Le 10 regole del turista eco-friendly

da , il

    Le 10 regole del turista eco-friendly

    Se Genova è appena stata nominata Capitale europea dell’ambiente 2010, dobbiamo dire che in generale l’attenzione verso l’ambiente si dimostra sempre più ricercata e favorita: ecco le dieci regole del turista eco-friendly.

    Essere un turista votato alla green philosophy significa partire per le proprie vacanze con un’attenzione in più: l’amore e la cura verso la natura e tutto quanto fa parte di ecosistemi a cui noi possiamo prendere parte in maniera positiva e costruttiva.

    Per esempio in America Nakation è un trend: una vacanza che nasce nell’idea di un rispetto totale dell’ambiente, unendo nudismo e attenzione verso gli sprechi.

    Tra le vacanze alternative, non dimenticate che potrete scegliere di vivere un’estate all’insegna della natura, partendo come volontari per uno dei molti progetti organizzati in tutto il mondo: nutrire tartarughe in spiagge tropicali, aiutare la fauna e godere di ambienti spettacolari per un turismo inedito.

    Ecco le dieci regole per il perfetto turista eco-friendly

    Scegliere l’hotel

    Scegliere l’hotel è una questione importante per chi decide di essere un viaggiatore attento all’ambiente: privilegiate strutture alberghiere a basso impatto ambientale e riconsiderate i piccoli alberghi a conduzione familiari, dove sprechi e tecnologie sono più contenuti rispetto il comfort extra lusso (ad extra consumi) delle grandi catene alberghiere

    Scoprire mezzi di trasporto alternativi

    Viaggiare senza aereo vi condurrà a mezzi di trasporto fuori dai soliti schemi: tra autobus, pullman e cargo, oltre all’attenzione verso cieli blu, si dipanerà un viaggio incredibilmente insolito e ricco di magia

    Mangiare a Km Zero

    Si chiamano prodotti a chilometri zero: un cibo che evita di seguire rotte che lo conducono da una parte all’altra del globo in cerca dei prezzi di manodopera più conveniente. Cercate cibi e produzioni locali, sperimenterete le delizie del luogo e l’eticità verso lavoratori e specialità tipiche

    Viaggiare leggeri

    Il concetto di nakation nasce nell’idea di una vacanza che cerca di non pesare sul territorio: lasciate tracce quanto più esili di voi stessi e non invadete il Paese che vi ospita sovraccaricando la natura del vostro passaggio

    Non sprecare l’acqua

    Siate attenti al consumo dell’acqua, specialmente nei paesi con carenze idriche. Inoltre, anche se in hotel le spese sono già comprese, riflettete su quanti turisti ogni giorno affollino le strutture alberghiere: l’acqua è un bene prezioso… e di tutti

    Utilizzate materiali eco

    Imballaggi e confezioni di plastica possono essere un problema in molti paesi in via di sviluppo, dove si accumuleranno in discariche che ancora non conoscono il riciclo come pratica abituale. Acqua nelle bottigliette di plastica? Invece di collezionarne mille, quando possibile tenete la stessa bottiglietta riempiendola ciclicamente di acqua fresca

    Differenziare i rifiuti anche in viaggio

    Anche in vacanza potete differenziare i vostri rifiuti. Inoltre, prestate attenzione ai piccoli gesti: niente carte gettate a terra e se vi fermate per un picnic ricordate di mettere tutti i rifiuti in un sacco che getterete alla fine. In spiaggia o al parco? Raccogliete tutte le sigarette in un bicchiere e ricordate che l’amore per l’ambiente nasce dal rispetto per una natura da consegnare ai nostri figli più verde

    Evitare attrazioni e mezzi inquinanti

    Evitate attrazioni spettacolari, ma potenzialmente nemiche dell’ambiente: per esempio, sapevate che gli scooter d’acqua sono altamente inquinanti?

    Scattare foto eco-friendly

    Utilizzate la tecnologia per risparmiare carta e risorse: scattando le foto della vostra vacanza con una macchina digitale potrete ottenere centinaia di scatti a costo zero, per poi scegliere di stampare solo i souvenirs più belli