Spiagge italiane più belle e conosciute: la top ten

Il Bel Paese continua ad affascinare i viaggiatori provenienti da ogni parte del globo, grazie all'incanto dei suoi paesaggi. Scoprite le 10 spiagge più belle d'Italia.

da , il

    E’ possibile stabilire quali siano le spiagge italiane più belle in assoluto? In generale, il Bel Paese continua fortunatamente ad affascinare i viaggiatori provenienti da ogni parte del globo, nonostante le note carenze in ambito turistico. Le sue coste sono intarsiate di lidi e baie meravigliose, alcune rivestite di sabbia bianca, altre di ciottoli bianchi, il mare poi si declina nelle tonalità del verde smeraldo e dell’azzurro, sino al blu intenso. Da nord a sud, sono moltissime le spiagge da sogno in Italia, noi ne abbiamo selezionate dieci: ecco la nostra top ten, che tiene conto non solo della bellezza oggettiva delle spiagge, ma anche degli eventuali premi ricevuti.

    Capriccioli

    10. Spiaggia Capriccioli, Arzachena, Olbia-Tempio

    (Immagine via Wikipedia, licenza CC senza modifiche)

    La spiaggia di Capriccioli (in gallurese caprette) situata nel comune di Arzachena, è racchiusa in una rigogliosa cornice di macchia mediterranea, meraviglioso intreccio di lentischi, cisti, olivastri e pini. Divisa in due parti da enormi e tondeggianti massi granitici, è rivestita da un manto di sabbia bianca tendente al grigio ed è bagnata da un mare delicato con un fondale basso adatto anche ai più piccoli.

    La Cinta Flickr

    9. La Cinta, San Teodoro, Olbia-Tempio

    (Immagine via Flickr – Andrea, licenza CC senza modifiche)

    La Cinta è la spiaggia più nota e frequentata di San Teodoro. Si trova nella zona periferica a nord. Con la sua particolare forma arcuata è inconfondibile: una stretta lingua di terra ricca di bassa vegetazione separa la spiaggia dalla laguna antistante. Dune di sabbia bianca, un mare blu cobalto e alberi di ginepro secolari, fanno de La Cinta la spiaggia ideale per chi è in cerca di una natura incontaminata. Anche la fauna è piuttosto ricca e si presta al birdwatching.

    Stagno Notteri (Porto Giunco, Costa Rei)

    8. Porto Giunco, Villasimius, Cagliari

    (Immagine via Flickr – Gomezdegomera, licenza CC senza modifiche)

    La spiaggia di Porto Giunco si trova a Villasimius, in provincia di Cagliari. E’ caratterizzata da un manto di sabbia bianca e finissima, mentre le sue acque sono così trasparenti da non avere segreti. Questa baia è accessibile a tutti ed è anche possibile noleggiare ombrellone, sdraio e patino. E’ sovente battuta dal vento, motivo per cui è molto apprezzata anche dai surfisti. Nelle vicinanze si trova lo stagno di Notteri, il paradiso dei fenicotteri rosa.

    Porto Selvaggio Lecce

    7. Spiaggia Porto Selvaggio, Nardò, Lecce

    (Immagine via Common Wikimedia, licenza CC senza modifiche)

    Porto Selvaggio è una delle perle del litorale ionico salentino. Per poter raggiungere la spiaggia bisogna fare una passeggiata di circa dieci minuti, totalmente immersi in una fitta vegetazione, tipica della macchia Mediterranea. Il mare, caratterizzato da un blu intenso, è circondato da una cornice di scogli, che consentono comunque un accesso agevole all’acqua. Le sue profondità regalano spettacoli meravigliosi a coloro che scelgono di avventurarvisi con un’escursione subacquea.

