Le Filippine e il loro mare: dove andare tra le isole e cosa vedere

In viaggio nelle Filippine: volete rilassarvi al mare? Ecco dove andare tra le isole più spettacolari di uno degli arcipelaghi più incontaminati del pianeta.

da , il

    Filippine

    In viaggio nelle Filippine: volete rilassarvi al mare? Ecco dove andare tra le isole più spettacolari dell’arcipelago, che conserva uno degli ecosistemi più incontaminati al mondo: qui vivono 8.000 specie di fiori e 500 specie di uccelli, oltre a numerose specie rare tra cui il tabio, il topo cervo e il bulik. Le Filippine sono costituite da oltre 7.000 isole, di cui solo 2.000 sono abitate, e questo le rende una meta perfetta per chi è in cerca di paradisi tropicali ancora inesplorati. Inoltre le Filippine sono fuori dai circuiti del turismo di massa, quindi se sognate un mare verde smeraldo e infinite distese di sabbia candida, senza l’afflusso turistico di paesi come la Thailandia, avete scelto il posto giusto: chiamate ‘il luogo in cui l’Asia sorride’, le Filippine sono famose per l’ospitalità degli abitanti, per essere l’unico paese asiatico a maggioranza cattolica e per l’ottima cucina, in cui la cultura asiatica e quella europea, importata dalla dominazione spagnola, si fondono magicamente. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere per organizzare al meglio una vacanza nel mare delle Filippine.

    Filippine, dove andare: isola di Palawan

    Palawan

    Per scoprire il miglior mare delle filippine, optate per la meravigliosa Palawan, una delle isole più incontaminate, che preserva una natura unica e selvaggia grazie allo scarso afflusso turistico, cosa che la rende ancora più affascinante e permette di immergersi nella sua cultura con grande semplicità. I fondali del suo mare cristallino sono un autentico paradiso sommerso per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni.

    Dall’isola di Palawan si può raggiungere lo splendido parco marino di El Nido, che fa parte dell’arcipelago di Bacuit, in cui le suggestive isole incontaminate, ricche di baie tropicali e lagune turchesi, sono circondate da una barriera corallina intatta in cui ammirare da vicino le specie più diverse e colorate di pesci, tartarughe e coralli.

    Filippine, dove andare: isola di Boracay

    Boracay

    L’isola di Boracay è tra le più famose delle Filippine, compare infatti sovente nelle varie classifiche delle spiagge più belle del mondo, anche se qui, negli ultimi anni, il turismo di massa si sta sviluppando in maniera massiccia, minacciando la natura incontaminata del posto. Nonostante l’imminente pericolo, le sue spiagge vantano ancora una bellezza disarmante. Qui potrete coniugare una vacanza rilassante con molte opportunità di divertimento.

    Filippine, dove andare: isola di Bohol

    Bohol

    Un’altra isola da non perdere delle Filippine è quella di Bohol: più conosciuta e apprezzata dai filippini che dai turisti stranieri, offre la possibilità di calarsi a pieno nella cultura locale, nonché di godere di un mare meraviglioso, rilassandosi nelle numerose spiagge incontaminate e soprattutto ammirando i delfini e le balene. Inoltre, pochi sanno che nell’entroterra si trovano le cosiddette Colline di Cioccolato, tra i fenomeni geologici superficiali più spettacolari del mondo per il color cioccolato che assumono durante la stagione secca.

    Filippine, dove andare: isola di Coron

    Coron

    Anche le isole di Entalula e Pangulasian sono paradisi incontaminati e deserti, come l’isola di Coron, la quarta delle Filippine per estensione: qui il suggestivo paesaggio è costituito da isolotti e alte rocce ricoperti da una fitta e verdeggiante vegetazione, che si affacciano su un mare turchese e limpido, tanto amato dai sub e dagli appassionati di snorkeling. Qui avrete anche la straordinaria possibilità di ammirare relitti di navi giapponesi, risalenti alla seconda guerra mondiale. L’isola è conosciuta anche per la presenza di numerose grotte da esplorare, tra cui la più famosa è la sottomarina Grotta della Cattedrale, che durante il giorno viene illuminata per alcune ore dalla luce solare.

    Filippine, dove andare: isola di Daku

    Daku

    In ultimo, ma non per importanza, troviamo la piccola isola di Daku (o Dako), un paradiso vergine dalla soffice sabbia bianca, che degrada dolcemente in un mare turchese e trasparente, perfetto per organizzare escursioni in kajak. Anch’essa amata da sub e snorkeler, è perfetta per chi vuole godersi una vacanza rilassante su un’isola dove non vi è traccia di costruzioni artificiali, ma solo qualche capanna tra le palme da cocco.

    Foto dell’incantevole mare delle Filippine