Maiorca: cosa visitare e spiagge più belle

Scopriamo Maiorca, cosa visitare nella più grande delle isole Baleari e come raggiungere le sue spiagge più belle che si affacciano nel Mare Mediterraneo. Vediamo anche quando andare a Maiorca, cioè il periodo migliore per visitarla

da , il

    Maiorca: cosa visitare e spiagge più belle

    Volete fare un Viaggio a Maiorca, non sapete cosa visitare e siete sempre alla ricerca di idee per itinerari e luoghi da vedere, senza dimenticare le spiagge più belle? Allora seguiteci alla scoperta della più grande delle isole Baleari, che ha dato anche i natali al campione del tennis Rafael Nadal. Maiorca è un’isola molto turistica, una delle più frequentate di tutto il Mediterraneo sia da single che da coppie e intere famiglie. Per questo è considerata cosmopolita e ideale per chiunque voglia trascorrere una vacanza di divertimento e relax. Ovviamente a Maiorca le spiagge sono i luoghi più gettonati, scelti soprattutto dagli amanti della tintarella, degli sport acquatici e di immersioni subacquee, ma le cose da vedere sull’Isola sono tante: si possono fare escursioni nella natura salendo in montagna, si può fare una vacanza culturale grazie ai tanti musei e gallerie d’arte presenti, e poi ancora si può giocare a golf, andare al luna park, fare un giro tra i mercatini, sorseggiare drink nei tanti locali o mangiare del buon pesce in ristoranti esclusivi. Allora andiamo alla scoperta di Maiorca delle sue spiagge più belle e dei suoi tesori da visitare.

    Organizzare un viaggio a Maiorca dall’Italia è facilissimo. Sono numerose le compagnie aeree anche low cost, che collegano l’isola a diverse città italiane. L’aeroporto di Maiorca è, infatti, uno dei più importanti della Spagna. Secondo solo a quelli di Madrid e di Barcellona per numero di passeggeri annuo. Dista solo 7 chilometri dalla città ed è collegato con il centro da un servizio di autobus che impiega circa 30 minuti.

    COSA VISITARE A MAIORCA

    Siamo giunti a Maiorca: cosa visitare? L’Isola di Maiorca offre strutture di ogni tipo ed è adatta a tutti i tipi di vacanza. Dalle famiglie con bambini alle coppie di innamorati passando per le comitive di amici giovani e meno giovani in cerca di divertimento. Le attrazioni sono tante e per tutti i gusti. Immancabile è una visita alla capitale dell’isola, Palma di Maiorca, e alla sua magnifica Cattedrale gotico-contemporanea, ‘La Seu’ in catalano, l’edificio più famoso di Palma e simbolo della città, che vanta decorazione interne di Antonio Gaudì e Miquel Barcelò.

    Un tour può comprendere anche altre tappe, come la cittadina medievale di Alcudia, Soller, Delà. E poi ci sono i parchi e le riserve naturali da visitare a piedi o in bici, come Dragonera, le Grotte del Drago (dette Cuevas del Drach) a Porto Cristo, un complesso di quattro grotte ricche di formazioni calcaree, unite a due laghi sotterranei, poi la riserva di Mondragò e l’arcipelago di Cabrera. Uno dei luoghi più suggestivi da visitare è il parco naturale di S’Albufera, la più grande zona paludosa di Maiorca: si tratta di un’antica laguna separata dal mare da una serie di dune, oggi abitata da una grandissima varietà di uccelli e altre specie animali.

    Per chi ama la montagna segnaliamo Serra de Tramuntana, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che si sviluppa lungo la costa nord-ovest dell’isola. Ha la particolarità di essere ricca di pareti a strapiombo sul mare, in una natura caratterizzata da coltivazioni di ulivi, viti, mandorli e arance, con terrazzamenti, mulini idraulici e costruzioni di pietra a secco. E’ d’obbligo un passaggio nei villaggi di Antratx, Delà e Valldemossa, pittoreschi e suggestivi da vedere percorrendo il sentiero escursionistico in pietra oppure facendosi trasportare dal trenino per Soller, con le tradizionali carrozze in legno.

    E per gli amanti dell’estremo c’è la strada panoramica più emozionante di Maiorca, che va da Port de Pollença al faro di Cap Formentor: 20 km di percorso tortuoso caratterizzato da altissime scogliere a picco sul mare, formazioni rocciose dalle forme più bizzarre che si tuffano nel mare blu.

    LE SPIAGGE PIU’ BELLE DI MAIORCA

    Tra le spiagge più belle di Maiorca, letteralmente imperdibili, segnaliamo: S’Arenal, o Playa de Palma, la più grande della capitale delle Baleari. E’ una spiaggia di sabbia finissima lunga ben 4.600 metri e larga 50. Nella zona di s’Arenal si trova Aqualand s’Arenal: il parco acquatico con oltre 20 attrazioni immerse nel verde, alcune appositamente progettate per i bambini. E proprio qui si trova la Jacuzzi più grande del mondo!

    Se invece cercate la movida notturna il posto ideale è Magaluf, che offre un’arenile sabbioso molto lungo e locali per chi vuole una cosa soprattutto: divertirsi. La piccola spiaggia di Calo des Moro, invece, si trova a 6 km da Santanyi, poco dopo la spiaggia di Cala S’Almunia. Si trova dentro una baia con scogliere a picco, è caratterizzata dalla sabbia fine e luccicante, con il mare di un bel colore turchese.

    Platja d’Es Trenc, nella parte sud dell’isola, è una delle spiagge più rinomate di Maiorca, circondata da dune e pinete. La sabbia è bianchissima e il mare, di solito calmo, sembra quello dei Caraibi.

    Perfette per chi vuole fare snorkeling sono le spiagge di Cala d’Or (Es Forti) di soffice sabbia finissima, Cala Serena, con baia sabbiosa e calma delimitata da pareti rocciose, Cala Ferrera, con il mare di un intenso color turchese. E poi Cala Esmeralda, chiamata così dal colore del suo mare, smeraldo, e Cala Gran Beach, la più grande delle spiagge di Cala d’Or, caratterizzata dalla sabbia bianca e fine.

    Acqua verde smeraldo per Formentor, una delle spiagge più note di Maiorca, all’estremità nord dell’isola. Mare mosso e forti onde per Cala Mesquida, una delle spiagge più belle dell’isola. Lunga 300 metri e larga per 130 metri, è completamente immersa nella natura. Unico inconveniente è sempre molto frequentata da italiani!

    Infine c’è Cala Torta. Spiaggia molto difficile da raggiungere, con un lungo tratto sterrato, solo in parte percorribile in auto, necessariamente una 4×4. Ma una volta arrivati, il paradiso è davanti ai vostri occhi: è una delle poche spiagge quasi deserte di Maiorca.

    QUANDO ANDARE A MAIORCA?

    Quando partire per Maiorca? Il miglior periodo per visitare Maiorca è da maggio ad ottobre, quando è possibile godere appieno delle sue splendide spiagge. Ma c’è da dire che Maiorca è una meta godibile durante tutto l’anno. Se infatti da novembre a febbraio, e fino in tarda primavera, le località turistiche sono ancora tranquille, nei mesi di giugno, luglio e agosto l’isola viene assalita dai turisti (e i prezzi tendono a salire), ma chi ama la natura può partire a marzo e aprile, quando l’isola regala paesaggi ricchi di colori e la temperatura permette lo stesso di godere della bellezza delle spiagge di Maiorca.