    Baia del Silenzio Flickr

    6. Baia del Silenzio, Sestri Levante, Genova

    (Immagine via Flickr – Fabrizio, licenza CC senza modifiche)

    La Baia del Silenzio e la Baia delle Favole, insieme rappresentano i due volti di Sestri Levante, la città dei due mari. E’ un angolo pittoresco di rara bellezza, una perla luminosa nel cuore della Liguria. E’ il luogo ideale in cui soffermarsi per ammirare il movimento instancabile delle onde, per trovare ispirazioni artistiche, oppure semplicemente per immergersi nelle sue acque cristalline. Imperdibile.

    Tropea flickr

    5. Spiaggia di Tropea, Tropea, Vibo Valentia

    (Immagine via Flickr – Caterina Policaro, licenza CC senza modifiche)

    Le spiagge di Tropea si possono raggiungere attraverso tre strade e quattro scalinate, che partono dal Duomo, da Largo Galluppi, da Rione Borgo e dal Convento. Sono caratterizzate da sabbia bianca e impalpabile, mentre il mare che la bagna instancabile, è policromo ed oscilla tra il verde smeraldo e il blu turchese.

    Cala Mariolu Flickr

    4. Cala Mariolu, Baunei, Ogliastra

    (Immagine via Flickr – Giorgio Altieri, licenza CC senza modifiche)

    Cala Mariolu, una delle spiagge più conosciute di tutta la Sardegna, si trova nel Golfo di Orosei. Il suo nome è legato alla foca monaca, apostrofata dai pescatori della zona ‘mariolu’ (che significa ‘ladra’ nella lingua sarda), perché rubava il pesce dalle loro reti, rifugiandosi poi nella Grotta del Fico, incastonata nelle rocce calcaree che coprono le spalle della Cala. E’ l’ultima dimora conosciuta in Sardegna della foca monaca.

    La Pelosa Stintino

    3. Spiaggia La Pelosa, Stintino, Sassari

    (Immagine via Flickr – SantiMB.Photos, licenza CC senza modifiche)

    Di fronte all’isola Piana e all’Asinara, nei pressi di Stintino, si trova l’incantevole spiaggia La Pelosa, nota per il candore del suo arenile e la trasparenza delle sue acque. A nord è delimitata dalla Torre della Pelosa, imponente costruzione seicentesca che domina il litorale. Nei dintorni si trova anche l’antica torre saracena detta del Falcone, in roccia granitica, raggiungibile a piedi o con un fuoristrada.

    Cala Rossa Favignna Flickr

    2. Cala Rossa, Favignana, Trapani

    (Immagine via Flickr – Nadia e Massimo, licenza CC senza modifiche)

    Cala Rossa è una delle spiagge più belle di Favignana ed è senza dubbio la più famosa. Qui il mare blu come gli occhi delle bambole antiche è incorniciato da una catena di scogli di varie dimensioni. Custodita tra le formazioni rocciose, si trova un’insenatura magnifica, di recente formazione grazie all’apporto di sabbia delle correnti, raggiungibile in barca o via terra. Fate attenzione però, perché se intendete arrivarci a piedi, dovrete affrontare una lunga discesa e conseguentemente, una salita. Non è pertanto adatta a tutti.

    Spiaggia dei Conigli Lampedusa Flickr

    1. Spiaggia dei Conigli, Lampedusa, Agrigento

    (Immagine via Flickr – Marco Molino, licenza CC senza modifiche)

    L’Isola dei Conigli oltre a essere evidentemente una delle spiagge più bella d’Italia, è stata anche eletta la migliore in assoluto del Bel Paese da TripAdvisor. E’ un’autentica meraviglia, un angolo incantato in cui il bianco candido della sabbia si accompagna armonicamente alle molteplici cromie del mare. Grazie al costante lavoro da parte di Legambiente, oggi l’isola è a tutti gli effetti una riserva naturale, dove ogni anno nelle notti d’estate la tartaruga marina, Caretta Caretta, depone le sue uova nella sabbia bianchissima. Segno questo, di inequivocabile purezza ambientale. Non dimentichiamo che questo paradiso si trova a poco più di un’ora di volo aereo da qualsiasi aeroporto italiano.