Muoversi in bicicletta: 5 città dove pedalare è un piacere

da , il

    Muoversi in bicicletta: 5 città dove pedalare è un piacere

    Muoversi in bici non è solo un modo per evitare il traffico automobilistico. Negli ultimi tempi ha assunto una valenza turistica dal momento che una vacanza in bicicletta costituisce un modo nuovo di scoprire una città o una nazione. Quali sono allora i luoghi in cui avvistare gente che pedala non è tanto difficile?

    Sempre più e più persone realizzano che la bicicletta può essere di gran lunga più comoda dell’auto. Niente file chilometriche, nessuna difficoltà a trovare un parcheggio. Una bicicletta è economica e in città diventa anche più veloce di un’automobile. Questi mezzi di trasporto a due ruote sono ecologici e contribuiscono a mantenere i proprietari decisamente in forma ed in ottima salute. Usare la bicicletta è divenuta anche un’interessante alternativa per i turisti che vogliono scoprire tutti gli angoli di una città. Per questo motivo parecchie capitali, come Vienna e Londra, hanno deciso di istituire dei servizi di noleggio in cui sarà possibile affittare una bicicletta e lasciarla in un’altra parte della città. Anche la tecnologia viene in aiuto degli amanti delle due ruote grazie a Google che individua delle vere mappe per i ciclisti. Scopriamo allora 5 città bici-friendly, ovvero quelle in cui pedalare è un piacere e dove la pratica del muoversi in bici è più diffusa. In questa speciale classifica manca, per il momento, l’Italia, ma sono in aumento le manifestazioni dedicate alla promozione dell’uso della bicicletta, come dimostra la Giornata Nazionale della Bicicletta, quando lasciare l’auto in garage è la sola cosa da fare.

    Secondo voi, qual’è la nazione dove si pedala di più?

    Amsterdam, dove la bici è indispensabile

    L’Olanda è una nazione piana, senza particolari rilievi e questa sua conformazione geografica è ideale per gli amanti della bicicletta e anche per chi non ci è proprio abituato o allenato. Quasi il 40% di tutti i tragitti giornalieri effettuati in città sono fatti a bordo di una bicicletta. La popolazione locale e i turisti possono anche affittare una bici pubblica ad un prezzo decisamente favorevole. Molti turisti, addirittura, ritengono la bicicletta il mezzo di trasporto migliore per visitare ed esplorare i canali della città, i parchi e i musei.

    A Copenaghen si va a lavoro in bici

    Il paesaggio della Danimarca, simile a quello olandese è abbastanza piatto, il che facilità l’uso delle bici sia per i locali che per i turisti, per godersi il territorio o per andare al lavoro. Secondo alcune statistiche, il 32% degli abitanti di Copenaghen va regolarmente a lavorare in bici. La città è stata ripetutamente riconosciuta come una delle comunità con la migliore qualità di vita ed è anche vista come una delle città più attente alla salvaguardia dell’ambiente. Non ci si stupisce dunque che il comune offra ai visitatori la possibilità di noleggiare gratuitamente delle bici.

    Bogotà, tante bici e poche auto

    Solo il 13% di tutti gli abitanti di Bogotà possiede delle automobili, cosicché la città non ha bisogno di nessuna speciale campagna per supportare l’uso della bicicletta come avviene, invece, negli Stati Uniti e in Europa. Andare in bici è una questione di necessità da queste parti. Per questo la città colombiana è ampiamente tra le prime 5 città al mondo in cui si pedala di più.

    Curitiba, paradiso per i ciclisti in Brasile

    Curitiba in Brasile è considerata una delle migliori città pianeggianti del mondo. Secondo la rivista americana Reader’s Digest, essa è anche il luogo ideale in cui vivere in Brasile. Gli stessi carioca si sono impegnati ad utilizzare combustibili che rispettino l’ecosistema e ad avvalersi di metodi di trasporto alternativi. Nel 2010 la città ha ottenuto un premio come la città più sostenibile del globo. Il servizio ciclistico a Curitiba è davvero ottimo e le bici sono così ampiamente popolari tra la comunità locale.

    A Montreal piste ciclabili a volontà

    Montreal ha recentemente investito 134 milioni di dollari per rinnovare e costruire nuove piste ciclabili. Una parte del piano prevedeva anche di aumentare il numero di posti in cui poter lasciare in tutta tranquillità la propria bici. Attualmente ci sono circa 2,400 miglia di piste ciclabili a disposizione dei locali e ovviamente anche dei turisti. Montreal ha inoltre il primo servizio di bici in comune del nord America. Si chiama ‘Bixi bike‘ e mette a disposizione più di 5,000 biciclette e 400 stazioni.

    Pronti per una vacanza alternativa?