curiosità sulla torre: essa viene completamente riverniciata ogni 5 anni, in circa 16 mesi di lavoro, con una quantità che varia tra 50 e 70 mila tonnellate di vernice di varie tonalità di grigio; al variare della temperatura, in estate la Torre Eiffel può arrivare ad allungarsi di ben 15 cm, e la sua punta può oscillare di 12 cm a causa del vento; per l’inaugurazione della torre, Gustave Eiffel salì personalmente tutti oltre 1700 gradini per issare sulla sommità la bandiera francese; dopo che la scala elicoidale che portava in cima alla Torre Eiffel fu sostituita per motivi di sicurezza, nel 1980, alcuni suoi pezzi furono venduti all’asta e ora si trovano in ogni parte del mondo, persino in Giappone e negli gli Stati Uniti. La Torre Eiffel in conclusione, è senza ombra di dubbio uno dei monumenti principali di Parigi, tra cui ci sono anche l’Arco di Trionfo e Notre-Dame.