Isola di Budelli: il proprietario rimane il manager neozelandese

da , il

    Il Tribunale ha dato ragione a Michael Harte, che conquista definitivamente l’Isola di Budelli. Il banchiere neozelandese dovrà pagare, in un massimo di 60 giorni, la somma di 2.9 milioni di euro per diventare ufficialmente il proprietario del piccolo paradiso de La Maddalena.

    Michael Harte aveva presentato ricorso, dopo la decisione del Tar di bloccare la vendita dell’isola e assegnarla all’Ente di tutela.

    Ora l’isola, che era stata venduta all’asta nel 2013, con l’annullamento del diritto di prelazione del Parco Nazionale, torna di fatto al vecchio proprietario.

    Dinanzi alla decisione del Tribunale, il deputato Mauro Pili di Unidos, ha dichiarato:

    ‘Il governo deve proporre un immediato decreto legge e requisire quel bene per pubblico interesse. Se non lo facesse sarebbe complice di questo nuovomisfatto ai danni della Sardegna e dei sardi. E tutto questo avviene proprio dopo che il Consiglio direttivo del Parco ha deciso a maggioranza di abbassare il livello di tutela dell’isola. Con l’ approvazione del piano del Parco Budelli non sarà più riserva integrale’.

    Secondo Pili, è fondamentale un intervento delle istituzioni, al fine di evitare qualsiasi speculazione.

    Dal canto suo, il banchiere è soddisfatto dell’esito del suo ricorso e ci tiene a rassicurare i sardi sulle sue intenzioni.

    Ecco cosa avrebbe intenzione di realizzare nella terra incantata dalla sabbia rosa:

    ‘Il mio sogno è quello di creare un osservatorio internazionale sulla biodiversità marina: un laboratorio all’aria aperta che attiri studiosi da tutto il mondo. Il mio progetto è portare avanti le iniziative di tutela ambientale, collaborare col parco e mettere a disposizione altre risorse per far conoscere questo paradiso in tutto il mondo. Farò dell’isola un museo a cielo aperto’.