Scala dei Turchi, treno storico per raggiungere la scogliera

da , il

    Scala dei Turchi, treno storico per raggiungere la scogliera

    Avete presente l’incantevole spiaggia Scala dei Turchi, in provincia di Agrigento? D’ora in poi sarà possibile raggiungerla salendo a bordo di un trenino storico. E’ partito per la prima volta, il 22 maggio 2016, dalla stazione di Aragona Caldare e ad attenderlo c’erano alcune famiglie con bimbi piccoli, tutti con gli zaini in spalla, impazienti di salire a bordo.

    Il primo treno storico di Scala dei Turchi, composto da un locomotore, quattro vagoni antichi con sedili di legno e un vagone postale in coda, è stato messo a disposizione da Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Ferrovie Kaos.

    Lungo il suo viaggio verso la meravigliosa Scala dei Turchi (scoprite cosa vedere), resa celebre dai romanzi di Andrea Camilleri (presidente onorario di Ferrovie Kaos), nonché dalla fiction con protagonista il Commissario Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti, effettuerà delle fermate a servizio dei viaggiatori che vorranno partecipare all’iniziativa: Bagheria, Termini Imerese, Roccapalumba Alia, Cammarata San Giovanni Gemini e Agrigento Bassa.

    Da questo punto, il trenino storico si immetterà nella ferrovia turistica dei templi, giungendo alla Fermata Tempio di Vulcano, dove i passeggeri che ne avranno fatto richiesta in fase di prenotazione, potranno scendere e raggiungere il Giardino della Kolymbetra e l’area archeologica. Tutti gli altri invece, proseguiranno verso l’ultima fermata, ovvero la stazione di Porto Empedocle Succursale, ubicata nel pieno centro della cittadina.

    Da qui, grazie a un bus, verranno accompagnati nelle vicinanze della celebre spiaggia dalle caratteristiche pareti rocciose di marna bianca, che degradano in mare, formando una dolce scalinata. Nel primo pomeriggio, intorno alle 16, è previsto il rientro in bus a Porto Empedocle. La fermata è programmata nei pressi del piazzale adiacente alla Torre di Carlo V.

    Ma il programma turistico intitolato ‘Pilaja Project’, promosso dall’associazione culturale di promozione sociale e turistica Mariterra e da un giovane imprenditore, in collaborazione con alcuni architetti e artisti, il cui obiettivo è quello di valorizzare e rivitalizzare il contesto urbano, non termina qui.

    Una volta tornati da Scala dei turchi, i turisti avranno l’opportunità di visitare alcune mostre allestite per l’occasione, nonché il centro storico di Porto Empedocle. Tutto questo prima di ritornare alla stazione di Porto Empedocle Succursale, dove ad attenderli, alle 18.05, ci sarà nuovamente il trenino storico.

    ‘Si tratta di una delle eccellenze internazionali del nostro territorio. Quello di oggi è uno dei sei treni storici organizzati su altrettante tratte ferroviarie in Italia’, ha dichiarato il patron dell’ iniziativa, Pietro Fattori.